BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ristorante Dahlak, l’Africa prende Bergamo per la gola

Sabato 22 febbraio inaugurazione del nuovo locale di via Borgo Palazzo: un'occasione per accostarsi alla cucina eritrea e alle specialità del continente nero. Grazie alla passione di due coniugi venuti da lontano, che sanno come conquistare il palato dei bergamaschi e dei turisti con zighini, cous cous e dolci esotici.

Più informazioni su

I sapori dell’Eritrea e dell’Africa orientale sono da anni gli ingredienti del successo della gastronomia Dahlak di via Borgo Palazzo. Ora i due titolari, Embaye Haimanot e suo marito Habte Andom, hanno deciso di compiere il salto di qualità, “promuovendo” la loro bottega al rango di vero e proprio ristorante etnico, con maggiore comfort per la clientela e un servizio di qualità al tavolo.

Habte e Embaye sono in Italia da più di vent’anni: si sono conosciuti nel nostro Paese e insieme hanno coronato il loro sogno di intraprendere un’attività sfruttando la comune passione per la cucina. Dopo aver iniziato nelle feste estive all’aperto, Habte e Embye hanno aperto la gastronomia nel 2006, conquistando subito i favori dei bergamaschi e non solo: un piccolo angolo di Africa nel borgo, dove è possibile assaporare squisite specialità esotiche preparate con cura e un tocco di personalità. Non per niente Tripadvisor piazza Dahlak al nono posto nella classifica dei locali della città: uno dei migliori posti, insomma, dove si può mangiar bene a un prezzo conveniente.

Il “gradimento” è destinato a migliorare ancora, adesso che la gastronomia diventerà ristorante con circa cinquanta coperti, arredato in stile etnico e moderno. Un ambiente rilassato e accogliente, dove poter gustare al meglio le proposte della casa. “Dahlak è il nome di un arcipelago del mar Rosso – spiega Andom –, ci ricorda la nostra terra e le sue antiche tradizioni, tra cui c’è ovviamente anche il cibo. La nostra cucina utilizza ingredienti semplici, ma genuini e saporiti. La specialità indiscussa è lo zighini, uno spezzatino piccante, nelle due versioni di pollo e di manzo. Per noi è un po’ come ‘polenta e osei’ per i bergamaschi. Ma la nostra tavola, oltre alla carne, dà grande spazio ai legumi e alle verdure. Senza dimenticare il cous cous, piatto simbolo del continente africano”.

Molte pietanze sono servite con l’ingera, la tradizionale sfoglia di pane: chi vuole può mangiarle anche con le mani, come suggerisce la tradizione (coltello e forchetta sono comunque sempre sul tavolo). Il menu è completato da proposte vegetariane e dagli imperdibili dolci, che esaltano il cioccolato e i profumi dei frutti tropicali. Per completare il pasto, poi, niente di meglio che un the caldo, speziato o alla menta.

Il ristorante Dahlak si propone come una meta assolutamente originale e ambisce a ritagliarsi un posto di eccellenza nel panorama della gastronomica etnica: è l’unico a offrire piatti ispirati non solo alla tradizione eritrea ma anche a quella della vicina Etiopia. “I due Paesi si sono combattuti a lungo, ma il cibo li accomuna da sempre – sottolinea Andom –. Ne è prova il fatto che da noi, oltre a italiani e turisti, vengono molti amici della comunità etiopica. La buona tavola favorisce la voglia di stare insieme: davanti a un piatto gustoso si pensa solo a stare in pace”.

Il ristorante Dahlak, in via Borgo Palazzo 82/i, sarà inaugurato sabato 22, dalle 17.30 alle 21, con una degustazione gratuita delle specialità della casa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carla & ezio

    Auguri e complimenti già era uno spettacolo prima chissà ora…..e poi Habte e Embye sono due persone STUPENDE!!! E noi, anche se arriviamo da Varese continueremo a macinare chilometri pur di passare una “calda” serata al DAHLAK. Grazie di tutto come sempre amici. Carla e Ezio

  2. Scritto da Luciano

    Un augurio dal profondo del cuore, ai miei connazionali che, non conosco e non conosco neanche Bergamo, ma sara’ certo il posto dove andro’ a mangiare, quando avro’ occasione di visitare la vostra sicuramente bellissima citta’, a presto Luciano