BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il filosofo Fusaro, atteso a Bergamo, litiga con Casapound su Marx

Il ricercatore dell’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, che sarà a Bergamo martedì 25 febbraio, venerdì 21 avrebbe dovuto partecipare a una conferenza su Karl Marx organizzata da Casapound a Roma. In questi giorni, però, è stato oggetto di insulti su Facebook e al telefono. Così, ha rifiutato di partecipare alla conferenza.

Atteso a Bergamo martedì 25 febbraio, per partecipare a un incontro sulla filosofia della prassi organizzato da Noesis all’auditorium del liceo scientifico “Mascheroni”, il filosofo Diego Fusaro in questi giorni è balzato agli onori della cronaca per aver rifiutato di partecipare a una conferenza di Casapound Roma su Karl Marx. La decisione del ricercatore dell’università Vita-Salute San Raffaele di Milano è arrivata dopo gli insulti cui è stato oggetto in questi giorni.

Prima insulti su Facebook e al telefono, con numeri anonimi e poi attacchi più articolati ma molto poco dialettici anche se, come ha precisato lo stesso Fusaro, ha ricevuto “anche attestati di solidarietà, perchè ci sono molte persone intelligenti sia a destra che a sinistra”.

L’associazione comunista Antiper, dove in passato il filosofo ha tenuto una conferenza, gli ha dedicato una lettera molto elaborata, che si concludeva con un avvertimento: “Gli errori che vengono corretti in tempo si possono ed anzi si devono perdonare; invece, perseverare nell’errore non sarebbe perdonabile e credi, quello che stai facendo è un grandissimo errore, un errore di cui, se sei in buona fede, sicuramente ti pentirai quando sarà troppo tardi; se invece non sei in buona fede, allora non fare nessuna autocritica, vai pure avanti. Di nemici, sulla strada della trasformazione rivoluzionaria del mondo ne abbiamo e ne avremo tanti. Uno in più è male, ovviamente, ma non è poi la fine del mondo”.

Fusaro, che fa parte anche dell’associazione Bottega Partigiana, è stato autore di diverse opere in cui si è occupato della rivalutazione del pensiero di Marx, nell’ottica della crisi del sistema capitalista moderno. Analizzando lo schema dialettico tipicamente hegeliano applicato alla critica marxiana della società ed attualizzando quei concetti, da tempo il ricercatore cerca di far emergere la contraddizione radicale del capitalismo, ovvero la concezione accelerante verso il futuro che non genera la possibilità di un’alternativa.

Il filosofo ha spiegato le motivazioni della rinuncia a partecipare alla conferenza di Casapound su Karl Marx con queste parole: “L’incontro è stato reso impraticabile dagli insulti e dalle minacce, ma soprattutto da un fraintendimento politico ormai troppo diffuso, per cui, se accetti il dialogo, di fatto aderisci alle idee dei tuoi interlocutori. Ma così si uccide Socrate. Un filosofo deve dialogare con tutti, anche con chi la pensa diversamente, per fargli cambiare idea, per criticare le sue idee”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Claudio

    Il patetico accuse indirizzato al prof. Fusaro dimostra platealmente che molti a “sinistra” sono inconsapevoli vittime del vero “fascismo”: quello che altera le coscienze e colonizza l’immaginario.
    Il fascismo di cui Fusaro avrebbe parlato a Casa Pound. Ancora una volta siamo di fronte ad esempio eclatante di egocentrismo, autoreferenzialità e autoindulgenza politica.

  2. Scritto da Claudio

    Il patetico accuse indirizzato al prof. Fusaro dimostra platealmente che molti a “sinistra” sono inconsapevoli vittime del vero “fascismo”: quello che altera le coscienze e colonizza l’immaginario.
    Il fascismo di cui Fusaro avrebbe parlato a Casa Pound. Ancora una volta siamo di fronte ad esempio eclatante di egocentrismo, autoreferenzialità e autoindulgenza politica.

  3. Scritto da ivan

    squallido titolo, manipolazione di infimo livello
    sembra che fusaro abbia avuto problemi con casapound, mentre fusaro è stato minacciato da una combriccola di comunisti di un sito internet marxista

  4. Scritto da Franco

    Sulla presunta superiorita’democratica dell’estrema sinistra potremmo discuterne per giorni,visto che a difendervi c’e’ sempre stata tutta quella intellighenzia radical-chic col portafoglio pieno che se ne frega altamente delle vostre idee ma lo fa solo per chiccheria.

