BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gori: Ho fatto chilometri nei quartieri di Bergamo, dove Tentorio non s’è visto

Subito al lavoro, senza sosta, per costruire una campagna elettorale lunga e impegnativa. Giorgio Gori, candidato sindaco del centrosinistra, ha già le idee chiare sui pilastri del programma da scrivere insieme agli alleati. Con uno sguardo a Roma, all'amico Matteo Renzi che vincendo la scommessa alla guida del governo potrebbe contribuire a ridare fiducia anche agli elettori bergamaschi del centrosinistra.

Più informazioni su

Subito al lavoro, senza sosta, per costruire una campagna elettorale lunga e impegnativa. Giorgio Gori, candidato sindaco del centrosinistra, ha già le idee chiare sui pilastri del programma da scrivere insieme agli alleati. Con uno sguardo a Roma, all’amico Matteo Renzi che vincendo la scommessa alla guida del governo potrebbe contribuire a ridare fiducia anche agli elettori bergamaschi del centrosinistra.

Primo giorno di governo di Renzi, primo giorno di lavoro per Gori candidato sindaco di Bergamo. Come l’ha vissuto? “Ho ascoltato con partecipazione il discorso al Senato. La fiducia del governo Renzi è un momento importante della vita politica del paese che corrisponde a un passaggio significativo della mia vita politica. Se mi dispiace non essere lì? No, faccio il tifo per Matteo e per il suo governo”.

L’eventuale successo o disfatta del governo Renzi può influenzare Il voto anche in città? Ha già fatto qualche calcolo? “Ci ho pensato. Il modo in cui Renzi è passato attraverso la decisione di diventare premier ha provocato un po’ di tensione. Ho sentito tanti amici, suoi sostenitori, che sul metodo avevano perplessità. Se farà bene ci saranno ricadute positive sulla scadenza elettorale. C’è piena consapevolezza che il tempo del giudizio sarà breve. Si è assunto un enorme rischio, al suo posto non avrei avuto tanto coraggio”.

Nemmeno il tempo di festeggiare la vittoria delle primarie ed ecco il primo attacco della Lega Nord. Si aspetta una campagna dai toni aspri? “Mi aspetto un confronto civile con Franco Tentorio, che merita tutto il mio rispetto. Mi aspetto anche toni folkloristici da parte della Lega. Dicono che sono un radical chic, ma io ho iniziato a lavorare quando avevo meno di 18 anni. Se qualcuno è invidioso di chi ha avuto successo…”

Dobbiamo aspettarci effetti speciali dalla vostra campagna? “Sarà in progress, costellata di proposte, progetti, appuntamenti. Ho già l’impianto del programma in testa. Nelle prossime settimane lo scriveremo fisicamente. Non ci sono grandi differenze di vedute con gli alleati della coalizione. Sono già in programma quattro appuntamenti: il 5 marzo invitiamo quattro amministratori di Lecco, Brescia, Forlì e Milano per un confronto sul welfare. Poi incontreremo le forze economiche e sociali: organizzazione di impresa, sindaci e cooperazione sociale. Il terzo appuntamento è sulla partecipazione. A inizio maggio presenteremo ufficialmente il programma”.

Insomma, il welfare sarà al centro della campagna. “E’ un settore determinante nel prossimo quinquennio. Con la Giunta Bruni ed Elena Carnevali si sono poste le basi per organizzare i servizi sociali in modo efficiente, nella sostanza un lavoro proseguito da Callioni. I bisogni però sono cresciuti perché la crisi ha lasciato segni pesanti. Dobbiamo ripensare il modello: integrare le risorse dirette e la cooperazione sociale con il Comune a far da regia. La terza forza è l’associazionismo. L’unità di lavoro del nuovo welfare deve essere il quartiere. La dichiarazione di intenti deve essere tradotta in operatività e lo faremo anche grazie agli incontri con gli amministratori di altre città”.

