BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Elezioni provinciali, la Regione ricorre contro cancellazione di Bergamo

“Per eliminare le Province serve una modifica costituzionale, quindi noi abbiamo deciso di ricorrere”. Il presidente della Lombardia Robertop Maroni ha annunciato il ricorso alla Corte costituzionale contro la legge di stabilità 2014. “Abbiamo deciso, analogamente a quanto fatto ieri dalla Regione Veneto, di presentare un ricorso alla Corte costituzionale contro la Legge di stabilità 2014, nella parte in cui prevede che le Province che vanno al voto quest'anno non vadano al rinnovo con la rielezione dei presidenti ma ci sia il commissariamento".

Più informazioni su

“Per eliminare le Province serve una modifica costituzionale, quindi noi abbiamo deciso di ricorrere”. Il presidente della Lombardia Robertop Maroni ha annunciato il ricorso alla Corte costituzionale contro la legge di stabilità 2014. “Abbiamo deciso, analogamente a quanto fatto ieri dalla Regione Veneto, di presentare un ricorso alla Corte costituzionale contro la Legge di stabilità 2014, nella parte in cui prevede che le Province che vanno al voto quest’anno non vadano al rinnovo con la rielezione dei presidenti ma ci sia il commissariamento".

PROVINCE ELIMINABILI SOLO CON MODIFICA COSTITUZIONALE – "Riteniamo – ha fatto notare il presidente – che questa norma sia incostituzionale, per questo abbiamo deciso di sollevare il conflitto di attribuzione presso la Corte costituzionale. Non si tratta di una posizione ostile al cambiamento, ma di una posizione ostile verso un provvedimento pasticciato e incostituzionale, che crea più problemi di quanti ne vuole risolvere. Le Province sono previste dalla Costituzione. Si vogliono abolire? Allora si deve fare con una modifica della Costituzione, non con una norma che mantiene le Province con pieni poteri, ma conferisce a una persona nominata dal Ministero dell’Interno questi poteri che invece devono essere dati attraverso le elezioni, perché così si torna indietro di 40 anni".

SERVE REVISIONE TITOLO V – "Noi – ha continuato Maroni – siamo favorevoli a un’evoluzione nel sistema istituzionale: le Regioni devono avere le competenze certe e le risorse certe, attraverso una riforma del Titolo V, e devono poter organizzare il governo del territorio come meglio credono e a proprie spese. Sulle aree vaste deve poter decidere la Regione, che così si può organizzare un proprio governo del territorio, che sia realmente rappresentativo delle sue esigenze. E io, per la Lombardia, voglio essere il regista del disegno di legge istituzionale che decide del mio territorio. Per questo martedì interverrò nella seduta straordinaria del Consiglio regionale dedicata alle riforma costituzionale e lì riferirò questa posizione della Giunta".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Certo

    Infatti , bisogna eliminare anche il Molise

  2. Scritto da MOLISE

    Il Molise ha 300.000 abitanti, un consiglio regionale, due province e una marea di comuni. Bergamo ha 1.000.000 di abitanti. C’è qualcosa che non torna…..