BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Documenti falsi all’hotel Arrestato a Dalmine il mago delle truffe

E' stato tradito da una carta d'identità falsa che aveva lasciato alla reception di un hotel: arrestato mercoledì sera a Dalmine un 33enne residente a Verdello, sul quale pendono più di 50 denunce. Specailzzato negli acquisti di auto, l'uomo agiva secondo uno schema consolidato

E’ stato tradito da una carta d’identità falsa che aveva lasciato alla reception di un hotel. E’ stato arrestato mercoledì sera a Dalmine un uomo di 33 anni, nato a Milano ma residente a Verdello, sul quale pendono più di 50 denunce.

Tra le accuse minacce, atti persecutori, insolvenza fraudolenta. Ma soprattutto truffa, la sua specialità. Con uno schema ormai consolidato: l’uomo contattava privati intenzionati a vendere la propria auto, fissando l’appuntamento sempre al sabato mattina, per poi pagare con assegni scoperti e mostrando documenti falsi. In questo modo, quando la vittima recandosi in banca al lunedì mattina si rendeva conto della truffa subita, il malfattore aveva già fatto perdere le proprie tracce.

Una lunga serie di colpi con relative denunce, a cui l’uomo era sempre riuscito sottrarsi. Fino a mercoledì sera, quando la proprietaria di un hotel di Dalmine dove si era recato per alloggiare la notte, si è insospettita dalla sua carta d’identità e dal suo modo di fare.

La donna ha così chiamato i carabinieri che, guidati dal comandante Antonino Berardi, hanno indagato sul quel documento che risultava emesso dal Comune di Canale, in provincia di Cuneo, ma che in realtà era stato falsificato con una foto reale dell’uomo e un nome fasullo.

Gli agenti lo hanno così scovato mentre si stava recando a letto nella sua camera. A processo per direttissima, l’arresto è stato convalidato e il 33enne è in custodia cautelare in carcere a Bergamo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.