BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I cinesi si prendono Krizia Mariuccia Mandelli cede la sua creazione fotogallery

I cinesi si prendono anche Krizia: l'azienda fondata 60 anni fa dalla bergamasca Mariuccia Mandelli ha annunciato di aver trovato l'accordo con la Shenzhen Marisfrolg Fashion, impresa leader nel mercato asiatico del pret-à-porter di fascia alta.

Più informazioni su

I cinesi si prendono anche Krizia: l’azienda fondata 60 anni fa dalla bergamasca Mariuccia Mandelli ha annunciato di aver trovato l‘accordo con la Shenzhen Marisfrolg Fashion, impresa leader nel mercato asiatico del pret-à-porter di fascia alta, per la cessione della proprietà della Divisione Moda. L’accordo, del quale per ora non sono state rese note le basi finanziarie, verrà però formalizzato entro il prossimo aprile.

La Shenzhen Marisfrolg Fashion è nata nel 1993 per volere dell’imprenditrice Zhu ChongYun che ha creato un vero e proprio impero finanziario: tra le 100 più importanti società di moda cinesi, è l’azienda con la più alta quota di mercato nella categoria pret-à-porter e nel 2013 ha registrato un giro d’affari di oltre 419 milioni di dollari, operando con più di 400 punti vendita nei migliori malls e grandi magazzini di Cina, Korea, Singapore e Macau.

Una volta completata la transazione sarà Zhu ChongYun ad assumere la direzione creativa di Krizia, debuttando con la prima collezione a febbraio 2015, in occasione di Milano Moda Donna. Nei prossimi 5 anni la società prevede di aprire nuovi negozi a insegna Krizia a Pechino, Shanghai, Guangzhou, Shenzhen e Chengdu e di riaprire gradualmente i punti vendita nelle più importanti città europee, giapponesi e statunitensi. Le sede del marchio, però, dovrebbe rimanere in Italia.

“Siamo felici di aver incontrato Mrs. Zhu, con cui mi sono trovata subito in perfetta sintonia – ha commentato Mariuccia Mandelli in una nota apparsa sul sito di Krizia – Penso che abbia la forza e il talento per continuare al meglio il nostro lavoro e portare Krizia a raggiungere nuovi successi nel mondo”.

“Sono una grande ammiratrice del lavoro di Mariuccia Mandelli – ha aggiunto Zhu Chongyun – e davvero orgogliosa di prenderne l’eredità. Voglio dare continuità allo stile di Krizia, con collezioni tutte made in Italy. Sono decisa a rafforzare il mito di Krizia nel mondo, seguendone lo stile e ripetendone i grandi successi”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Patrick

    Italia incapace di fare sistema: abbiamo perso l’alimentare, il lusso e pezzo dopo pezzo perderemo anche la moda. Non c’è bisogno di grandi esperti per capire che se non abbiamo una classe dirigente che obbliga banche e imprenditori a fare sistema e sviluppa politiche fiscali che premiano la concentrazione per poter competere sui mercati internazionali resteremo senza industria, senza lavoro e senza futuro. Una gran bella prospettiva.

  2. Scritto da NN

    Non mi stupisce,i nostri impresari,imprenditori pensano solo ai soldi,l’amor proprio per le loro imprese non esiste.
    Solo il Dio denaro alberga in loro,niente altro che quello! Il nostro destino come Italia é gia segnato…

    1. Scritto da Facci

      Visto che a lei non interessa il denaro, avanti, facci impresa, c’è bisogno di posti di lavoro. Ovviamente, il profitto che senza dubbio ricaverà andrà ai bisognosi. Ne servirebbero come lei a questa Italia senza etica!

  3. Scritto da Mark

    avanti così…povera Italia