Ha molti amici sindaci: hanno già dato qualche consiglio? “Andrò a trovarli presto, a Novara, Brescia, Lecco, Cernusco sul Naviglio. Beh, mi hanno detto che sono pazzo a candidarmi. Li incontrerò per farmi raccontare la loro campagna elettorale, i punti di forza, gli errori da non commettere. Io voglio fare il sindaco anche se è una vita che ti assorbe dalla mattina alla sera”.

Tentorio dice che ve la giocherete proprio nei quartieri. Eppure la borghesia, i professionisti hanno prima scelto Bruni e cinque anni fa Tentorio. Perché dovrebbero cambiare ancora orientamento? “Perché sono delusi. Tentorio non ha fatto nulla rispetto alle aspettative. Dice che ce la giocheremo? Bene, giochiamocela. Nei quartieri in cui sono andato mi hanno detto che non l’hanno mai visto. Sicuramente ha radici nella città, ha un profilo bonario e simpatico, ma i cittadini si aspettano altro. Io sono andato nei quartieri, ho consumato le suole delle scarpe. Non ho cominciato in campagna elettorale, ma ben prima. Sono consapevole di aver fatto solo un pezzo di strada. Ma il contatto con le persone è di gran lunga la parte più bella della politica”.

Su quale idea, visione o progetto non è disposto a scendere a patti con gli alleati? “Non sono emerse questioni su cui potremmo pensarla in modo diverso. Abbiamo idea omogenea di città. Un tema su cui ci siamo confrontati molto è la pedonalizzazione del centro. E’ una zona che deve essere resa più viva e vissuta. Se decidessimo di fare una chiusura totale rischieremmo di fare dei danni. Ho in testa una sequenza di atti amministrativi. Partirei da un concorso internazionale per rileggere il centro di Bergamo, come organizzazione del commercio, l’alta densificazione degli spazi pubblici. Il Donizetti può essere utile a questa causa, il tema del Diurno può essere ripreso”.

Un altro tema spinoso è la gestione dell’aeroporto. Si tutelano meglio i cittadini dall’interno di Sacbo oppure con un’opposizione senza conflitto di interessi? “La compatibilità ambientale è possibile che si gestisca meglio da fuori. Il tema del destino dell’aeroporto, la collocazione strategica all’interno del sistema aeroportuale, si gestisce meglio da dentro. Non sarebbe una buona cosa che il Comune si chiamasse fuori. Potrebbe essere lungimirante per fare cassa, ma non è lungimirante. Oggi è palesemente un sistema in fase di transito. Serve la responsabilità dei soci per mettere in sicurezza il futuro dello scalo. Mi piacerebbe lasciare al mercato le risposte, ma non prima di aver contribuito a dare un futuro sostenibile, con la certezza che vada avanti così per i prossimi 40 anni”.

Abbiamo chiesto ai lettori di porre qualche domanda dalla nostra pagina Facebook. Ecco quella di Lisa: “Cosa ha intenzione di fare per la vivibilità sociale, culturale e notturna di questa città?” “Tema della vivibilità delle ore notturne è importante, anche ai fini della sicurezza. Dobbiamo lavorare per costruire alternative in cui i ragazzi possano incontrarsi, parlare senza creare disagio ai residenti. Il centro, proprio perché ha molte funzioni pubbliche e poche abitazioni, potrebbe trarre beneficio nell’avere qualche locale in più aperto”.

Da candidato sindaco, cosa le hanno chiesto i suoi figli? (ride) “Ho discusso con mia figlia sul tema della chiusura di Città alta. Era preoccupata che nessuno la potesse andare a trovare. Ho cercato di spiegare i benefici di avere un accesso privilegiato con i mezzi pubblici. Se le frequenze degli autobus fossero quelle di oggi la capirei”.

In questi giorni si è parlato molto delle quote rosa del governo Renzi. In caso di vittoria anche lei lancerà le quote rosa? “Sicuramente nel numero prescritto per legge. Devo dire che ho lavorato meglio con le donne che con gli uomini. Detto questo, non credo che le quote rosa debbano diventare elemento di marketing”.