  5. Scritto da gallina

    “O Critone, noi siamo debitori di un gallo ad Asclepio”. Le ultime parole di Socrate significano secondo Nietzsche, che si è reso conto del fatto che la vita è una malattia e che l’unica cura è la morte. Non si può uccidere Socrate, si è ucciso da solo. Semplicemente. Ha ucciso la speranza, la fiducia nella possibilità di costruire un mondo migliore, si è arreso. Spero ancora che si sbagli.

  6. Scritto da Roberto

    Casa Paund sta dalla parte sbagliata, quindi tuttociò che fa CasaPound è sbagliato a prescindere!!! L’antifascismo è come la matematica!

  7. Scritto da semplicemente

    non si possono considerare “interlocutori” coloro che fanno della violenza uno stile di vita, che praticano la sopraffazione privilegiando l’uso della forza al servizio della classe dominante. La forza può essere necessaria, ma è sempre esecrabile. E’ uno strumento indispensabile x la liberazione delle classi popolari dallo sfruttamento di una minoranza, non un fine. Da usare e riporre, sperando di riuscire a costruire una società di liberi ed uguali che la renda obsoleta.

    1. Scritto da Alberto

      Eh già, la tipica (ma solo supposta) superiorità morale della sinistra: e poi certo, i numerosi scontri causati da centri sociali o estremisti di sinistra non sono mai violenza, sono “filosofia diversamente applicata”. Eh già…

      1. Scritto da Tasslehoff

        Forse se usasse un po’ meno luoghi comuni, preconcetti e generalizzazioni potrebbe essere più credibile…

      2. Scritto da Daniele

        Io non ricordo nessuno circondato, umiliato, picchiato e accoltellato dai frequentatori dei centri sociali. Tu sì? In compenso me conosco personalmente ben 3 che hanno ricevuto questo trattamento da aderenti e simpatizzanti di movimenti di estrema destra.

        1. Scritto da Pie

          Qui c’è un problema di fondo.
          Il titolo ad esempio è fuorviante.
          Fusaro è stato violentemente minacciato da esponenti della sinistra radicale e dei centri sociali che lo hanno “gentilmente” invitato a non partecipare alla conferenza proposta da CasaPound.
          Lui da uomo libero, che non è, ha preferito accettare i valori “democratici” della sua stessa parte politica, cioè gli insulti, rifiutando di fatto il dialogo con la parte avversa.
          Semplice no?

          1. Scritto da Tasslehoff

            Interessante la capriola logica con cui ha articolato, dove la critica (più o meno garbata/educata/violenta) di una parte diventano automaticamente i valori di tutta la sua parte politica.
            Come arrampicata sugli specchi a me sembra piuttosto grossolana, riprovi, sarà più fortunato…

  8. Scritto da Daniele

    Il punto è che a quelli di casa pound non interessa tanto il confronto, quanto l’etichetta da appiccicarsi addosso, ospitare un nome rinomato significa sempre legarsi al suo prestigio, e sfruttarlo per il loro bieco proselitismo.
    Lo stesso fanno in altri ambiti, con altri volti che diventano inevitabilmente “figurine” da appiccicare sui loro manifesti: Rino Gaetano, Capitan Harlock… etc. etc.

    1. Scritto da giovanni

      sarà, ma suona strano che lo dicano quelli che hanno fatto dell’iconografia di alcuni personaggi una vera e propria religione

      1. Scritto da Daniele

        Certo, ma per quanto discutibile possa essere questa cosa, si è sempre trattato di personaggi indiscutibilmente di sinistra. Futuro? Rino Gaetano?

  9. Scritto da Mah

    Il titolo non mi sembra corretto…

  10. Scritto da Michele

    Riassumendo: i suoi “compagni” l’hanno avvertito che era meglio non andare. E lui si è adeguato.
    Neanche gli avvertimenti mafiosi, sono così efficaci…

    1. Scritto da simona

      Uno dei tanti Don Abbondio italiani. “uno il coraggio non se lo può dare..”