BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il nuovo governo alla prova della fiducia, si inizia dal Senato

Il governo Renzi alla prova della fiducia. Si parte dal Senato. Il neo premier dalle 14 terrà il discorso programmatico a cui seguirà il dibattito dei parlamentari. Le dichiarazioni di voto sono previste alle 20, alle dieci la prima chiama per il voto di fiducia. Martedì è la volta della Camera. Il Senato sarà dunque il primo ramo del parlamento al quale l'esecutivo chiuderà la fiducia.

Più informazioni su

Il governo Renzi alla prova della fiducia. Si parte dal Senato. Il neo premier dalle 14 terrà il discorso programmatico a cui seguirà il dibattito dei parlamentari. Le dichiarazioni di voto sono previste alle 20, alle dieci la prima chiama per il voto di fiducia. Martedì è la volta della Camera. Il Senato sarà dunque il primo ramo del parlamento al quale l’esecutivo chiuderà la fiducia. Viene così rispettata la regola cosiddetta della "culla": l’Esecutivo deve nascere in una camera diversa da quella in cui ha preso il via il governo precedente, quello Letta. Stando alle dichiarazioni della vigilia, il governo Renzi non dovrebbe avere problemi a palazzo Madama. Le incertezze legate ai civatiani si sono dissolte durante l’assemblea organizzata domenica a Bologna. Pippo Civati alla fine voterà a favore. I popolari dell’Italia decideranno oggi, in una riunione dei gruppi parlamentari prima del discorso programmatico del premier in aula, quale linea seguire. Anche in questo caso non dovrebbero esserci colpi di scena. Mario Mauro, ex ministro della Difesa, rimasto fuori da questo esecutivo, ha spiegato che voteranno sì «per rispetto all’appello di Napolitano a dare tutti una mano per aiutare l’Italia e venire fuori dal guado».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.