BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Virtus Co.Mark, vittoria con Castiglione e vetta riconquistata

La formazione bergamasca sconfigge tra le mura amiche Castiglione Murri 79-72 e ancora una volta raggiunge Imola, sconfitta a Milano3, in vetta alla classifica. Coach Pasqua: "Volevamo vincere a tutti i costi".

Più informazioni su

Vittoria e primato in classifica: la Co.Mark Virtus Bergamo sconfigge tra le mura amiche la formazione di Castiglione Murri e ancora una volta raggiunge Imola, sconfitta a Milano3, in vetta alla classifica. Al CS Italcementi si respira aria da partita importante: i risultati degli anticipi, favorevoli ai Virtussini, motivano non poco l’ambiente orobico, reso ancora più carico dalle centinaia di claps distribuiti all’ingresso e ridondanti per tutto l’impianto alle porte di Città Alta.

Il quintetto targato BG è il solito delle ultime settimane, con Bernardi, Guffanti, Mercante, Beretta e Masper a fronteggiare Lugli, Lollini, Beccari, Iattoni e Albertini.

L’avvio è tutto di marca biancoblu, con Iattoni e Lugli a fare il bello e il cattivo tempo, portando gli ospiti subito avanti 13-4 e costringendo al timeout coach Pasqua. Sono Mercante e Guffanti a suonare la carica e a ricucire il primo strappo del match. I primi dieci minuti di gioco terminano con gli ospiti avanti 22-17. Nel secondo quarto la selezione dei tiri biancorossi migliora notevolmente: le iniziative di Bernardi, i canestri nel pitturato di Masper e Beretta e la tripla di Gotti consegnano il primo vantaggio Virtus dopo sedici minuti di gioco (35-33), mentre la "solita" schiacciata di Mercante, su perfetto assist di Bernardi, infiamma il numeroso pubblico bergamasco. All’intervallo il tabellone recita perfetta parità, 39-39, con i bolognesi Beccari e Lollini bravi a farsi trovare pronti sugli scarichi dei propri compagni.

E’ risaputo che la Co.Mark tende a cominciare sempre bene i propri secondi tempi, e il parziale di 9-0 nei primi quattro minuti di gioco conferma questa tendenza. Castiglione però è squadra che non molla e trascinata da un positivo Albertini trova le energie per rifarsi sotto (50-48 Bg a 4’ dalla fine del quarto). Due triple consecutive di Bernardi ridanno inerzia ai Virtussini, che sembrano poter dare la zampata decisiva ma che invece sprecano qualche facile conclusione di troppo. Gli emiliano-romagnoli ringraziano e con Lollini e Iattoni tornano sul -2 (58-56) a fil di sirena.

Ecco quindi servito un altro emozionante ultimo quarto. Lollini impatta sul primo possesso, ma la posta in palio è davvero troppo alta perché i bergamaschi se la facciano sfuggire. Masper confeziona minuti di altissima qualità per se stesso e per i compagni, mentre capitan Guffanti "vede" il canestro con continuità. Beretta e Deleidi segnano poco ma sono i giocatori chiave in difesa per tentare l’allungo decisivo: 11-1 di parziale ed equlibrio rotto definitivamente, con i bolognesi che con carattere non smettono mai di giocare la loro pallacanestro fatta soprattutto di tiri dalla lunga distanza. Il 79-72 finale viene salutato dagli applausi convinti dei presenti, applausi per la prima della classe ma che non può permettersi di sedersi sugli allori, vista la pericolosità della trasferta di Nerviano di domenica prossima e il fresco ricordo di vette della classifica raggiunte e subito abbandonate la settimana successiva.

Le parole di coach Michele Pasqua: "Desideravamo vincere a tutti i costi, sapendo che sarebbe stata dura: i bolognesi, nonostante le assenze, rimangono una squadra molto difficile da affrontare per noi. Dopo un primo quarto pericolosamente abulico, ci siamo svegliati e questo ci ha permesso di giocare un secondo tempo al comando, pur non riuscendo mai a chiudere definitivamente la partita. Ci aspetta ora una battaglia dietro l’altra…".

Commenta così la partita Jacopo Mercante: "E’ stata una partita difficile e combattuta in entrambi i tempi. Siamo stati bravi ad alzare l’intensità sia in difesa che in attacco nella seconda frazione di gioco. Loro sono stati bravissimi a metterci in difficoltà non lasciandoci mai scappare via. Alla fine ha prevalso la nostra voglia di riscattare la pessima prestazione dell’andata e di conquistare nuovamente la vetta! Siamo sulla giusta strada, continuiamo così e anche grazie al rientro di Zanna (Fabio Zanelli, ndr) ci potremo togliere delle grandi soddisfazioni".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.