BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Colantuono, cosa aveva in più il Parma? Il gioco E la classifica preoccupa

Il nostro Luciano Passirani analizza il pesante ko rimediato dai nerazzurri domenica contro il Parma di Donadoni, mettendo in evidenza la grandissima differenza vista tra le due squadre, il gioco: piacevole e cinico quello di Donadoni, inesistente quello dei bergamaschi.

Più informazioni su

di Luciano Passirani

Tra Parma e Atalanta c’è una differenza non da poco: il gioco. Il Parma ha un’ idea, un equilibrio tattico, un modo di approcciarsi alla partita. Donadoni ha plasmato la squadra: 12 risultati positivi consecutivi non vengono per caso. Come i 36 punti in classifica, sempre con una partita da recuperare. L’Atalanta di Colantuono non ha un gioco. Tranquilli, non da oggi. Mai come in questo campionato la squadra ha vissuto sui singoli. Le abituali prestazioni positive di Denis, Bonaventura, Maxi Moralez, le parate di Consigli hanno dato finora 27 punti. E anche entusiasmi sbagliati. Compresa la vittoria sonante con il Napoli. 27 punti bastano. Sono sempre convinto che ben gestiti significheranno salvezza, alla fine.

Ieri i singoli menzionati non c’erano. Cigarini per squalifica, di fatto anche gli altri, assenti per l’apporto fornito in campo. Li aspettiamo, non avendo altre risorse.

Alla fine il Parma ci ha asfaltato. Nulla da aggiungere. E ha fatto gol anche Schelotto. Situazione tragicomica, compresa pantomina finale non esulto, mi scuso con i tifosi. Da quando? Di solito le partite sono condizionate dagli episodi, ma quando si perde con quattro pappine sul groppo, c’è poco da recriminare… Colantuono ci riesce. Beato lui. "C’era un rigore per noi – dopo un minuto – rigore netto".

Non è un caso se Donadoni è l’ultimo fuoriclasse uscito dal settore giovanile di Zingonia. Non lo sono stati i vari Montolivo, Pazzini, tanto per fare dei nomi. Sono e rimangono buoni giocatori, ma non è la stessa cosa. La differenza si vede anche in panchina. Fortuna per quel pubblico di Bergamo che si è goduto il Donadoni giocatore. Anch’io, dal campo, urla di Sonetti comprese. La stessa mano si vede nel gioco del Parma. In tribuna un pacioso e mai fuori posto presidente Ghirardi se la godeva. Brescia ancora oggi rimpiange di non averlo considerato a suo tempo, eppure di un bresciano si tratta.  

Una spigolatura? Lucarelli e Paletta, i centrali di Donadoni non sono tanto diversi fisicamente da Yepes e Stendardo, piedi compresi. Eppure tentano sempre di addomesticare la palla. L’azione parte da dietro. Mai un rinvio lungo. Tutto il Parma tenta di giocare a due tocchi, comunque ci prova. Quando ci riesce, come domenica ovvero come nell’andata, sempre contro l’Atalanta sono dolori. E non esistono recriminazioni di sorta. Colantuono riuscirà a dire: "La partita non mi è dispiaciuta". Beato lui. Il mister  ha tanti meriti per i risultati raggiunti finora, per altro solo a Bergamo. Non è un caso. L’ambiente, la società aiutano molto. Ieri non è servito… Non c’era nemmeno lui, altrimenti non si sarebbe inventato un bizzarro 4-2-4 per tentare di rimediare. Livaja e fuori Raimondi sono stati un suicidio tattico. Salvo poi dire: "Livaja deve cercare di migliorare il rendimento". Alla faccia del "non parlo dei singoli".

Nulla è compromesso. La squadra faccia un esame di coscienza. La società c’è e Percassi anche, da buon difensore quale è stato, negli ultimi tempi ha ripreso a marcare stretto anche Marino. Meglio prevenire, prima che succedano fatti strani.

