BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il ministro Martina: “L’agroalimentare può trascinare la ripresa”

Il neo ministro Maurizio Martina, 35enne bergamasco, già sottosegretario alle Politiche Agricole con delega all'Expo, evidenzia come il settore agricolo rappresenti i 17% del Pil italiano e come possa trascinare la ripresa.

Confuso, frastornato, sorpreso. Maurizio Martina, 35 anni di Calcinate, deputato del Pd e già segretario del Partito democratico in Lombardia, già sottosegretario alle Politiche agricole ammette: "Non me lo aspettavo".

Il premier Matteo Renzi lo ha voluto nella sua squadra di governo e lo ha nominato Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. "Sono sorpreso, aspettate, devo chiamare mia moglie" afferma come a voler sfuggire da un mondo che gli è piombato addosso. 

Trentacinque anni, sposato, padre di due figli. Un diploma in agraria, una laurea in scienze politiche e tanta politica dentro il Partito Democratico, dove ha ricoperto la carica di segretario del Pd in Lombardia.

Bersaniano ora si trova in squadra con Renzi. Che effetto le fa?

"Devo molto a Pierluigi Bersani e ad Enrico Letta, con loro sono cresciuto molto e a loro sono molto grato. Ringrazio Renzi che mi ha dato fiducia e mi ha assegnato questo ministero". 

Un ministero quello delle Politiche Agricole che è stato abrogato con un referendum? Che effetto le fa?

"In molti Paesi questo ministero pesa molto nel ruolo del governo, penso per esempio alla Francia. Credo che l’Italia necessiti di un ministero che si dedichi e si concentri su un settore che rappresenta il 17% del Pil nazionale e che è il secondo dopo il manifatturiero. La ripresa economica del Paese può passare anche dall’agrialimentare, sono convinto che questo settore legato anche al settore ricettivo può trascinare la ripresa".

Il governo Renzi conta otto donne e otto uomini ed è chiamato a guidare il Paese in una fase delicatissima. Pensa che riuscirà a non deludere le attese?

"Sono convinto che si possa fare un buon lavoro. Ma occorre fare delle scelte, delle Riforme che il Paese attende da molto e per farle bene occorre il tempo".

Renzi dice che è il vostro è un "governo di svolta". Come commenta? 

"Dico solo che mi impegnerò al massimo, credo molto nel lavoro di squadra e Renzi è molto bravo a coinvolgere ed ha un sacco di energie". 

Il cellulare suona per l’ennesima volta, dal Quirinale chiedono informazioni: "No, nessuna auto, verrò a piedi". Il neo ministro Martina salirà sabato 22 febbraio il colle del Quirinale a piedi e giurerà davanti al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da CORRADO

    Un ARRIVISTA cattocomunista baciapiedi dei potenti ma forgiato dal collettivo studentesco.. Uno che non ha mai lavorato (per davvero) in vita sua e che nel suo piccolo paesino rurale non conosce nessuno..
    E aggiungo pure, come già letto, ex pupillo di Penati, che è stato prontamente abbandonato da tutto il partito una volta colto con le mani nel sacco.

    1. Scritto da Leopard

      Hai dimenticato di dire che mangia i bambini e che quando va in bagno non tira l’acqua.

      1. Scritto da davide

        ma magari, questo non farebbe paura manco al mio gatto! certo che se Martina è uno di sinistra, allora potremmo dire che Berlusconi è un cattolico praticante…

  2. Scritto da Deputato?

    Sicuri?

  3. Scritto da Giorgia

    Insignificante, Arido avrà anche competenze e sarà anche bravo, ma per favore un minimo di dinamicità ed intraprendenza, solarità, e coraggio, a me fa addormentare, però ovvio, se svolgerà un ottimo lavoro, sarò ben lieta di ricredermi.

    1. Scritto da Peppo

      Oddio ! Lo volevi sposare ? “Sarà anche bravo” l’è asè.

  4. Scritto da lotty

    Era il pupillo di penati…

    1. Scritto da Promemoria

      Martina chi ?
      (per la prossima ti consiglio “era il braccio destro di Belzebù”)

      1. Scritto da lotty

        Forse non ha capito il commento. Almeno fosse il braccio destro di belzebù, i diavoli mi sono simpatici!

  5. Scritto da chi??

    bersaniano , lettaniano , renziano ,cavolo che bandiera questo nuovo ministro, ma il messia, il salvatore il nuovo renzi non doveva cambiare le cose e allora questo ministero che gli italiani non hanno voluto? solita solfa!!!!

    1. Scritto da wiw

      pienamente d’accordo.Una gabbana non l’ha mai cambiata, quella di Comunione e Liberazione….evidentemente FUNZIONA….=(

    2. Scritto da Lèlù

      Guarda che è lo stesso ministero sempre riempito e gestito dai tuoi amici di pdl e lega. Uguale.