Con quale criteri sceglierà i componenti della lista civica? “Saranno persone conosciute, stimate, radicate nel territorio. La lista civica è utile: sappiamo che cinque anni fa finì al primo turno quindi vogliamo ribaltare la situazione. Dobbiamo convincere gli ex elettori di Tentorio a votarci. Ci sono molte persone non ancora pronte a mettere una croce sul simbolo del Pd, quindi la lista civica può essere utile”.

Quindi guarderà a destra? “Guarda all’elettorato moderato, liberale, all’elettorato contendibile con Tentorio”.

Non è scoperto a sinistra, come sostengono molti? “Le primarie servono a consolidare la candidatura. Con Patto civico e Sel non mi considero scoperto a sinistra. Il Pd ha risposto nei fatti e non ho dubbi sulla lealtà degli elettori di Patto civico e Sel. Possiamo andare anche più in là”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marco

    Caro Gori come intende approcciarsi nei confronti del clero bergamasco che sarebbe il vero potere che presidia Bergamo dal dopoguerra ai nostri giorni?

  2. Scritto da marco

    Io non l’ho mai visto (anche Tentorio se è per quello).
    La prossima volta si porti le veline che almeno si renderà più visibile

  3. Scritto da Enzo

    Manager straricco che afferma di essere di sinistra… Che ipocrisia, che tristezza… E c’è pure qualcuno che gli dà retta!

  4. Scritto da marco

    Nel mio quartiere caro Gori non l’abbiamo vista…..Però ieri ho visto la moglie di Tentorio fare spesa all’auchan. La sua dov’è? Chi vi ha mai visto in città? Forse avete frequentato di più Arcore…… anche se ora lei è così lontano da Berlusconi!!!

    1. Scritto da Mari

      Purtroppo né Gori né gentil Consorte si son visti ben poco tra noi bergamaschi! Forse potremmo incontrarli se partecipassimo ogni giorno ad una sfilata di moda, o a Formentera. Nessuna invidia, per carità, ma quello è il loro mondo, ben diverso dal nostro e dai problemi quotidiani! Forza Tentorio!

      1. Scritto da Gori chi?

        condivido al 100% e allargo il discorso ad altri renziani bergamaschi…che fino a ieri erano degli snob con casa a ST.Moritz…ora invece fa figo essere renziani!
        Gori per 30 anni non si è mai interessato ne di politica ne della cità di Bergamo,m ora invece ha questo giochino tra le mani…
        per carità che pena, ma l’elettorato non è stupido e nelle urne si ricorda queste cose.

        1. Scritto da ru

          sottoscrivo. 1627 sono già tanti. Che me li paghi lui i soldi se vuole, io non verso manco un centesimo. per cosa, per una FARSA come queste primarie? siamo a scherzi a parte..?

  5. Scritto da peppe

    vengano a Colognola i due candidati e dicano chiaramente come vedono il futuro del quartiere e dell’aeroporto. gente di Colognola possiamo essere l’ago della bilancia ….facciamo pesare i nostri voti. COSI NON SI PUO ANDARE AVANTI

    1. Scritto da Luigi

      La prossima volta compra casa lontano da un aeroporto!!!

      1. Scritto da Robi

        .. certo signor Luigi…affermazione intelligentissima!!!…magari la casa la maggior parte dei cittadini l’avevano acquistata quando da Orio partiva un volo al giorno…sa com’è???….quanta superficialità ….

  6. Scritto da Giovanni

    Sa com’è, arriva l’Expo2015, bisogna avere una moschea per i nostri ospiti musulmani. O non vuole Expo2015? Radical-chic è meglio che clerico-baluba, non trova?

