BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Challenger di Bergamo, il bolognese Bolelli trionfa al PalaNorda

L'azzurro, al primo torneo ufficiale dopo il lunghissimo stop per infortunio, si è aggiudicato il titolo (il nono in carriera), imponendosi nella finalissima della manifestazione internazionale ai danni del tedesco Jan Lennard Struff, secondo favorito del seeding.

Più informazioni su

E’ Simone Bolelli il grande trionfatore del Challenger di Bergamo. L’azzurro, al primo torneo ufficiale dopo il lunghissimo stop per infortunio, si è aggiudicato il titolo (il nono in carriera), imponendosi nella finalissima della manifestazione internazionale ai danni del tedesco Jan Lennard Struff, secondo favorito del seeding.

Il bolognese ha regalato una grande gioia ai tifosi che hanno riempito il PalaNorda, aggiudicandosi il match per 7-6 6-4. Il primo set ha visto i due tennisti servire magistralmente sino al 6/6, con il solo Bolelli incapace, in avvio, di concretizzare una palla del 2/0. Al tiebreak girandola di emozioni, con il bolognese vittorioso per 8 a 6, dopo aver anche annullato una palla set col servizio a favore sul 5/6. A decidere la seconda partita è stata la zampata operata, a 30, dall’azzurro nel primo gioco. Da notare che nel quarto game Simone ha rimontato da 0/40 e che anche nel sesto gioco è riuscito a scongiurare il controbreak, pur essendosi trovato sul 30/40. Nessun problema invece per lui sul 5/4, quando ha chiuso a zero.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.