BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gruppo Magnetti avviato il progetto di rilancio

Il progetto di rilancio, come previsto dal piano industriale e finanziario, si fonda sull'adeguamento delle attività aziendali tenendo conto della situazione di forte crisi nel settore delle costruzioni, razionalizzando la struttura produttiva e sfruttando le sinergie derivanti dagli interventi di riorganizzazione e beneficia di un significativo supporto finanziario da parte dei soci.

Il Gruppo Magnetti ha avviato il progetto di rilancio. Con la presentazione delle istanze per l’omologa degli accordi di ristrutturazione dei debiti presso il competente Tribunale di Bergamo, il Gruppo Magnetti ha completato l’iter previsto ai sensi dell’articolo 182-bis R.D. 267/1942, avviato a fine giugno 2013. Questo è stato infatti l’obiettivo da sempre perseguito dalle Società per poter giungere alla conclusione del percorso di ristrutturazione in bonis senza utilizzare lo strumento concordatario che avrebbe comportato sacrifici più pesanti per la struttura aziendale e i creditori.

Nei giorni scorsi, infatti, sono stati firmati gli accordi di ristrutturazione del debito con tutte le banche finanziatrici, mentre in precedenza erano stati formalizzati quelli con i fornitori, che hanno aderito in grande numero alle proposte loro presentate, dimostrando una riconfermata fiducia nel Gruppo Magnetti.

Il progetto di rilancio, come previsto dal piano industriale e finanziario asseverato da un professionista indipendente, si fonda sull’adeguamento delle attività aziendali tenendo conto della situazione di forte crisi nel settore delle costruzioni, razionalizzando la struttura produttiva e sfruttando le sinergie derivanti dagli interventi di riorganizzazione, e beneficia altresì di un significativo supporto finanziario da parte dei soci.

Le relative attività di implementazione del piano già in corso registreranno a partire da oggi una ulteriore spinta, mentre l’attività aziendale nelle aree produttiva, di cantiere e commerciale proseguirà in continuità mantenendo inalterate le riconosciute competenze tecnico-esecutive.

Con la finalizzazione degli accordi di ristrutturazione del debito, una volta ottenuta l’omologa da parte del Tribunale, Magnetti Building e le sue controllate potranno operare in bonis, realizzando gli importanti presupposti per salvaguardare la propria presenza sui mercati di riferimento e favorire la continuità operativa secondo le usuali modalità di affidabilità e di servizio al cliente che hanno contribuito a farne uno dei leader italiani del settore della prefabbricazione e dei manufatti in cemento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mauri

    La dichiarazione di arrivare ad avere ricavi per 55/60 milioni di euro è molto ambizioso perché parliamo di ricavi cioè vuol dire che di fatturato devi fare ancora un 30% in più…..comunque lasciate alla concorrenza almeno 10 milioni di ero per quest anno…….Auguri!!!

  2. Scritto da FELICE

    evviva si rilancia
    tagliando il 40% del personale!

    1. Scritto da Andy baumwolle

      E dei debiti…..

      1. Scritto da Mauri

        Ambizioso il programma dei ricavi per 55/60 milioni per i debiti devono cercare di vendere gli immobili e brutalmente ristrutturare il personale non ci sono assolutamente alternative visto la congiuntura economica che non molla….

  3. Scritto da ste

    ola

  4. Scritto da MASSIMO

    ciao