BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vittorio Conti, di Lovere, è il nuovo commissario dell’Inps

La carica dovrebbe essere a tempo (sei mesi con tutta probabilità) in attesa di riformare la Governance dell'Istituto di previdenza (la direzione sembra quella del modello duale con un consiglio di amministrazione snello e più spazio di controllo per il Civ) e procedere alla nomina di un nuovo presidente.

Il loverese Vttorio Conti, 71 anni, ex commissario Consob, è il nuovo commissario dell’Inps.

Il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini ha infati siglato il decreto che ora è alla firma del ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni.

La nomina arriva dopo le dimissioni del presidente dell’Inps, Antonio Mastrapasqua date dieci giorni fa. 

La carica dovrebbe essere a tempo (sei mesi con tutta probabilità) in attesa di riformare la Governance dell’Istituto di previdenza (la direzione sembra quella del modello duale con un consiglio di amministrazione snello e più spazio di controllo per il Civ) e procedere alla nomina di un nuovo presidente.

"La nomina di Vittorio Conti come commissario straordinario del SuperInps – sottolinea Giuliano Cazzola esperto di previdenza e a lungo nel collegio dei sindaci dell’Inps – ha un significato preciso. La fabbrica delle pensioni degli italiani, nei fatti, entra – ed è un bene – nella zona di influenza della Banca d’Italia, una delle poche istituzioni ancora affidabili”.

La soluzione tecnica, secondo quanto si è appreso, sarebbe stata caldeggiata dal ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni.

Conti è stato nominato alla Consob nel 2006, lasciata nel 2013, dall’allora ministro dell’Economia Tommaso Padoa Schioppa ma ha avuto una lunga esperienza in Comit (dal 1976 al 2000 per poi passare a Intesa).

Dal 1971 al 1976 ha lavorato come economista nel Servizio Studi della Banca d’Italia. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.