  6. Scritto da monterosso...

    ma su dai lasciamo che inizi a “lavorare” sto MARTINA, poi lo giudicheremo, piuttosto vi va bene 3 mesi di governo x vedere quanto ci sa fare !!! x me……. nulla di nulla. quindi caro Martina, datti da fare altrimenti ti tiriamo fuori il cartellino rosso, e sei espulso, come dice il menestrello di Firenze….

  7. Scritto da auguri

    governo dato dall europa per racimolare consensi e tasse ..
    niente di nuoco anzi proseguimento nell ladrocinio
    occorre un kiev anche in italia e farli scappare tutti!!

  8. Scritto da mario59

    L’ho visto alcuni anni fa durante la campagna elettorale, anche lui andava in giro a far visita ai vari presidi d’occupazione, di aziende che stavano chiudendo…e alla fine nemmeno Martina ha risolto i problemi di chi ha perso il lavoro..probabilmente ha risolto un po’ i suoi, racimolando un po’ di consenso elettorale tra gli illusi che speravano potesse fare qualcosa per loro.
    Se questo governo non farà vedere, o meglio toccare con mano qualcosa di buono agli Italiani, la vedo male!

  9. Scritto da Luigi

    Non so se sia il ministero di Martina quello preposto, ma qualsiasi ministro di buon senso, dovrebbe eliminare lo scandalo dei 25.000 forestali in Sicilia e delle comunità montane al livello del mare. Così vediamo se è un ministro coraggioso e ragionevole. Se non affronta e risolve queste cose vergognose che gridano vendetta al cospetto del buon senso e degli onesti, cambi pure mestiere.

    1. Scritto da Ugo

      Dipendono dalla regione sicilia , Crocetta gli sta abbassando lo stipendio del 30 % e loro preparano scioperi ……. notizia di questi giorni

      1. Scritto da Luigi

        Capisce che già così non ci siamo? 30% in meno di stipendio è come avere comunque 16.000 forestali in Sicilia. Una cifra inammissibile e che non può essere accettata, da un governo che deve risollevare l’Italia e cambiare marcia rispetto al passato. Ci vuole ben altro coraggio. Non importa se dipendono dalla regione Sicilia, sempre dipendenti pubblici sono….. Bisogna avere il coraggio di tagliare sprechi e privilegi!

        1. Scritto da Ugo

          L’italia è uno stato di diritto (per fortuna) , per cambiare i rapporti con l3 regioni serve la modifica del titolo V (modifica costituzionale ) e per quelle a statuto speciale ci vuole anche altro . Anch’io spero lo facciano , ma fintanto che non fanno questi interventi non c’è niente da fare .

  10. Scritto da esperienza0

    allora bene bergamo ha un ministro! sicuramente non puo’ far peggio della de girolamo pero’ mi chiedo ma che cavolo di cambiamento fa Renzi se comunque nei ministeri finisce gente che non ha nessuna cognizione di causa del settore che va a “guidare”?!? Cioe’ mettiamo la gente “a caso” e poi pretendiamo che i relativi settori funzionino? Ma una azienda che deve assumere un commerciale estero secondo voi assume un odontotecnico o una estetista?!? A maggior ragione se si parla di “ministri” o no?!?

    1. Scritto da Jimmy

      Allora questo dovrebbe piacerti , diploma in agraria e laurea in scienze politiche , responsabile nazionale agricoltura da qualche anno all’interno del PD, sottosegretario per il governo Letta alle politiche agricole con delega all’expo (incentrato su tematiche agricolo-alimentari) ed ora ministro dell’agricoltura .

      1. Scritto da abeh

        wow diploma in agraria.. poi per il resto mi sembra che abbia fatto il politico di professione sin dall’inizio quindi dubito possa aver cognizione di causa anche se ha fatto qualche mese con letta come sottosegretario alle p.a.. Per far meglio della de girolamo ci vuole poco, ma se mettessero un contadino in pensione senza diplomi o lauree farebbe dieci volte meglio di sto’ martina?!? Perche’ a sto punto col mio diploma di ragioneria potrei puntare al ministero del tesoro!

        1. Scritto da Analyst

          Volevi 20 anni di esperienza nella ricerca al microscopio sulle malattie parassitarie dei semi di zucca ? Scommetto che avresti detto che mancava di esperienza politica …….

        2. Scritto da Mavalà !

          Quando vincerai le elezioni tu ci metterai un contadino, cuntent ? Da anni si occupa di tematiche agricole . Quanto al tuo ragionamento in generale, anche Obama , Cameron, Merkel e Holland ecc ecc sono “politici” che han sempre fatto i “politici”, hai qualche problema ? C’è un famoso politico che ha fatto anche altri mestieri facendo una barca di soldi : è quello che ha portato la nazione sull’orlo del fallimento. Hai presente ?

