BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primarie regionali Pd Vince Alessandro Alfieri Affluenza molto bassa

Alessandro Alfieri è il nuovo segretario regionale del Partito democratico. L'esponente renziano ha ottenuto il 57,2% dei voti in tutta la Lombardia. A dispetto dei pronostici la sfidante Diana De Marchi, civatiana, ha raggiunto un sorprendente 42,8%.

Alessandro Alfieri è il nuovo segretario regionale del Partito democratico. L’esponente renziano ha ottenuto il 57,2% dei voti in tutta la Lombardia. A dispetto dei pronostici la sfidante Diana De Marchi, civatiana, ha raggiunto un sorprendente 42,8%. Il dato più significativo è però l’affluenza, bassissima in tutte le province lombarde. In totale hanno votato solo 24.172 elettori, un termometro evidente della disaffezione al partito. Anche a Bergamo in pochi hanno deciso di andare ai seggi: 1694 voti. Alfieri in Bergamasca ha ottenuto il 57,7%, mentre Diana De Marchi il 42,3%.

"Negli ultimi giorni e’ montato il malessere per le vicende nazionali – ha ammesso Alfieri – Io ho condiviso la svolta di Renzi: eravamo in una palude e serviva uno strappo. Pero’ questo non e’ stato spiegato come si doveva sul territorio". "Lo faremo da domani" ha assicurato. Secondo Alfieri (che ha gia’ presentato le dimissioni da capogruppo del Pd al Pirellone), se si fosse votato la settimana scorsa il divario fra lui e Diana De Marchi sarebbe stato ancora piu’ netto. "Avrei superato il 60%, ma date le condizioni – ha aggiunto – e’ andata comunque molto bene con 14 punti di distacco". Sara’ ora l’assemblea regionale a ratificare l’elezione di Alfieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rossi

    Ma quale effetto nazionale! io ho sempre votato le primarie,ma quelle che contano davvero! ai non tesserati cosa importa del segretario regionale; ma che venga votato tra i tesserati lasciando al “popolo PD” le primarie vere, quelle che decidono i nomi davvero importanti.I seggi erano pochissimi,anche uno ogni 10 paesi, mentre nelle primarie che davvero contano ce n’è uno per Paese….E ora che Renzi ce la faccia davvero, nell’interesse del Paese!

  2. Scritto da Massimo Conti

    E andiamo, su…
    L’elezione del segretario Regionale secondo me non si presta alla formula delle primarie. gli elettori del mio circolo sapevano poco dell’uno e dell’altra.
    La volta scorsa votarono di più ma forse erano accorpate con altre… in ogni caso c’era Martina candidato ed era lievemente diverso.
    Qualche elettore in meno per gli eventi della settimana me lo aspettavo, ma una settimana fa non sarebbe stato molto diverso.

  3. Scritto da Magister

    Sono riusciti nel far fuori un partito, appena la base li molla sul territorio non rimane più niente, le percentuali dei partecipanti sono ormai “grilline”

  4. Scritto da gigi

    E inutile che ce lo spieghi, abbiamo capito benissimo! E mio voto non lo vedono più. Per quanto riguarda le primarie sono andato al dibattito a Bergamo dopo mezzora me ne sono andato, le farse non mi piacciono.

    1. Scritto da Sergio

      La politica è tutta una farsa, solo che non è gratis per i contribuenti. Anzi, i contribuenti sono col culo per terra a elemosinare lavoro (facilmente poco retribuito); loro, i comici della farsa, pagati con cifre principesche. C’è qualcosa da cambiare, c’è qualcosa che non torna…. E’ una democrazia malata e sadica su di noi!