BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rapporti tra imprese e istituzioni bancarie Commercialisti a confronto

L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo, mercoledì 26 febbraio dalle 15 alle 18 in via Rotonda dei Mille 1, si confronterà sulle relazioni che intercorrono tra imprese e istituzioni bancarie.

Più informazioni su

L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bergamo, mercoledì 26 febbraio dalle 15 alle 18 in via Rotonda dei Mille 1, si confronterà sulle relazioni che intercorrono tra imprese e istituzioni bancarie. Durante il convegno, l’avvocato Massimiliano Desalvi e l’avvocato Cristina Schiatti, entrambi dello Studio Associato Interconsulting di Milano, forniranno le istruzioni tecniche necessarie per comprendere e imparare a gestire al meglio i contratti bancari.

“In tempi in cui l’accesso al credito bancario è molto difficile, è importante cercare momenti di riflessione che aiutino l’imprenditore a rapportarsi con gli istituti di credito conscio delle proprie richieste, ma anche delle proprie possibilità” – spiega Maria Rachele Vigani, segretario dell’Ordine dei Dottori Commercialisti. Capitalizzazione trimestrale, usura, indeterminatezza e recesso anticipato dal rapporto di apertura di credito sono i temi di grande interesse e attualità che verranno trattati durante il convegno anche attraverso la presentazione di specifiche casistiche.

“Mai come in questo periodo, fenomeni come quelli dell’usura o del recesso anticipato sono all’ordine del giorno. E’ fondamentale, dunque, che soprattutto i piccoli e medi imprenditori, solitamente i più colpiti da queste situazioni, abbiano ben presenti quali sono i loro diritti”. continua l’avvocato Schiatti.

“Il problema di una corretta gestione del rapporto tra banche e imprese in Italia è sempre esistito. Ancora di più oggi, anche in conseguenza dalla crisi e del verificarsi, sempre più spesso, di situazioni nelle quali gli imprenditori si trovano a dover far fronte a richieste che arrivano dagli istituti di credito, si avverte l’esigenza di trasparenza, fiducia e consapevolezza da ambo le parti” – conclude l’avvocato Desalvi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.