Quantcast
A rischio 9 lavoratori: nuovo sciopero alla Itema di Colzate - BergamoNews
La mobilitazione

A rischio 9 lavoratori: nuovo sciopero alla Itema di Colzate

Dopo l'adesione pressochè totale allo sciopero di venerdì 21, si torna a scioperare nello stabilimento Itema di Colzate: mercoledì 26 febbraio braccia incrociate per 8 ore contro l'esternalizzazione del magazzino che mette a rischio 9 lavoratori.

Dopo l’adesione pressoché totale dei lavoratori allo sciopero di venerdì scorso, nello stabilimento metalmeccanico Itema di Colzate la mobilitazione non si ferma: contro l’esternalizzazione del magazzino è stata proclamata per mercoledì 26 febbraio una nuova astensione dal lavoro. Braccia incrociate, dunque, per otto ore (questa volta anche nello stabilimento di Vilminore) con un presidio davanti al ponte di ingresso dell’azienda di Colzate a partire dalle 6 del mattino. La protesta prevede anche il blocco di tutte le attività di lavoro straordinario.

L’operazione di esternalizzazione, su cui da mesi si rincorrono diverse voci e che dovrebbe avvenire entro il 1° marzo, era stata comunicata ufficialmente ai sindacati mercoledì 19 febbraio. A rischio ci sarebbero i posti di 9 lavoratori. Già la scorsa settimana le Rappresentanze sindacali di FIOM-CGIL, FIM-CISL e UILM-UIL, unitariamente, avevano indetto una prima azione di protesta. Per l’11 marzo è fissato un nuovo incontro con l’azienda.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it