La trasferta di Udine viene a proposito. La classifica non è così sicura come le scorse settimane. Le contemporanee vittorie di Livorno e Catania devono restituirci l’adrenalina che in casa non avevamo mai dimenticato. Ricordiamoci che tutte quelle che ci stanno dietro dovranno venire a Bergamo. A vincere per sperare di riprenderci. E mica tutte hanno un Donadoni in più in panchina.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Max

    È ora di cambiare allenatore.I tempi sono maturi.Non vedremo mai un gioco con Colantuono,anche se i risultati gli danno ragione.
    Se vuoi solo salvarti e’ l’allenatore giusto.Sbraitare per 90 minuti e palla a Denis sperando che la butti dentro.Idee poche..E’ così da tre anni.
    Del Neri torna

  2. Scritto da storiella

    la solita storielladi passirani dai, che riesce perfino a far credere che abbiamo la stessa rosa del parma…si si infatti benaloune che da loro era il secondo rincalzo(messo dopo rosi nelle gerarchie), da noi titolarissimo e perfino ci appare mega rinforzo..paletta ce lo sognamo, solo a sinistra hanno gobbi e molinaro(noi brivio-del grosso), le alternative che hanno davanti manco le dico..

    1. Scritto da digeo

      Eh già…il parma ha un organico che noi ci sogniamo, questa è la realtà. Dopodichè tra noi e loro non ci stanno 4 gol di scarto, ma bisogna onestamente vedere anche come sono maturati; il primo su autorete dopo un rigore per noi non concesso, il secondo su un autogol tanto clamoroso quanto sfortunato…

      1. Scritto da chiaro

        solito ritornello: quando vuole attaccare marino la rosa è scarsa, quando vuole attaccare colantuono la rosa è all’ altezza e lui è scarso, insomma non si è ancora capito se ci salviamo il merito di chi sarà..probabilmente sarà suo.

        1. Scritto da digeo

          Esattissimo. Passirani ha due tipi di argomenti: contro Marino e contro Colantuono, sempre e comunque a prescindere da tutto. L’impostazione e’ sempre questa

  3. Scritto da nino cortesi

    Per la prima volta Colantuono nei commenti mi è parso fuori dalla realtà. Certo si poteva perdere solo a 2 a zero ma la sostanza dell’atteggiamento non cambia la realtà. Donadoni in possesso palla ATTACCA CON TUTTA LA SQUADRA ed è il miglior modo di difendersi, perché mentre attacca pensa sempre a difendere BENISSIMO! Colantuono in possesso palla attacca con 3 massimo 4 uomini ed è il peggior modo di difendersi, non ci si diverte e si consumano più energie, SI CIURLA (vedi vocabolario).

  4. Scritto da Rioma

    Passirani dimostra una volta di piu’ la sua faziosità….trova l’unica differenza tra le due squadre nell’allenatore, come dire che, a panchine invertite, avremmo vinto noi.
    Il Parma ha un organico superiore, le prestazioni di quest’anno e la conseguente meritata classifica lo dimostrano.
    Il resto sono chiacchiere

  5. Scritto da LF

    Grande il Cola una promozione due salvezze tranquille e una terza che stà arrivando. Siamo l’Atalanta e siamo alla pari dell’Udinese e abbiamo 6 squadre sotto di noi. Se non vi va bene andate a tifere la Juve che le vince tutte. Forza Atalanta

    1. Scritto da giorgiobg1907

      LA MIGLIOR RISPOSTA IN ASSOLUTO PER TUTTI !!!!!!grandissimo, sono pienamente daccordo !!!!
      SOLO ATALANTA ..

  6. Scritto da voltaire

    L’analisi di Passirani è perfetta e sin troppo benevole nei confronti del mister, il quale non si può sempre chiamare fuori,in panchina c’è lui così come è figlio suo il pastrocchio che ci propina ogni domenica ed anche Livaja dovrebbe essere figlio suo ma è riuscito a Gabbiadinizzarlo così come De Luca ed i giovani in genere. Sto studiando alternative domenicali per il prossimo anno .

