BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fondo Valseriana e Scalve Dal Creberg 5 milioni per associati PromoSerio

Nasce il Fondo Valseriana e Scalve: grazie al Credito Bergamasco disponibili 5 milioni di euro che saranno destinati al supporto finanziario di imprese e operatori associati a PromoSerio.

Più informazioni su

Sostenere il territorio e premiare chi è in grado di fare rete. Sono questi i due principi cardine dell’accordo tra PromoSerio, agenzia di sviluppo delle Orobie Orientali, e Credito Bergamasco (Gruppo Banco Popolare), main partner dell’Associazione.

In virtù del protocollo, sottoscritto il 18 febbraio scorso e operativo dal prossimo marzo, l’istituto bancario ha deciso di costituire un Plafond di 5 milioni di euro, con scadenza gennaio 2015, da destinare al sostegno di progetti e iniziative imprenditoriali nella forma del credito di firma e cassa, del finanziamento o del credito commerciale Italia/estero.

Potenziali beneficiari sono tutti gli associati a PromoSerio appartenenti al settore Turismo e Industry che decidano di investire sul proprio territorio. Questi potranno rivolgersi a PromoSerio per ottenere informazioni specifiche e accedere alla modulistica. Le richieste di intervento, riservate a PMI e MID Corporate (aziende fino a 250 milioni di euro di fatturato) non potranno superare i 150.000 euro per singola operazione ed il Credito Bergamasco, che ha da poco rinnovato la propria partnership con l’Agenzia seriana di promozione pubblico-privata, riserverà alle richieste inoltrate “la migliore attenzione per una sollecita definizione dei finanziamenti a condizioni agevolate”.

La prestigiosa banca, già sostenitrice del progetto di valorizzazione turistica della Valseriana e Val di Scalve marchiato PromoSerio, potenzia dunque il proprio impegno in favore di quei soggetti economici che accolgono la logica di rete proposta dall’Associazione di Nossa .

“Siamo davvero grati a Creberg – sottolinea il Presidente di PromoSerio Guido Fratta – per la grandissima attenzione che sta riservando al territorio ed alla nostra Agenzia. Il mio auspicio è che il Fondo possa costituire un efficace strumento in favore di chi, facendo impresa in valle nonostante la crisi e le difficoltà, dimostra di avere la nostra terra nel cuore”.

Una vicinanza ribadita anche dalla Banca: “L’accordo siglato con PromoSerio – dichiara il Direttore Territoriale del Credito Bergamasco, Cristiano Carrus testimonia come il Credito Bergamasco continui a mettersi al servizio dell’economia e delle realtà produttive del territorio servito, manifestando estrema vicinanza al mondo delle PMI e del Mid Corporate, vero tessuto connettivo dell’economia locale e ‘core business’ della Banca, con l’obiettivo di fornire gli strumenti più efficaci per affrontare con successo le sfide presentate dal difficile quadro congiunturale e per contribuire a dar vigore ai primi assai timidi segnali di risveglio della nostra economia”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Progetto Nevj

    Nell’operazione non c’è solo il Turismo, ma anche Industry ( Industria) e tutto ciò che c’è ….

    1. Scritto da Piero

      Gli amministratori pubblici sono quelli che hanno rovinato il paese, depredando i cittadini e consegnandoci un’Italia così….. Con i nostri figli che magari non troveranno lavoro e che SICURAMENTE NON AVRANNO LA PENSIONE. Cosa ce ne facciamo dei fondi che magna magna intascheranno i soliti? Non è il cesto di pesce oggi che ci salverà, è la possibilità di pescare domani senza squali pubblici attorno……

  2. Scritto da Piero

    Da queste notizie parrebbe che tutti i lavoratori di queste valli siano occupati nel turismo e nell’indotto legato al turismo…. Questo la dice lunga su quanto capiscono e come interpretano le esigenze della gente e gli amministratori pubblici! Fanno una ciclabile e poi se scordano la manutenzione (tanto per dirne una).

  3. Scritto da NN

    Bene bene,vi raccomando ricordatevi di dare qualcosina anche alla STL di Lizzola Valbondione.
    Ne hanno un enorme bisogno poverini…