BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Maggioranza senza numeri Lega per Pedrengo annuncia mozione di sfiducia

Il capogruppo di Lega per Pedrengo e consigliere comunale di minoranza Antonio Masper annuncia: “Ci siamo attivati ormai da giorni per imbastire una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco; non solo perché non ha più i numeri, ma perché nel corso dei suoi quasi 5 anni di mandato non ha realizzato nulla di quanto promesso”.

La Lega per Pedrengo annuncia la presentazione di una mozione di sfiducia verso il sindaco Gabriele Gabbiadini. E auspica che le minoranze e i consiglieri comunali che attualmente siedono nei banchi della maggioranza ma si sono smarcati dall’appoggiarla possano sostenere, avendo i numeri, la convocazione di un consiglio comunale e votare la sfiducia al sindaco Gabbiadini. La proposta è arrivata a seguito dell’ultima spaccatura di cui è stata protagonista la maggioranza, ovvero dalla revoca della delega alle attività produttive all’assessore Luigi Beretta cui hanno fatto seguito le dimissioni dell’assessore alla cultura Marco Locatelli.

Il capogruppo della lista civica "Lega per Pedrengo", attualmente consigliere comunale di minoranza, Antonio Masper precisa che quella di Beretta e Locatelli è solamente l’ultima spaccatura di cui è protagonista la compagine di "Uniti per il cambiamento" nel corso del mandato amministrativo: "Da oltre un anno il sottoscritto segnala che la maggioranza di “Uniti per il cambiamento” non è più granitica e non ha più i numeri per continuare ad amministrare il comune di Pedrengo. Già durante il loro insediamento l’allora assessore all’ambiente Marco Camolese aveva rassegnato le proprie dimissioni, seguite poi dal consigliere di maggioranza Marcello Pelis, dagli ex assessori Annamaria Zenoni ed Emanuela Marchesi e dalla delega allo sport riconsegnata dal consigliere sempre di maggioranza Luca Foresti, per non citare tutte le dimissioni dei componenti di maggioranza delle commissioni consiliari preposte. La squadra di maggioranza non solo non è mai stata coesa e granitica, ma ha voluto sempre dare ampio risvolto alla sola ed esclusiva autorità del sindaco: fatti dimostrati in più occasioni durante lo svolgimento dei consigli comunali; come se lo stesso rappresentasse da solo tutta la democrazia dell’istituzione amministrativa”.

Oltre che sulle divisioni della maggioranza, la mozione di sfiducia verso il sindaco cui sta lavorando Masper pone l’accento sull’operato del sindaco Gabbiadini. A spiegarlo è il capogruppo di Lega per Pedrengo: “Ci siamo attivati ormai da giorni per imbastire una mozione di sfiducia nei suoi confronti; non solo perché non ha più i numeri per amministrare, ma perché nel corso dei suoi quasi 5 anni di mandato non ha realizzato nulla di quanto promesso – (scuola media, centro polivalente per anziani, recupero di villa Sottocasa, strutture sportive comunali funzionali, ecc)”.

Masper, quindi, auspica che la mozione di sfiducia trovi il sostegno di tutti i consiglieri che si sono smarcati dal sostegno alla maggioranza, oltre che delle minoranze: “Sapendo che ormai nessun atto amministrativo giungerà più in consiglio comunale ed essendo imminenti le elezioni amministrative, perché tutti pensano al proprio orticello piuttosto che denunciare pubblicamente il fallimento di un’amministrazione comunale? Perché la minoranza di Insieme per Pedrengo e i consiglieri Foresti, Beretta e Locatelli, questi ultimi cacciati dal proprio sindaco non sostengono, avendo i numeri, la convocazione di un consiglio comunale e non votano la sfiducia al sindaco Gabbiadini?”.

Per far passare la mozione di sfiducia, naturalmente, è necessaria la condivisione dei gruppi di minoranza e dei consiglieri di maggioranza che si sono smarcati dal sostegno al sindaco. Ecco, dunque, l’appello di Masper: “Speriamo che in questi ultimi mesi si abbia il coraggio di riflettere e di porre al centro dell’attenzione i cittadini di Pedrengo, lasciando perdere vecchie logiche fatte di personalismi e valutazioni contrarie all’interesse dei propri cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pedrenghese stanco

    a casa, vogliamo il commissario

  2. Scritto da marco

    …RICORDIAMOCI CHE QUESTI SIGNORI 5 ANNI FA, APPENA ARRIVATI, SI ERANO QUASI RADDOPPIATI LO STIPENDIO…OPS LE INDENNITA’!!! andate a casa!!!!!!!!!!!!!

  3. Scritto da fabio

    chi è causa del suo mal pianga se stesso.se anche i suoi gli hanno girato le spalle ci sono motivi seri che vanno al di la delle scaramucce interne. promesse disattese?poca trasparenza?troppo ego del signor sindaco e dei sui pochi fedelissimi?comunque, se al prossimo consiglio andrà in minoranza non cambierà molto. per quel poco che è stato fatto nessuno sentirà la sua mancanza.