  7. Scritto da Zanzara

    I conti si fanno con i soldi che hai in tasca. Se poi chi utilizza i soldi non ha le idee chiare, il pasticcio è presto fatto. Quei “pochi” che hai in Banca non li vuoi nemmeno utilizzare, che altro si può dire? “A dà passà a nuttata”, sperando nella buona sorte. Colantuono ha fatto (anche se bene) il suo tempo, ora si volti pagina.

  8. Scritto da Mark

    siamo alla fine, faremo fatica restare serie A

  9. Scritto da Francesco

    Il Parma ha alla base una società che non pone limiti e nessuno che ordina di tirare i remi in barca a salvezza supposta raggiunta, come dovrebbe essere per tutte le squadre di serie A. Ma da una società come la nostra dove si arriva a dichiarare che persino la Coppa Italia è una competizione che danneggia il campionato cosa pretendete ?
    Per loro il sogno dell’Europa è davvero ad un passo e se la giocheranno fino alla fine. Complimenti alla società emiliana.

  10. Scritto da uno qualunque

    Ieri la squadra, complice gol subito, ha cercato di fare la partita e di spingere mettendo in evidenza i suoi limiti.Manca un’idea di gioco e di calcio.Gioco non significa attaccare dal primo minuto,ma avere una precisa identità tattica ed equilibrio tra attacco e difesa.Sono d’accordo con Passirani.Atalanta e Parma si equivalgono, la differenza la fa il mister.E’ imperativo essere salvi con 4-5 giornate d’anticipo: il finale di stagione riserva Genoa, Juve, Milan e Catania (fuori). Ocio!

    1. Scritto da digeo

      Non avevamo dubbi che lei e passirani imputaste la sconfitta al mister…non aspettate altro.Diamo a Colantuno Parolo Biabiany e Cassano e diamo a Donadoni Carmona Raimondi e il Denis di ieri…poi vediamo chi esprime il calcio migliore.Io dico che colantuono ieri ha gravemente ciccato il cambio di livaya (altro giocatore sopravvalutatissimo) snaturando la squara,però riconosco anche la superiore qualità complessiva dell’avversario; tutto ciò nel quadro di un pomeriggio anche molto sfortunato

      1. Scritto da uno qualunque

        Moralez non vale Biabiany?Paletta è tanto meglio di Stendardo?E Lucarelli (classe ’77) di Yepes?Cassano è superiore a Bonaventura (io dico che la tecnica di uno si compensa con il superiore dinamismo dell’altro)?Gargano è meglio di Carmona (come tecnica meglio Carmona, tra l’altro..)?Palladino,Marchionni e Cassani sono fenomeni strappati alle big?I giocatori non erano in forma fisica o mentale? Capita,ma la responsabilità di preparare match e squadra è del mister.O anche lì non c’entra?

        1. Scritto da digeo

          Scusi, ha passato l’intera scorsa settimana a convincermi che yepes e’ uno finito e ora mi dice che è meglio dei loro centrali? Due ottimi difensori, paletta molto forte, Cassani superiore a tutti i nostri esterni (non a caso benalouane da loro non giocava….). Biabiany giocatore da grande squadra. Ma noi fino allo 0-2 abbiamo giocato alla pari, nonostante il rigore non concesso e la mancata espulsione di acquah. Se andiamo avanti su rigore,facciamo noi la partita che hanno fatto loro….

          1. Scritto da uno qualunque

            Come sempre, travisa e finge di non capire pur di difendere il guru.Io paragono Yepes (’76) a Lucarelli (’77), per ruolo e fisico. E non lo faccio certo per esaltare Lucarelli.Il Parma non ha niente più di noi se non il gioco e l’allenatore.Gli episodi ci sono stati sfavorevoli,ma con 4 pere sul groppone non ci sono scuse.Inoltre la squadra mostra i soliti limiti e quando deve fare la partita,le prende.Se il mister ha visto rilassatezza alla vigilia,perchè schierare i soliti undici?