  7. Scritto da gioan

    ATTENZIONE RIFACIMENTO MANTO STRADALE
    passando GORI ha scavato solchi

  8. Scritto da usiamo il cervello

    Se la compatibilità ambientale si gestisce meglio da fuori (e infatti da dentro sia Bruni che Tentorio hanno fallito totalmente, come dimostra anche la sentenza del TAR) ci vuol spiegare perchè ritiene meglio stare dentro? Preferisce mettere”in sicurezza” il destino dello scalo, o quello di migliaia di persone?
    Intende pretendere il rispetto delle leggi, dei limiti e delle prescrizioni, o garantire l’attuale anarchia (dall’interno, ovvio)?

  9. Scritto da gianni

    ha talmente consumato le suole nei quartieri che ha portato a casa 1600 voti.. forse è stato solo in città alta

  10. Scritto da abetebg39

    Gori vuol fare il sindaco o l’uomo di spettacolo?
    Nel mio quartiere non l’ho visto e comunque Tentorio non deve percorrere strade è già ben conosciuto sia a livello amministrativo che politico.

    1. Scritto da giggi

      e certo! sono 40 anni che è in giro!

  11. Scritto da il gipeto

    Non abito in città ma credo di averla conosciuta. Bergamo è una città piena di invidiosi, questo non agevolerà Gori ma quelli che fanno buono viso e cattivo gioco e non scontentano nessuno, come i Tentorio. Mi chiederei chi glie lo ha fatto fare ? non è certo uno che ha bisogno di un lavoro o di notorietà. Fossi in lui mi godrei la vita..però gli dico coraggio e lo consiglio di buttare in aria l’apparato comunale e la mafietta sindacale che lo governa da anni…

    1. Scritto da il polemico

      che la città di bergamo sia piena di invidiosi,è un dato di fatto,infatti i sostenitori del pd su questo sito hanno sempre affermato che chi possiede suv costosi ed è ricco,di sicuro è un evasore e si auspicava la finanza a controllarli tramite le targhe.ora gli stessi sostenitori sostengono la carica a sindaco di un possessore di suv costoso e pure ricco,ora gori gongola per una futura vittoria a sindaco anche dopo aver ottenuto 1600 voti in una città di 110mila abitanti…campa cavallo

      1. Scritto da Lè Riàt

        Ta capeset prope nigot . Che pasiensa. Nessuno ha mai affermato una sciocchezza simile , come al solito è una tua invenzione notturna. Uno può avere tutti i suv che vuole e tutti i soldi che vuole, basta che paghi le tasse . Tu con le tasse come sei messo ?

    2. Scritto da Luigi

      Il suo ragionamento non fa una piega… Tentorio non ha una lira e ha bisogno di un lavoro!
      Discorso piu’ generale e sommario non poteva farlo.

    3. Scritto da Luigi

      Il suo ragionamento non fa una piega… Tentorio non ha una lira e ha bisogno di un lavoro!
      Discorso piu’ generale e sommario non poteva farlo.

    4. Scritto da Chiara

      Mio caro Gipeto, vivo a Bergamo dalla nascita e la famiglia Tentorio la conosco da quarant’anni molto bene. E le assicuro che non ho mai conosciuto nessuno di più onesto, preparato, corretto e amante per la propria città, come il nostro sindaco di Bergamo.
      Pertanto, piuttosto che dire frasi a caso, stia in silenzio.
      Grazie molte.

      1. Scritto da luca

        Concordo in pieno…

  12. Scritto da Francesco

    sempre le solite frasi… chi è stato fuori dalla stanza accusa (sempre) chi ha governato “di immobilismo”… ma è mai possibile essere così mentalmente limitati?…. e qui il colore non c’entra, c’è solo la disonestà intellettuale di dire cose ovvie e difficilmente discutibili, perchè vaghe e frutto dell’antipolitica…. svegliarsi?

  13. Scritto da Chiara

    Questa è divertente!!!! Forza Franco!!!!!

  14. Scritto da Medak

    Già solo per il fatto che vuole la moschea il mio voto se lo può scordare.Per non parlare del fatto che trattasi del solito millionaire radical chic .

