BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fidanza: la destra riparte Al via le primarie di Fratelli d’Italia-An

Sabato 22 e domenica 23 febbraio in via XX settembre verrà allestito un gazebo in cui sarà possibile votare per scegliere i nuovi leader, il simbolo e le priorità del nuovo soggetto politico.

Più informazioni su

“La destra italiana riparte e lo fa con la nascita di una nuova formazione politica in cui confluiscono Fratelli d’Italia e Alleanza Nazionale, che costituisce una base dalla quale non si può prescindere per guardare alla destra del futuro”. Con queste parole, nel corso di una conferenza stampa tenuta giovedì 20 febbraio a Bergamo, l’europarlamentare Carlo Fidanza illustra il progetto che porterà alla nascita di un nuovo soggetto politico, Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale.

La prima tappa di questo percorso è rappresentata dalle primarie delle idee, che si svolgeranno sabato 22 e domenica 23 febbraio. Fidanza spiega: “Sulla scheda elettorale ci saranno tre spazi. Nel primo, sarà possibile votare per il candidato alla presidenza nazionale. In questo caso, vi è la candidatura unica di Giorgia Meloni in quanto, ad ora, non sono emersi altri competitor disponibili a ricoprire quel ruolo. Credo che la presenza del solo nome di Giorgia Meloni non sia un punto di debolezza ma, al contrario, sia un punto di forza: è una leader giovane che vuole guardare avanti. Votarla significa sostenere la sua proposta politica. Sotto al suo nome, poi, è possibile indicare il nome dei grandi elettori, che rappresenteranno il territorio al congresso nazionale, che si terrà l’8 e il 9 marzo a Fiuggi”.

Inoltre, si potrà scegliere il simbolo della nuova formazione politica. L’europarlamentare prosegue: “Nella parte centrale della scheda elettorale, sarà possibile scegliere il simbolo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale. Verranno proposti, in totale, 8 simboli e bisognerà apporre una croce sullo stemma preferito. In tutti c’è la scritta “Alleanza nazionale”, per indicare il richiamo a quella cultura politica. In alcuni, poi, viene raffiguarata la fiamma tricolore. Infine, nella terza e ultima parte ci sono dieci proposte che sottoponiamo all’attenzione della cittadinanza per appurarne la condivisione. Fanno riferimento a temi di stretta attualità, come il rimettere in discussione l’euro e l’attuale assetto dell’Unione Europea, la scelta di porre un blocco all’immigrazione in questo momento di crisi economica in cui il mondo del lavoro è segnato da serie difficoltà; e il presidenzialismo, storico cavallo di battaglia della destra, prendendo atto che in Italia, di fatto, ci troviamo già in una situazione di presidenzialismo non dichiarata. Da evidenziare, inoltre, l’ultimo punto, che ha un’importanza centrale per la costruzione dell’alleanza di centrodestra: chiedere conferma sul fatto che tutti i partiti e le formazioni che vogliono collocarsi a destra stiano all’interno di questo schieramento e non sostengano più governi con la sinistra. Il governo Letta è stato, di fatto, un Monti-bis, il governo Renzi sarà un Letta-bis: in questo momento Alfano sta sostenendo un governo di sinistra, in netta contraddizione con l’appartenenza a una coalizione di centrodestra. E anche Forza Italia lo aveva fatto inizialmente”. Per il seggio, a Bergamo verrà allestito un gazebo in via XX settembre dalle 10 alle 18 di sabato 22 e di domenica 23 settembre. In caso di maltempo, invece, ci si sposterà nella sede di via Locatelli, 7. Per votare le persone non iscritte dovranno versare un contributo di 2 euro, mentre per gli iscritti la partecipazione sarà gratuita. Da registrare una particolare apertura al mondo giovanile: infatti, potranno votare i ragazzi dai 16 anni in su.

A livello locale, invece, lo sguardo viene rivolto all’organizzazione del centrodestra in vista delle prossime elezioni amministrative a Bergamo. Il coordinatore provinciale Daniele Zucchinali afferma: “Da parte nostra, esprimiamo il nostro sostegno al sindaco Franco Tentorio e auspichiamo che si ricandidi. In occasione di un colloquio che abbiamo avuto con lui gli abbiamo ribadito il nostro apprezzamento per la sua persona e per il suo operato: la sua ricandidatura sarebbe l’ideale. Speriamo che gli altri alleati la smettano di fare melina e diano risposte chiare anche perchè, altrimenti, diverrebbe necessario intraprendere strade differenti. Va sottolineato, però, che l’incontro è stato positivo: da parte del sindaco c’è stato l’ascolto delle nostre istanze e da parte nostra la disponibilità a dargli tutto il nostro sostegno”.

Dello stesso avviso il coordinatore provinciale Giuliano Verdi, che evidenzia l’attenzione all’ambito amministrativo e locale da parte di Alleanza nazionale ieri e di Fratelli d’Italia oggi: “Fratelli d’Italia nasce come un partito di amministratori locali, cioè come una formazione costituita da persone che vogliono impegnarsi per il proprio territorio e per dare risposte concrete ai cittadini. Per questo, chi parteciperà alle primarie potrà segnalarci la propria eventuale disponibilità a prendere parte a un percorso amministrativo. Si tratta di un’opportunità di partecipazione per la cittadinanza e di un tentativo di coinvolgere nuove persone nella vita politica locale, superando le logiche di partito tradizionali”.

Tornando ad una sfera sovraccomunale, infine, Verdi sottolinea: “Tra le proposte che si possono trovare nelle primarie delle idee c’è anche la possibilità di rendere scaricabili tutte le spese fatturate per contrastare l’evasione fiscale. A tal proposito, ci chiediamo come mai la sinistra, che si è sempre definita come la paladina dei lavoratori, non abbia portato avanti questo tema. E poi la riapertura delle case chiuse, che sarebbe un modo per porre fine a uno spettacolo indecente cui si assiste, per esempio, la sera nella bassa bergamasca sulla strada Francesca. Al di là del decoro, rappresenta un fattore di rischio anche da un punto di vista sanitario".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ct

    questa mattina Rai3 dava Fratelli d’Italia quasi al 4%, davanti al Nuovocentrodestra di Alfano. La coerenza paga.

  2. Scritto da Mario

    Speriamo di vedere finalmente la Luce del Lavoro, di qualche soldo in tasca, di qualche speranza per Tanti poveri disoccupati, di SERIETA’ che in Questo Paese MANCA

  3. Scritto da MISSINO

    giorgia meloni è uno dei pochi personaggi della destra italiana che merita rispetto.
    speriamo in lei per il dopo berlusconi, sarebbe un’ottima alternativa a renzi!