          2. Scritto da digeo

            Certo che non bisogna attaccarsi all’arbitraggio dopo uno 0-4 in casa, ma non dobbiamo dimenticare che gli episodi incriminati sono avvenuti sul risultato di 0-0 (il rigore) e sullo 0-1 (mancata espulsione di acquah), quindi hanno avuto un loro peso…..diverso sarebbe recriminare un rigore sullo 0-3…

          3. Scritto da uno qualunque

            Verissimo, non sottovaluto gli episodi sfortunati. Ma c’erano 90 minuti dopo l’episodio del rigore negato per segnare almeno un gol, cosa riuscita. L’espulsione era anche quella sacrosanta, tuttavia non giustifica i successivi tre gol incassati senza alcuna reazione. Sottovalutare questi segnali è a mio modo di vedere pericoloso per il prosieguo del campionato, soprattutto in considerazione del finale di stagione a dir poco problematico…

          4. Scritto da digeo

            E’ lei come sempre che travisa.Io le ho parlato di tre giocatori (parolo, biabiany e cassano) confrontati (per ruolo) con i nostri carmona raimondi e denis.E lei mi risponde parlandomi di gargano, lucarelli e cassani.Ora: parolo gioca in nazionale; biabiany penso possa essere ritenuto superiore a raimondi;cassano (con i suoi limiti fisici) ha una qualità che nessuno dei nostri ha.Su Cassani le ho già evidenziato che benalouane (per noi ottimo giocatore) da loro era tenuto fuori da donadoni…

          5. Scritto da uno qualunque

            Non ha ancora capito che a calcio si gioca in 11.È naturale che, in squadre che si equivalgono,ci siano giocatori più forti in una che dell’altra e viceversa, ma la vera differenza l’ha fatta il collettivo. Lei non può ammettere perché significherebbe condannare il suo guru.Lei questo non lo farà mai.Le ho dimostrato che ci sono anche i giocatori scarsi nel Parma ed equivalenti nell’Atalanta.Solo che è più facile ignorare e trovare alibi…

          6. Scritto da digeo

            Il fatto e’ che le due squadre non si equivalgono perché la qualità degli interpreti cambia i valori (ho tralasciato di parlare della mediocrità del nostro portiere,manifestatasi anche domenica).Io ho riconosciuto subito la colpa di colantuono nel cambio di livaya,ma penso di essere obiettivo se dico che biabiany e’ più forte di Raimondi e Cassani più forte di brivio e Parolo più forte di carmona.Sui valori non c’è guru che tenga purtroppo.Comunque il suo guru del neri intanto è a casa

          7. Scritto da uno qualunque

            Dimenticandosi faziosamente sei vari Lucarelli,Palladino,Marchionni..Denis, Moralez e Bonaventura di colpo brocchi!Paletta è diventato Nesta a confronto di Stendardo!Consigli mediocre?Il terzo è stato polli,gli altri tre che colpe avrebbe? Magari gli imputa pure l’autorete!Biabiany era richiesto in cina,non al real e nemmeno da una Fiorentina o simili..Buon giocatore,(superiore a Raimondi)ma niente di più! L’omologo di Carmona è Gargano (tecnica0).Cassani nuovo Cafù?Io non ho guru..Io..

          8. Scritto da digeo

            Cassani non nuovo Cafu ma più forte dei nostri esterni (benalouane era seconda riserva di Cassani a Parma). Paletta e Gargano (ultime due squadre: Napoli e Inter) sono più forti di Stendardo e Carmona. Biabiany era richiesto in Cina come Diamanti, e allora? È’ scarso diamanti? Consigli sul terzo gol non mette la barriera (chissà perché) e sull’autorete non è’ stato proprio un fulmine di reattività. Continui pure a pensare che siamo una squadra di fenomeni male allenati.