    1. Scritto da Ma per piacere!

      Ma quando mai ha detto che vuole la moschea? E poi la solita storia dei radical chic, che novità. E i “camicia verde extra chic” mai visti? Quelli con la villa sui colli e la super scorta pagata anche da te, quegli altri con i diamanti, quello con le mutandine verdi comprate nei negozi chic, quelli con la laurea comprata in Albania per sembrare più chic.

      1. Scritto da Antonio Rota

        Ha non vuole la Moschea, all’ora il mio voto non lo becca più. Se lo sapevo prima neanche andavo alle primarie.

  15. Scritto da chilometri

    Col suv…

    1. Scritto da Ric

      Informati: ha una 500!

      1. Scritto da chilometri

        E il suv parcheggiato in divieto sotto casa sua, come documentato da Repubblica, di chi era? Di mio nonno?

      2. Scritto da il polemico

        e di chi era il suv parcheggiato in divieto di sosta?della moglie?preso a noleggio?’oppure ha diverse auto?

      3. Scritto da Carlo

        La 500 ce l’ha uno dei suoi collaboratori domestici, lui ha un’ Audi Q7, decisamente ingombrante, soprattutto quando la trovi in divieto di sosta in Città Alta. Informati.

        1. Scritto da Leonardo

          Di collaboratori domestici ne ha solo una che tra l’altro è una tata… Ok che sta bene con i soldi ma non esagerate, di sicuro non è un esoso che lo da a mostrare, e se li è guadagnati tutti pian piano facendo carriera, bergamaschi gori deve essere un esempio, non siate gelosi di chi riesce nella vita, se no la nostra città rimarrà sempre chiusa e provinciale!

          1. Scritto da da vinci

            Usti, anche Berlusconi ha fatto così. Vuoi vedere che al prossimo congresso ce lo troviamo segretario e candidato alla presidenza del consiglio per il PD???? Suvvia italiani, non siate invidiosi di chi si è guadagnato tutti i soldi che ha. E non esagerate sempre a considerarlo un pregiudicato….se no resterà sempre un’Italia chiusa e provinciale

  16. Scritto da Martina

    Consumato le suole!!! Ma va la!

  17. Scritto da Gio

    sarà anche vero, ma io nel mio quartiere non l’ho proprio visto! …vero che ha dichiarato d’avere una marcia in più, probabilmente ha anche il turbo! … mah!

  18. Scritto da stefania

    Giorgio, le bugie fanno venire le gambe corte.

  19. Scritto da lavoratore

    Cosa significa possiamo a sinistra andare anche più in la? E come pensa di contendere il centro andando più in là a sinistra.
    Caro Gori devi scegliere o la botte piena e la moglie ubriaca.
    Come uomo di sinistra spero che riconsideri le cose positive fatte da Bruni che aveva avuto il coraggio di andare a sinistra un po più in là, eli aveva trovato interlocutori un pò più credibili degli attuali alleati di sinistra della coalizione.:

  20. Scritto da NC

    Grande lavoro, ora avanti tutta per svegliare Bergamo dall’immobilismo targato Tentorio.

    1. Scritto da Berghem

      Le stesse frasi di 10 anni fa. “Bisogna votare Bruni per dare una scossa a Bergamo”. Infatti poi abbiamo visto come è andata a finire. Il muro di via autostrada e niente più.

      1. Scritto da ma và...

        non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere, peggior sordo di chi non vuol sentire…

        1. Scritto da ru

          io ho occhi e orecchie, e le uso. E dò ragione al signore qui sopra. Sinistra? ma di cosa? Sinistra al caviale. Per chi crede davvero a certi valori Gori è solo una tristezza infinita. A essere buoni.

          1. Scritto da Stefano

            Ma a Bergamo, dove mi pare il PCI non abbia mai governato, cosa ne sapete della sinistra? Quale modello ideologico avete in mente? Lo sapete che il PCI è sparito? Potete parlare di idee e proposte invece che sparlare delle persone?