BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Elezioni 2014, a Pradalunga è tempo di Fare sul Serio”

Fare sul Serio è la neonata Lista civica che si presenterà alle prossime elezioni a Pradalunga. Una sfida che vede il gruppo politico al fianco del sindaco uscente Matteo Parsani, tra i primi sindaci in Bergamasca a confermare la ricandidatura. Ecco la presentazione della lista.

Fare sul Serio è la neonata Lista civica che si presenterà alle prossime elezioni a Pradalunga. Una sfida che vede il gruppo politico al fianco del sindaco uscente Matteo Parsani, tra i primi sindaci in Bergamasca a confermare la ricandidatura. Ecco la presentazione della lista: 

A pochi mesi dalla scadenza elettorale nel nostro paese, un insieme di persone di diversa estrazione sociale e politica, ha da prima deciso mettersi in gioco creando un gruppo di lavoro, che affrontasse le problematiche irrisolte del nostro paese e provasse a identificare soluzioni pratiche e più vicine ai cittadini, in seconda battuta a trovato persone disponibili a investire il loro tempo per realizzare queste soluzioni. Nasce così, Fare sul Serio, una lista civica che si presenterà alla prossima tornata elettorale, in maniera molto semplice, senza troppe filosofie o promesse, ma semplicemente come un gruppo nuovo, e di gente che alle parole preferisce il Fare… Un gruppo che non è un partito, è che quindi baserà democraticamente le proprie scelte senza protagonismi di singoli, ma mettendo a disposizione della comunità le esperienze imprenditoriali e le capacità professionali dei membri del gruppo.

Perché Fare sul Serio??? Perché crediamo che per cambiare davvero le cose non si possa rimanere in poltrona a criticare, ma sia fondamentale metterci la faccia, e provarlo a fare davvero…

Perché crediamo che la vera unione del nostro paese passi attraverso il superamento dei campanilismi e la ricostruzione di una coscienza civica. Perché crediamo sia necessario far tornare le persone ad interessarsi a come viene amministrato il proprio paese e vengono gestiti i soldi versati con le tasse…

Perché crediamo sia ora di smetterla con le promesse irrealizzabili, con i falsi sogni e le chimere. Crediamo invece sia ora di amministrare il paese come un’impresa, senza fronzoli, gestendo come farebbe un buon padre di famiglia Perché questo simbolo? Il nostro logo nasce dall’unione dei due simboli per eccellenza di Pradalunga, il Monte Misma e il fiume Serio. Il monte Misma è da sempre stato il lavoro di Pradalunga ( le cave di Pietre coti e cemento) ma ci sembrava potesse rappresentare anche un modo per vedere sempre dov’è il nostro paese. Un altro elemento fondamentale è il fiume, il nostro Serio, che oggi con la pista ciclo pedonale che lo circonda diviene momento di svago, modo di rilassarsi…

E Pradalunga è tutta li, il Misma da una parte, il Fiume serio dall’altra, per questo, il simbolo vuole rappresentare un paese unito, senza per forza elementi distintivi di una comunità o dell’altra ( Pradalunga o Cornale), ma tutti insieme…”

E’ ora di Fare sul Serio!!!!

Carmen, Mariagrazia, Thomas, Stefania, Flora, Tiziano, Michele, Fabio, Mirko, Simone, Andrea

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Contro campanile

    Andrea, ma come puoi dire che i proclami sono simili??? ” un paese in comune non ha ancora scritto un programma, lo faranno nei prossimi mesi…. E se dici che non esistono i campanilismi, spiegaci perchè in un paese di 4000 abitanti tutto è doppio… due bande, due corali, due scuole materne, doppi gruppi sportivi.. ecc… E’ DOPPI CONTRIBUTI!!!! Il sentiero del Misma è stato pagato dalla regione lombardia… ma informiamoci prima di parlare!!!!

    1. Scritto da Andrea

      Nel logo di “Un Paese in Comune” ci sono 2 campanili… Tutto è doppio perché da secoli è così, mica per una filosofia nata oggi. Vuoi radere al suolo una chiesa, un campo di calcio, un oratorio, una scuola? A Nembro c’è san Nicola, san Faustino, nemmeno frazioni e con la loro identità storica che non offende nessuno. I soldi della Regione Lombardia non sono dei contribuenti? 180 mila euro per un sentiero sul Misma, quando i sentieri già ci sono? Doppi contributi per spese sciocche!!!

