BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, che botta Il Parma passeggia Al Comunale è 0-4

L'Atalanta incappa nella sua terza sconfitta interna della stagione: il Parma passa grazie al gol di Molinaro, all'incredibile autorete di Benalouane e alle reti di Cassano e Schelotto. Per i nerazzurri giornata da dimenticare.

Più informazioni su

Quattro gol all’andata e quattro al ritorno: il Parma è la vera bestia nera dell’Atalanta che incappa nella sua terza sconfitta casalinga con il peggior passivo da inizio anno. 

Dopo un inizio incoraggiante i nerazzurri vano sotto con il gol di Molinaro, fortunato nel trovare la deviazione decisiva di Stendardo che mette fuori causa Consigli. La reazione dell’Atalanta non arriva, se non con qualche fiammata di Bonaventura e una punizione di Baselli e allora, nella ripresa, il Parma cambia marcia e chiude la partita. 

Decisiva, però, una clamorosa autorete di Benalouane che appoggia troppo forte con il petto il pallone per Consigli e lo manda nell’angolino basso. L’Atalanta perde la testa e Cassano, su calcio di punizione, fa 3-0 e chiude i giochi. 

Nel finale c’è gloria anche per il fischiatissimo Schelotto che scappa via in verticale e infila per la quarta volta Consigli: un passivo pesantissimo per i ragazzi di Colantuono che, in casa, erano andati sotto solo contro Juventus e Fiorentina. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da uno qualunque

    Purtoppo questa squadra e questo allenatore non sono in grado di esprimere un gioco accettabile ed efficace.Come alziamo il baricentro si prendono almeno 2 gol,anche contro squadre normali come il Parma.Alcuni giocatori in serie A c’entrano pochino. Manca personalità (secondo me Denis non ha il carisma per essere capitano).Curioso come il mister abbia esternato pubblicamente la rilassatezza del gruppo la vigilia del match,salvo poi schierare i soliti 11.Strano. Ieri anche tanta sfortuna.

  2. Scritto da Mario

    che figuraccia..non si va da nessuna parte con questa squadra

  3. Scritto da nino cortesi

    Pur in possesso palla, un po’ tutta la squadra dell’Atalanta ha solo la mentalità del difensore.
    Lo schema del Parma era tutti avanti e tutti indietro e di base un 2/6/2 in possesso di palla mentre in non possesso di palla era un 4/6, pedalando tutti.

  4. Scritto da digeo

    Sbagliato attaccarsi al rigore, anche se con gli arbitri non ci sta girando proprio bene.
    Secondo me e’ stato un grave errore l’ingresso di livaya, ha tolto equilibrio per aggiungere uno di cui conosciamo tutto: gioca da solo, non vede il gioco, ignora i compagni. Anziché relegare in fascia la qualità di moralez,avrei messo subito de Luca per Raimondi in fascia. Poi come con il Toro l’anno scorso, la disfatta non rispecchia il campo.abbiamo giocato meglio oggi che con Catania e Cagliari

  5. Scritto da mario59

    Non ci sono scusanti per una squadra che gioca male, commette molti errori, perdono palla in continuazione a causa di scambi sbagliati..gioco lento e privo di idee..oggi ci si sono messi anche due autogoal il primo per sfortuna, il secondo per un erroraccio di Benalouane che subito dopo aveva pure voglia di sorridere..vabbè ha pure ragione, del resto è solo un gioco..sulla punizione di Cassano, Consigli ha le sue colpe e infine un bel goal di Schelotto.
    Atalanta in serie B che è meglio.

  6. Scritto da limiti...

    questo è il gioco mediocre di Colantuono. finito il compitino arriva il nulla. zere gioco,zero tutto. Tenetevelo stretto per la salvezza ma il gioco del pallone è tutt’altra cosa.

  7. Scritto da umberto

    Giornata no. Puo’ capitare. Oggi tutta la fortuna che abbiamo avuta con Catania e Cagliari l’abbiamo pagata. Niente di grave da domenica si ricomincia. Ho molta fiducia. Spero pero’ di vedere giocare Estigarribbia.

  8. Scritto da ste

    Se Colantuono si nasconde dietro il rigore non dato al 2’del primo tempo ..non ha capito niente..

  9. Scritto da ste

    Non è una rosa di fenomeni e l allenatore ne è lo specchio..Bonaventura galleggia su una squadra scarsina,Denis è troppo discontinuo e insistere con Livaja non ha senso.Da rivedere lo screzio tra il Cola e De Luca quando doveva entrare.

  10. Scritto da Luigi

    Continuiamo sempre a dare troppo credito a questo scenografico e pittoresco allenatore….

    1. Scritto da luc

      Non è colpa dell’allenatore! L’allenatore fa il suo, quello che sa e quello che può; la colpa è di chi lo paga e rinforza la squadra con gli scarti di altre squadre. Quale giocatore dell’Atalante è più forte del dirimpettaio del Parma?

      1. Scritto da uno qualunque

        Calma. L’atalanta non ha mai fatto mercati sontuosi. Ogni anno ha sempre trovato 2-3 giovani giocatori da valorizzare (che venissero dalla B o dal vivaio) che poi ha rivenduto l’estate successiva. Se mancano giocatori all’altezza è anche grazie a lui. Se il modo di condurre il mercato non lo soddisfa non sarebbe certo ancora sulla panchina bergamasca. O per lo meno, non in silenzio.

      2. Scritto da Luigi

        Non discuto, però facesse almeno un po’ meno scena in campo e dichiarazioni in conferenza stampa…..

        1. Scritto da Rioma

          ….avremmo vinto?
          Non discutere…loro più forti e oggi anche fortunati..dare la colpa all’allenatore a mio parere significa non vedere il reale valore dei vari Raimondi, Stendardo, Yepes, Brivio etc..
          O con Capello in panchina andremmo in Champions?