          9. Scritto da uno qualunque

            È il contrario:è il Parma una squadra normale, ma che è ben allenata, organizzata e sfrutta al massimo le proprie potenzialità.A differenza nostra!Benalouane non giocava perché di solito giocano a 3 o 4 con esterni alti che spingono.Lui è un centrale adattato alla fascia.Nel calcio esistono i ruoli:10 metri avanti o dietro è diverso!Gargano è uguale a Carmona:tanta corsa e zero piedi.La serie di parate sul 1-0?Dimenticate?Poco reattivo?Quasi rimedia a quella follia.Lei guarda le partite?

          10. Scritto da digeo

            In sostanza noi siamo fortissimi ma male allenati, gli unici scarsi li ha voluti il mister, quindi in ogni caso e’ colpa sua; anche i giovani bidoni tipo livaya non rendono perché il mister non li sa valorizzare, nonostante sia ormai acclarato che sono scarsi. A questo punto una domanda: in questo sfacelo creato da colantuono, dovessimo mai salvarci di chi sarebbe l’eventuale merito?

          11. Scritto da uno qualunque

            Io non odio proprio nessuno e tantomeno ho mai disconosciuto i meriti di questo mister.Non ho mai scritto che siamo fortissimi,anzi.Tuttavia sono molto critico con l’attuale gestione perchè ritengo che a questa squadra manchi gioco e organizzazione.Quando ho visto miglioramenti li ho riconosciuti.Se il calcio fosse solo questione di valori singoli,non avremmo mai vinto con una grande.Inoltre un allenatore non resta 3 anni su una panchina se non avalla mercato e scelte su tutti i giocatori.

          12. Scritto da digeo

            Ah ho capito….benalouane a Parma non giocava per ragioni tattiche..Ma per favore dai…non poteva giocare a 3 al posto di Cassani visto che come lei dice e’ un centrale?? Gargano e’ uguale a Carmona?? Questa e’ follia pura. Mi dica anche che Baselli e’ più forte di Parolo.. Anche che gobbi e’ meglio di brivio….d’accordo odiare colantuono,ma c’è un limite a tutto.

          13. Scritto da uno qualunque

            Può anche essere che un allenatore non veda un giocatore(mica sono tutti perfetti come il nostro),per esempio. Hapresente tale Gabbiadini Manolo? Qui tanti lo definivano un svogliato sopravvalutato,da altre parti gioca e segna.Gargano, se mai l’ha visto giocare,è un giocatore normalissimo. Grandissima corsa ed intensità, ma zero piedi.Gobbi è un giocatore normale anche lui,non stiamo parlando di fenomeni.Solo che giocano bene in una squadra che gioca bene. A quello serve un allenatore.

  11. Scritto da Dio Anubi

    Gli spalti si stanno svuotando grazie ai meravigliosi spettacoli offerti…Colantuono per cortesia dimettiti!!! Mister dei record: il peggior allenatore visto a Bergamo!!!

    1. Scritto da viva il pelato

      Se Colantuono è il peggiore allenatore visto a Bergamo, chi sarebbe il migliore?? Forse quel povero disgraziato che fu licenziato dopo 5 o 6 partite 15 anni fa e che non ricordo nemmeno come si chiamasse…. Chi ci ha salvato 2 stagioni fa con 6 punti di penalty? Forse lo spirito santo??

      1. Scritto da lascia stare

        si si il peggiore della storia guarda…invece delio rossi portiamolo in trionfo con un bel giro di campo, retrocessi da ultimi in classifica tali e quali da quando ci aveva preso..e ora cacciato da tutti..ma si sa i fenomeni da tribuna che sanno sempre tutto hanno cacciato anche conte..

  12. Scritto da ste

    Qualunque tecnico che ha sulle spalle solo sconfitte in trasferta ed è reduce da un 0-4 in casa col Parma si sentirebbe in discussione..il Cola no,è tranquillo del suo posto (forse troppo?)e ogni domenica riesce a trovare una scusa..c è da