  4. Scritto da rosanna

    ma se il sindaco dà le dimissioni, da qui a maggio cosa accadrà? ki ci sara’ al posto suo? ma pensa te che situazione i dissapori non van bene sto flop spero sia stato di insegnamento a nuove persone che intendano candidarsi

    1. Scritto da consigliere comunale

      Semplice. Arriva un commissario – già stipendiato dallo stato – che svolge la normale amministrazione fino alle elezioni. Il comune risparmia perché il sindaco e assessori non prendono più le indennità.

  5. Scritto da gabriele

    ma mi chiedo cosa succederà al prossimo consiglio? ma è possibile che gli stessi della maggioranza gli votino contro? e se gli votano contro cosa succede è possibile ke il sindaco vada in minoranza e quindi si deba dimettere?

  6. Scritto da manuel

    direi che è in grosse difficoltà questa bella amministrazione ohi ohi ohi ooo o o o o ma come mai sta disfatta? quando eravate partiti alle elezioni non avevate fatto gruppo? qua c’è il difattismo

  7. Scritto da gipsy 2

    meno male che a maggio si vota …………meditate pedrenghesi,meditate.

  8. Scritto da gipsy

    che notiziona !!!!! Con questa maggioranza(siamo bravi solo noi,abbiamo vinto noi)dicono di aver risolto molti problemi……per fortuna che le amministrative sono imminenti…meditate pedrenghesi,meditate.

  9. Scritto da paolo

    il riordino della piattaforma non credo sia una cosa così difficile da farsi anche perchè continua a mancare l’accesso controllato mediante badge.la sorveglianza…lasciamo perdere.la metà delle telecamere non funziona.l’immigrazione non è competenza del comune ma dello Stato- opere pubbliche???quali? caro signor sper….mi faccia il piacere. si guardi attorno per vedere altri comuni come amministrano

    1. Scritto da sper

      Il controllo dell’immigrazione sul territorio parte dal comune con l’idoneità alloggiativa, la piattaforma sarà cosa semplice ma gli altri non Lo avevano mai fatto, l’incrocio di VIA kennedy, i giochi nei parchi, i parcheggi in piazza alpini etc sono opere pubbliche commisurate al patto di stabilitá, mi guardo intorno e sono contento di vivere a Pedrengo. Tutti bravi a parlare ma poi bisogna fare con gli scarsi mezzi a disposizione.

      1. Scritto da gipsy 3

        sempre i piu’ bravi,avanti cosi’………..

        1. Scritto da sper

          Si vede la differenza dei commenti! Chi parla di fatti e chi spara su sterili retoriche….forse ci si dimentica del prima amministrazione, grande opera pubblica il nuovo municipio senza parcheggi, sala consigliare e spazi adeguati…ragazzi soldi pubblici! E poi si guarda ai litigi?? sicuramente chi ragiona saprà chi votare, l’era delle pecore é finita…attendiamo commenti concreti

          1. Scritto da Rosanna

            “sper” ma te sei di pedrengo? io ci vivo e non tifo ne voi neanke gli altri ma almeno quelli di prima han dato una bella assestata al paese fatto migliorie notevoli e il comune è stato un modo x investire i soldi e lo state usando voi e far 2 passi x il parkeggio fa bene a tutti. non so se te sei mai passato prima di qualke anno fa al centro di pedrengo di fronte alla chiesa c’era un cessume ora c’è una bella piazza. NON GUARDO i litigi ma

          2. Scritto da sper

            A parte che il comune é pubblico ed io non lo uso, non so che strane idee tu abbia. In generale, se sai cosa é il patto di stabilità, dovresti anche sapere che oggi fare opere pubbliche è molto difficile, a parte questo, se reputi un buon investimento il nuovo municipio mi sa che non lo hai mai visto bene… assoluta libertà di pensiero! Mi fanno specie i commenti generali, privi di senso se non che dire a casa…se questo é l’elettorato medio..My good!

          3. Scritto da impara a scrivere

            Per sper….oltre che fare l’utile stampella al sindaco scrivi come mangi……credo tu volessi dire OH MY GOD e non GOOD….impara a parlare visto che ad amministrare hai già dimostrato molto…..poco!!!

  10. Scritto da sper

    Bello vedere dopo quasi 5 anni di minoranza inesistente e per nulla fattiva per il bene del paese, vedere paladini della giustizia improvvisarsi salvatori della patria. Il riordino della gestione della piattaforma ecologica che ha portato risorse prima sprecate nelle casse del paese, la sorveglianza del territorio, l’aiuto ai cittadini del paese più bisognosi, i controlli sull’immigrazione, le opere pubbliche con pochi fondi disponibili, la pulizia del territorio e altre cose dove le mettiamo?