BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Renzi: usciamo dalla palude con un nuovo governo Letta ormai alla fine

La direzione del Partito democratico ha approvato a stragrande maggioranza il documento del segretario Matteo Renzi con 136 sì e 16 no. Venerdì Enrico Letta salirà al Quirinale.

E’ la resa dei conti. Letta vai avanti. Oppure Letta fermati e lascia spazio a Renzi.

Questo decide giovedì pomeriggio la direzione nazionale del Partito democratico, a cui il premier non partecipa, dopo le ultime giornate al calor bianco quando una svolta che sembrava fino a pochi giorni fa impossibile è diventata l’opzione più gettonata e cioè quella di un repentino cambio alla cima del Governo. Un cambio tra l’attuale presidente del Consiglio Enrico Letta e un altro democratico, il segretario Matteo Renzi.

18

Il documento di Matteo Renzi passa a stragrande maggioranza: 136 sì e 16 no. Enrico Letta venerdì salirà al Quirinale per rassegnare le dimissioni.

16.35

Sempre Civati: io voterò contro. Avevo in mente un percorso diverso, pensavo che dalle primarie fosse emerso un discorso diverso. Ridare la parola ai cittadini attraverso un percorso che portasse a votare con una legge. Invece non lo si fa e non lo si fa attraverso un passaggio che non è affascinante caro Renzi, e non è democratico.

16.30

Pippo Civati: Questa non è una scelta obbligata, è una scelta politica. Ed è la soluzione che mi convince di meno. Non penso che sostituendo il premier noi dovremmo avere un destino diverso: io sono sempre stato contrario alle larghe intese. Chi dice che fare vuol dire durare?

16

Inizia il dibattito

15.57

Dobbiamo avere la consapevolezza delle nostre possibilità, noi del Pd: se l’Italia chiede un cambiamento, o la fa il Pd o non lo fa nessuno. Vi chiedo di uscire dalla palude.

15.53

Usciamo dalla palude con un progetto di rilancio radicale. Che non sia visto come polemica con chi ha guidato fin qui. Lo sport preferito di tutti in questi mesi è stato dare la colpa al Pd: oggi tutti chiedono al Pd di farli uscire dal guado. E allora visto che le elezioni non si possono fare, vi propongo di percorrere la strada meno battuta, quella più difficile: del cambio di esecutivo. 

15.52

Rischiamo con il vento in faccia. Assumiamoci il rischio di un cambiamento necessario ma anche delicato. In un momento istituzionale triste, mentre viene accusato il Presidente della Repubblica. 

15.50

Basta aspettare! dice Matteo Renzi. Cambiamo noi, facciamo noi le modifiche necessarie. Si rischia? Rischiamo.

15.46

Ora il Pd è a un bivio, il Pd che mai ha fatto mancare appoggio al governo, sia chiaro. Ora deve rischiare, e non è  un cambio caratteriale, assolutamente

15.43

Quindi, andare al voto non risolverebbe i problemi che abbiamo sul tappeto. La seconda possibilità è di avanzare un nuovo esecutivo. E’ una scelta difficile, ma bisogna essere chiari e sapere fin da subito e dichiarando anche all’Europa che si governa fino al 2018 per fare le riforme e la legge elettorale

15.42

O cambio o elezioni. Non possiamo più stare nel mezzo. E’ evidente che l’attività del governo ha vissuto una fase di difficoltà. Valore affascinante del passaggio elettorale: ma non c’è normativa in grado di garantire la certezza dela vittoria degli uni o degli altri. 

15.41

Renzi legge il Documento: la direzione del Pd ringrazia il governo, rileva la necessità di aprire un esecutivo nuovo

15.40

La direzione di oggi non sarà un processo al governo, anzi, ma bisogna capire se siamo in condizioni di aprire una pagina nuova. 

15.30

Renzi: per una volta vi annuncio che non vi saranno effetti speciali

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da MAURIZIO

    L’ipocrisia dei commentatori del Pd è pari solo all’ipocrisia dei vertici del Pd.

  2. Scritto da Lucky

    Formalmente sarà tutto entro i limiti del consentito…però io ‘sta sensazione di schifo non me la levo di dosso…

  3. Scritto da matteo B

    parliamoci chiaro.. chi ci guadagna da tutto ciò?! Il solito..ieri sera a servizio pubblico hanno spiegato anche abbastanza bene, se Renzi fallisce (facile visto la maggioranza rosicata) praticamente il Caimano risorge automaticamente (ma già in parte, visto oggi va da Napolitano)..se riesce anche solo a fare la legge come è presentata..il Caimano poi COMANDERa’..avrà maggioranza alle camere e si potrà eleggere pure il PdR (spero non lui stesso)

  4. Scritto da Marco

    Era già tutto previsto …
    Tutti in piazza a riprenderci la nostra ITALIA !!!

