BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’ex-Atalanta Muslimovic decide la Supercoppa: Guangzhou battuto 1-0

A Bergamo nella stagione 2007-'08, oggi l'attaccante bosniaco è una star del calcio cinese. E domenica ha steso il milionario Guangzhou di Marcello Lippi nella finale della Supercoppa in una gara segnata dalle mille polemiche che ha visto l'ex Ct azzurro non sedersi in panchina per protesta.

Più informazioni su

L’avevamo lasciato nell’estate del 2008, col bagno di folla che i tifosi del Paok Salonicco gli avevano riservato dopo il suo sbarco in Grecia, lo ritroviamo ora con la maglia del Guizhou, decisivo come non mai nella finale della Supercoppa cinese contro il Guangzhou. Zlatan Muslomovic in Cina è sempre più una star: è stato infatti lui a regalare l’ambito trofeo al club che nel 2012 l’ha messo sotto contratto dopo un anno di inattività, battendo in finale la quotatissima formazione guidata da un Marcello Lippi assai polemico che si è addirittura rifiutato di seguire il match dalla panchina. Il motivo? Il mancato spostamento della gara che il Guangzhou ha richiesto espressamente per vari motivi, tra cui il Mondiale per Club disputato a dicembre e la massacrante preparazione atletica che ha visto impegnati i calciatori in Spagna. Senza dimenticare, poi, l’impossibilità di schierare Alessandro Diamanti, l’ultimo colpo da novanta del milionario club che nella passata stagione si è messo in tasca Chinese Super League e Champions League asiatica.

Muslimovic, nella prima gara del nuovo anno non ha fatto troppi complimenti e con un gol arrivato al 35′ del primo tempo ha steso la formazione di Lippi. Una rete che ha regalato ancor più popolarità all’attaccante bosniaco classe 1981 che con la casacca dell’Atalanta si rese protagonista di un match pazzesco, quello pareggiato 2-2 al Comunale contro la Fiorentina: in quell’occasione la Viola di Cesare Prandelli, lanciatissima verso la zona-Champions, fu fermata da una doppietta dell’ex Parma. Furono gli unici due gol di una stagione non certo esaltante, che bastò comunque per far entrare il bosniaco nel cuore di molti tifosi nerazzurri che in lui videro sempre grande impegno e tanta, tantissima umiltà.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da simona

    Grande MUSLI !!!
    Forza Atalanta semper

    1. Scritto da gigi

      memoria corta, era un mezzo bidone, anzi intero. Se grande e’ riferito all’uomo condivido