BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Capire la crisi” A Treviglio incontri su Karl Marx

Lunedì 17 febbraio inizia il ciclo di incontri sulla teoria economica dell’economista tedesco. In totale, sono previste cinque serate in cui interrogarsi sulla crisi economica, politica e culturale.

“Karl Marx, istruzioni per l’uso”. Si intitola così il ciclo di incontri sulla teoria economica elaborata dall’economista tedesco per capire la crisi economica che prenderà il via lunedì 17 febbraio a Treviglio. Come suggerisce il titolo, al centro dell’attenzione ci sono la crisi generale e la critica di Marx al capitalismo per capire la crisi economica e ribellarsi all’auserità.

Il corso è rivolto a chi vuole comprendere meglio l’attuale crisi economica, che è anche crisi politica e culturale. Inoltre è rivolta ai giovani attivisti dei movimenti sociali che vogliono lottare contro le politiche di auserità ma necessitano di strumenti conoscitivi adeguati. Il percorso parte dai concetti–chiave per arrivare all’analisi delle cause e del “decorso” delle crisi sistema economico capitalista. I seminari si svolgeranno nella sede del circolo Arci “Fuorirotta” – Località Battaglie 8, Treviglio. Il primo appuntamento è in programma lunedì 17 febbraio alle 21 e sarà incentrato su “La vita e le opere di Marx (introduzione). Il materialismo storico e concetti chiave: modo di produzione, forze produttive-rapporti di produzione, struttura-sovrastruttura, Ideologia”.

Il secondo, mercoledì 26 febbraio alle 21, su “Critica dell’economia politica classica (Smith, Ricardo): carattere non storico e non conflittuale della dottrina economica borghese; merce (valore d’uso/valore di scambio), feticismo delle merci; la merce forza-lavoro; pluslavoro/plusvalore/ profitto; plusvalore assoluto e relativo; tendenza alla caduta del saggio di profitto e controtendenze; e crisi da sovrapproduzione di merci e capitali”.

Il terzo, lunedì 3 marzo alle 21 su “Stato e classi sociali”, il quarto giovedì 13 marzo alle 21 su “Rivoluzione-transizione al socialismo e al comunismo (democrazia diretta sul modello della Comune di Parigi” e, per concludere, lunedì 17 marzo alle 21 su “Perché la crisi economica? Utilizzo dei concetti sopra esposti per cercare di capire l’attuale crisi economica, politica, culturale. Analogie e differenze con le crisi precedenti del 1873-96 e del 1929”.

Durante lo svolgimento del corso sarà possibile consultare alcuni testi quali “Pigs – la crisi spiegata a tutti” di Paolo Ferrero; “Karl Marx- Il capitalismo e la crisi. Scritti scelti” e “Titanic Europa –la crisi che non ci hanno raccontato”, entrambi di Vladimiro Giacchè. Ad organizzare i seminari sono Rifondazione Comunista, Comunisti Italiani Treviglio e Caravaggio.

Per avere ulteriori informazioni è possibile contattare Gigi al numero 3351694854, Giovanna al 3387603110 e Fabio al 3397728683.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    E poi fanno Sindaco Pozzoni che non è neppure di Treviglio.
    Originali.

    1. Scritto da Max

      più originali quelli che fanno i paesanotti che si credono cittadini evuluti che non sanno nemmeno come si chiama il sindaco di Treviglio, per esempio quei paesanotti che sostengono che il sindaco di Treviglio si chiami Pozzoni. Detto questo, se Marx non vi piace non andate agli incontri, se la crisi vi piace, continuate a difendere il liberismo.

  2. Scritto da Luigi

    La nostra crisi (del tutto italiana, perché gli altri paesi sono già da tempo nettamente in ripresa) non poteva essere immaginata da Marx: una classe dirigente totalmente tesa soltanto alla depredazione dei cittadini, non poteva immaginarsela Marx. Non poteva immaginarsi che ci fossero persone talmente ciniche da sbeffeggiare i contribuenti chiedendo rimborsi per aerei di stato in volo 37 ore al giorno. O presidenti della repubblica che spendono 80 euro e ne chiedono 800 di rimborso…

  3. Scritto da giobatta

    beh, però la parte della teoria marxiana sulle crisi periodiche del capitalismo andrebbe rimeditata da tutti.

  4. Scritto da andrea

    Le sue analisi sul capitalismo giungono a conclusioni totalmente errate che, laddove applicate hanno portato povertà. Molto meglio le teorie di Keynes e Weber. La crisi degli ultimi 30 anni dipende in larga parte dalle politiche iperliberiste di Regan e della Thatcher che hanno tagliato i salari, abbassato le tasse ai ricchi e deregolamentato i mercati. Obama sta cercando di reintrodurre politiche neokeynesiane: aumento dei salari e riforma sanitaria.

  5. Scritto da marco

    Gente fuori dal mondo.

    1. Scritto da Gaetano Bresci

      visto lo stato del “mondo”, ben felice di esserne fuori (per quanto possibile).

      1. Scritto da lotty

        Ben detto!