  5. Scritto da Sparvieros

    Non capisco queste manovre, e a dire il vero nemmeno molto di politica. Ma cosa cambierà con un altro ‘pipotto’ (mi si passi la parola) al governo per i comuni mortali come me???

  6. Scritto da nino cortesi

    Nulla di serio, nulla di nuovo. Così l’Italia strapiomba.
    Finchè non avremo Di Battista del M5* come premier, Prodi come Presidente della Repubblica e la legge elettorale come quella per l’elezione dei Sindaci non si caverà un ragno dal buco.

    1. Scritto da Piero

      Prodi presidente della Repubblica? Ma sei fuori?

      1. Scritto da mario59

        Te lo hanno proprio fatto andare completamente di traverso quelli di striscia la notizia.

  7. Scritto da A.Z. BG

    Alla faccia della democrazia.Questi si lamentavano delle cene di Arcore,ma i voti li prendevano e in parlamento avevano la fiduci. Qui re Giorgio,esponente del pd,fa e disfa senza mai far votare.Terzo governo di non eletti!Renzi non diceva che no gli interessava il governo se non con elezioni??Oggi,alla faccia dei piddini,ci sarà un pres, del consiglio condannato per danno erariale.Bravi pd e re Giorgio da napoli

    1. Scritto da Delirio

      Cosa centra la Costituzione (tutto ciò che sta accadendo e pienamente costituzionale ) con le cene di arcore ? Oggi ti buttava così ?

  8. Scritto da il polemico

    ennesima guerra in casa pd,tutti per uno e tutti contro tutti,dipende dalle occasioni….e poi criticano il berlusca che preferisce essere il solo candidato premier ad ogni elezione.beh,ora pure si obbligano i minorenni a romepre salvadanaio per raccattare qualche euro…mahhh

  9. Scritto da gigi

    Ma Renzi non è quello che aveva detto che non sarebbe mai andato al governo senza le elezioni? Che coerenza, ragazzi….. Purtroppo farà la stessa fine di d’Alema (stessa arroganza) quando ha silurato Prodi. Ci vuole sempre il PD per resuscitare il Silvio moribondo….

  10. Scritto da La verità fa male

    Ormai la forma e la Costituzione sono carta straccia (non si era mai visto neanche ai tempi della DC anni ’80 che il segretario di un partito impone al presidente del Consiglio dello stesso partito di dimettersi per fargli posto senza discuterne in Parlamento) ma l’inerzia e l’immobilismo dell’inutile governo Letta erano deplorevoli e dannosi. Per cui ben venga Renzi, e speriamo che mandi a casa un po’ di vecchi politicanti a partire dall’inquilino del Colle

  11. Scritto da MAURIZIO

    Il Pd, il Pdl e i loro ultimi derivati tossici sono la palude. Non possono cambiare una pubblica amministrazione ottocentesca, unta e truffatrice; non possono cancellare le regole velenose da loro scritte nei decenni; fanno i servi dei finanzieri. E continuano a balbettare logorroicamente di esecutivi, leader e alleanze.

  12. Scritto da Andrea

    bene siamo molto credibili i capi di governo si cambiano ogni 2/3 mesi…e S. se la ride… tornera’ da vincitore e Renzi rimarra’ solo un ricordo…peccato perche’ poteva batterlo alle elezioni…ma si sa… al Pd piace perdere!

  13. Scritto da ru

    Le pecore PD. Renzi con questa SECONDA mossa (dopo l’accordo sulla legge elettorale, che intanto comunque NON è stato tradotto in legge), ha rafforzato SB. A sua insaputa? Mah, io credo che sia tutto ma non sciocco politicamente. Forse troppo giovane.

  14. Scritto da Alberto

    Ennesima domostrazione che al pd della democrazia non importa una cippa, ovviamente con l’avallo del Napolitano: si nominano esecutivi a piacimento, strafregandosene bellamente della volontà del popolo e soprattutto della Costituzione.

    1. Scritto da Che Pasiensa

      Bisognerebbe che tu la conoscessi la Costituzione e , se così fosse, ti accorgeresti di che razza di sciocchezze dici.
      Perchè pigi sui tasti se ignori persino i suoi passaggi fondamentali ?

      1. Scritto da Diego

        Ennesima dimostrazione della supponenza degli elettori del PD.
        Il personaggio di prima non ha detto che illegale quello che stanno facendo o anticostituzionale, ma ha espresso un’opinione opinabile, visto che dibatti con arroganza leggi quello che si scrive.

        1. Scritto da Che Pasiensa

          Sii cortese , rileggi quello che ha scritto Alberto . Che pasiensa !

      2. Scritto da MAURIZIO

        Infatti, Mister Dialetto, la Costituzione dice di governare l’Italia senza che gli elettori scelgano l’esecutivo. E dice anche che Monsieur le President Napolitanò deve formare i governi.