      1. Scritto da campanile

        non sai di che parli… molti di quei sentieri erano chiusi, o malandati e non piu praticabili. Con quei si soldi si sono recuperati ( dove possibile i sentieri che storicamente erano presenti). molti privati li avevano chiusi e cintati. Ora sono di pubblica fruizione! Sui campanilismi mi astengo, ma mettere il campanile nel logo è una ricerca di elettorato che da un gruppo di sinistra non mi aspettavo.. prima di loro solo mastella aveva un campanile nel logo….

        1. Scritto da Andrea

          Al Misma si è sempre potuto accedere e farci il giro, dai sentieri che salgono dai tre comuni che lo inglobano. Mario Valoti, prima di questa bizzarra trovata del “periplo” del 2013 a 180 mila euro di costo, aveva fatto un opuscolo nel 2000-2003 (I Sentieri del Misma, pagato dal comune), appositamente sugli itinerari possibili dai vari sentieri, e non mancava la possibilità di girare attorno al Misma (itinerario n. 3, chiamato appunto “Periplo”). Vedi le spese inutili? Stödia!!!

          1. Scritto da campanile

            Perchè parli senza sapere????? nello stesso libro l’autore dice che molti sentieri sono segnati ma non percorribili!!!!!
            E pensa che il delegato del comune a seguire il progetto come consulente storico (e gratuito) è stato proprio Mario Valoti!
            Se poi pensi di essere piu bravo di tre comuni messi insieme, e tre comuni di tre colori differenti, vedi un po’ tu! Anche quando fecero la ciclabile 15 anni fa dicevano le stesse cose.. quindi.. aria alla bocca

          2. Scritto da Andrea

            Ma non c’è da essere più o meno bravi: 180.000 euro spesi per sentieri sul Misma sono un’aberrazione per i contribuenti e i pochissimi utenti. Se 4000 anime non giustificano doppioni di strutture tra Cornale e Pradalunga, figurati se sono giustificabili simili spese per (esageriamo?) 500 persone che girano sul Misma. I sentieri segnati e non percorribili, andavano soltanto decespugliati. E se il tempo li ha resi impercorribili, forse è perché nessuno ne sentiva il bisogno di percorrerli!

          3. Scritto da campanili

            se non conosci le cose taci… ci sono 500 persone ogni week end d’estate su quei sentieri… e se vai a vedere le carte del progetto quasi 100.000 € sono serviti a opere di consolidamento, ricostruzione, e captazione…. e non con un decespugliatore….

          4. Scritto da Andrea

            Ahhhhhh la CAPTAZIONE….. Eh già, cosa farebbero il bosco e il Monte senza la CAPTAZIONE creata dall’uomo? Come ho fatto a non pensarci? E come ha fatto l’uomo, nei secoli in cui recarsi sul Misma era necessario, a farlo senza le CAPTAZIONI del 2013? Troppo poco rispetto dei soldi pubblici, troppi personalismi e troppa brama di lasciare segni del proprio passaggio. Vedremo quanto durerà la moda del Misma (non è così agevole come la ciclabile) e quanto costerà tenere manutenuto il tutto

          5. Scritto da campanile

            … si dice manutentato!!!!

  2. Scritto da Andrea

    Nei programmi e nei proclami, assomigliano molto all’altra lista civica (però di sinistra) “Un paese in comune”. Cancellare i campanilismi, metterci la faccia, andare tra la gente. Si vede che a Pradalunga c’è un problema di rapporti con la frazione Cornale: di colpo scoppia l’anticampanilismo come priorità. Cos’è costato ai cittadini il nuovo sentiero che fa il periplo del monte Misma, quando già c’erano i secolari sentieri demaniali (eventualmente da tener maggiormente in ordine)?

    1. Scritto da DonCamillo e Peppone

      I campanili appartengono alle chiese, frequentate, sponsorizzate e costituite dai cristiani: fanno parte della storia dei paesi. Aggregano persone e famiglie nelle cerimonie e agli oratori per sport e iniziative. Possibile che dei cristiani possano nutrire sentimenti tanto beceri quali il campanilismo? Dai politici, forza, salvateci voi da quel devastante campanilismo imperante a Pradalunga!

  3. Scritto da Campanili

    Come in tutti i comuni quelli del centro destra si trasformano in civici… almeno avete avuto il coraggio di scrivere che siete politici e non apolitici!

  4. Scritto da NN

    Bene,ma allora non siete piu leghisti…?!