  11. Scritto da Giuseppe

    Se questo si vorra’ confrontare con ex ministro Zaia ne dovra’ fare parecchi di kilometri. Ahahahahah!!!!!!!

    1. Scritto da Eeehh ?

      Zaia cosa ha fatto ? Oltre ai km , che immagino a piedi visti i risultati.

  12. Scritto da Piero

    “L’agroalimentare può trascinare la ripresa”! Giusto, ma due considerazioni: 1) non lavoriamo tutti nell’agroalimentare; 2) anche volendo reinventarsi lavoratori dell’agroalimentare (perché licenziati da una metalmeccanica, es.), non ti prendono perché sei senza esperienza nel settore. Si mettano d’accordo: o vogliono “aiutare” chi è senza occupazione e la ripresa, o vogliono aiutare soltanto sé stessi! E non sarà a colpi di decreti che si può cambiare l’economia italiana….

    1. Scritto da Bah !?

      Non lo hanno eletto presidente del consiglio ma ministro dell’agricoltura . Ti è sfuggito ?

      1. Scritto da boh?

        di un ministero che non dovrebbe esistere più se non sbaglio

        1. Scritto da Jeff

          Ma che non può non esistere e che negli anni ha sempre avuto ministri di soprattutto di pdl e lega , hai presente ?

  13. Scritto da sv

    Sarà, ma resto perplesso… poiché questi non sono stati eletti da nessuno!!!

    1. Scritto da Giovanni

      I governi non vengono eletti da nessuno. Si eleggono i parlamentari. Dateci un taglio con queste cretinate, uscite da quel blog.

      1. Scritto da mario59

        Esatto Giovanni, finchè avranno la possibilità di mettersi d’accordo a spartire la torta e a fare i vari inciuci, una volta racimolata la maggioranza e avuto l’incarico dal capo dello Stato..potranno formare ogni genere di governo…mettendo in secondo ma anche in terzo piano la volontà dei cittadini che hanno votato, anche questo è uno dei motivi per il quale molti non vanno più a votare…tanto che vinca uno o l’altro, alla fine fanno ancora quello che gli pare.

        1. Scritto da Aldo

          Mario , se non ti piace la Costituzione puoi sempre chiedere di cambiarla. Per adesso è così. Per altro ti ricordo che hai votato meno di un anno fa , che con questo sistema elettorale se avessi votato di nuovo 6 mesi fa avresti avuto la stessa situazione e se votassi oggi pure . Difficile sopprimere fisicamente quel terzo che vota Berlu o quello che vota grillo o quello che vota pd. Soprattutto difficile far cambiare idea a grillo che non si allea con nessuno. Non ti pare ?

      2. Scritto da sv

        Quale blog? Renzi chi l’ha eletto?. Evidentemente a te stanno bene perché hanno il tuo medesimo atteggiamento. Saccente !!!

        1. Scritto da Guido

          Ripassati la Costituzione. Poi ci risentiamo . Se ti presenti senza nemmeno sapere l’abc di cosa parliamo ?

          1. Scritto da sb

            Evidentemente la costituzione non l’ha conoscono in molti, visto che l’ultima legge elettorale non è costituzionale… I cittadini giudicano in base a quello che vivono sulla propria pelle. Siamo stanchi di questi giochi di potere…

          2. Scritto da Enzo

            Il presidente del consiglio a norma di Costituzione lo può fare un qualunque cittadino , che c’entra con la legge elettorale fatta da calderoli e berlusconi ?

        2. Scritto da enrico

          concordo con sv

          1. Scritto da roberta

            Grillo chi l’ha eletto?

          2. Scritto da pino

            Nessuno perché non si è candidato!!!

          3. Scritto da Alà Balù

            Ah sì ? E chi sarebbe il pretendente presidente del consiglio del M5S ? Quello dei microchip ?

          4. Scritto da Giovanni

            Grande Roby! Agli altri chiedo di indicarmi in quali paesi si va a votare un governo (un tot di persone con un incarico specifico), se mi rispondete una repubblica delle banane allora quello è il vostro posto.

  14. Scritto da Daniel

    Renzi ha giocato sui cromosomi (maschi contro femmine: pari) e sui dati anagrafici… Un po’ cabarettistico come metodo per individuare cariche che dovrebbero risollevare l’Italia.

  15. Scritto da DREGERS

    non c’è niente da fare… Martina proprio non mi piace.

    1. Scritto da lotty

      Sono con te

      1. Scritto da Te Possino.....

        Martina chi ?

    2. Scritto da Dany

      Solo di pelle…l’ho incontrato una sola volta. Ma neanache a me.