        1. Scritto da Mister Dialetto

          Maurizio , in termini di Costituzione l’esecutivo (potere) in Italia viene scelto dagli elettori (parlamento), il vertice dell’esecutivo (Governo o in genere anche “esecutivo”) NON viene scelto dagli elettori ma raccoglie la fiducia del parlamento dopo che il Presidente ha sondato l’esistenza di una maggioranza ed ha conferito l’incarico.
          A meno che hai cambiato tu le cose di nascosto.

        2. Scritto da Che Pasiensa

          La Costituzione dice che l’Italia è una repubblica parlamentare (e il parlamento lo abbiamo appena eletto) e dice che in caso di crisi ( per qualunque motivo ) il Presidente della Repubblica ha il dovere di verifica dell’esistenza di un’altra maggioranza di governo . Questo è quanto, il resto è aria fritta mista a panzane . Se non lo sai informati, così ti eviti di … sprecare il fiato per niente.

          1. Scritto da MAURIZIO

            Caro, Mr Dialetto/Sapientone, Lei ha scritto : “…in termini di Costituzione l’esecutivo … in Italia viene scelto dagli elettori…, il vertice dell’esecutivo … o in genere anche “esecutivo” NON viene scelto dagli elettori…” Quando deciderà (con comodo) cosa sia un esecutivo e chi lo elegge, me lo faccia sapere.

    2. Scritto da mario59

      Purtroppo le devo dar ragione.

  15. Scritto da mario59

    La forzatura di Renzi è sostenuta dai Renziani del PD ma quello che fa più scalpore è l’appoggio che gli viene dato dai partiti di centro destra, e questo la dice di granlunga su chi effettivamente è il sindaco di Firenze.

    1. Scritto da Basta!

      Però bisogna mettersi d’accordo: o i voti li raccoglie il vecchio sistema PD, o li raccoglie Renzi. Sennò strada libera alla destra. Se l’elettorato dà più voti a Renzi, non credo sia merito del cavalcante. Sarà che gli elettori preferiscono avere come leader uno con le sue idee. Ebbasta con questa storia che Renzi è di destra.

      1. Scritto da Enzo

        Con una maggioranza legata a NCD , Renzi farà quello che faceva Letta , cioè niente riforme sostanziali. Diverso sarebbe stato fare la nuova legge elettorale con eliminazione del senato ed andare al voto.
        NCD (come il PDL e la lega) sono una palla al piede a difesa delle oligarchie,dei burocrati e delle rendite di posizione, M5s è totalmente inaffidabile e squinternato nelle idee per cui buonanotte al secchio !

      2. Scritto da mario59

        Non ci provo gusto a sostenere che Renzi è di destra, purtroppo basta ascoltare le sue proposte di cambiamento per capirlo.
        Renzi è stato eletto segretario del PD dopo le primarie con voti degli iscritti al partito..questo non vuol dire che adesso debba diventare primo ministro di tutti gli Italiani senza essere stato eletto dalla maggioranza degli Italiani.

        1. Scritto da Gino

          Può perchè la Costituzione italiana lo ammette in maniera chiarissima , se non ti piace devi cambiare la Costituzione .

          1. Scritto da mario59

            Allora cosa vuol dire, che nei decenni scorsi tutte le crisi di governo che hanno costretto il paese alle elezioni anticipate erano una farsa?
            E poi questo già parla di arrivare al 2018 vabbè che è già tanto se arriva a fine 2014, ma se davvero arrivasse al 2018 vuol dire che avremo un governo non scelto dagli Italiani per altri 5 anni..? alla faccia della democrazia..defunta e sepolta purtroppo.

          2. Scritto da Gino

            No, non era una farsa, il Presidente aveva verificato che non c’era la possibilità per nessuno di ottenere la fiducia delle camere. Cambi in corsa come questo in passato ne sono accaduti a decine , non che mi piaccia, ma perfettamente Costituzionale.

          3. Scritto da Sergio

            Eh, magari dopo 70 anni un pochino il mondo e le persone sono cambiati. Magari qualche revisioncina è necessaria anche al Vangelo della Repubblica Italiana. Se continuiamo ad ispirarci alla lettera a questo monumento polveroso che ha permesso la disfatta attuale del Paese, non ne veniamo più fuori. Sarà meglio pensare che qualcosa vada cambiato, no?

          4. Scritto da Gino

            Allora ne riparliamo dopo che sarà stata cambiata ?

        2. Scritto da Basta!

          Ah su questo non ci piove! Concordo con te! Però purtroppo, se sono le primarie a dire che Renzi sia il leader PD, evidentemente alla maggioranza degli elettori PD va bene questa deviazione di filosofia politica. E nulla c’entra il cavalcante che -ovviamente- gongola.

          1. Scritto da No, caro

            Questa “deviazione” Renzi non ce l’ha mai proposta !! Ha sempre parlato di governo a tempo per fare le riforme e poi al voto.