BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Montichiari, Tar di Brescia rimette in gioco Sacbo “Assegnazione irregolare”

Il Tar di Brescia si è pronunciato a favore di Sacbo in merito al ricorso sull'assegnazione ai veronesi di Catullo della gestione dell'aeroporto di Montichiari, decretandone l'irregolarità e ponendo come condizione indispensabile l'apertura di una gara pubblica.

Il Tar di Brescia si è pronunciato a favore di Sacbo in merito all’assegnazione della gestione dell’aeroporto Montichiari alla Catullo di Verona: la società che gestisce lo scalo bergamasco di Orio al Serio aveva fatto ricorso la scorsa primavera per contestare la concessione, per decreto ministeriale, per 40 anni alla società di casa all’aeroporto di Verona-Villafranca.

Un’assegnazione di questo tipo, hanno stabilito i giudici del Tribunale Amministrativo Regionale, è irregolare e può essere fatta solo attraverso una gara pubblica, da aprire secondo le regole comunitario-nazionali.

In attesa che venga aperta l’asta per l’assegnazione dello scalo bresciano, Sacbo torna quindi in corsa per la gestione nonostante resti viva la possibilità per la Catullo di un ulteriore ricorso al Consiglio di Stato. Montichiari diventerebbe per Sacbo una base d’appoggio di estrema importanza, sulla quale potrebbe essere spostata buona parte dei voli cargo, alleggerendo il traffico aereo del Caravaggio.

“In relazione al pronunciamento del TAR Brescia – commentano da Sacbo – che ha accolto il ricorso avverso il decreto ministeriale di affidamento della concessione per la gestione dell’Aeroporto di Montichiari alla Società Catullo di Verona, SACBO prende atto dell’esito, in linea con le proprie attese, ed esprime fiducia che il futuro dello scalo bresciano possa essere inquadrato in una logica di sviluppo del sistema aeroportuale della Lombardia e scaturire da un piano strategico basato in primis sulla sinergia con l’Aeroporto di Bergamo Orio al Serio. SACBO ribadisce la volontà di contribuire al rilancio dell’Aeroporto di Montichiari, candidandosi alla sua gestione, attraverso le procedure di gara e i meriti che saranno stabiliti dagli Enti e Autorità competenti, e mettendo a disposizione le proprie risorse tecniche e finanziarie. Nel contempo SACBO conferma la propria disponibilità ad avviare un confronto con i tutti soggetti interessati, per promuovere una fattiva collaborazione e sviluppare un piano industriale, anche sotto forma di compartecipazione, che assegni un ruolo primario al gestore dell’Aeroporto di Bergamo Orio al Serio nel rilancio dell’asset rappresentato dall’Aeroporto di Montichiari”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da stefano

    Magari trasferiscono li Orio…..sperem!

  2. Scritto da Giorgio Gori

    (Segue). Ritengo assolutamente auspicabile che la gestione di Sacbo possa estendersi allo scalo bresciano, e che possa accompagnarsi ad un trasferimento del traffico merci. Tale prospettiva risponde infatti anche all’interesse delle comunità locali interessate dal traffico aeroportuale, le cui esigenze vanno necessariamente accordate con lo sviluppo dello scalo bergamasco”.

    1. Scritto da Roberto Spadoni

      Tu non sei Giorgio Gori, sei solo un millantatore. E’ così che fate la lotta contro l’aeroporto? Conosco il pensiero di Gori! So cosa pensa dell’aeroporto. Bastava leggere i giornali! La gente non è tutta scema!
      Perché non fai leggere il tuo commento al candiato delle primarie del PD, visto che usi il suo nome e vediamo cosa ti dice? Per difendere un bene pubblico contro il suo giusto sviluppo non vi rimane che la menzogna, da tanto siete in fallo.

      1. Scritto da Luigi

        Chiunque sia (immagino sia il Gori vero) dice cose di assoluto e totale buonsenso.

  3. Scritto da Giorgio Gori

    La decisione del TAR di Brescia riapre i giochi e consente di guardare con fiducia alla prospettiva di un diretto coinvolgimento di Sacbo nella gestione dello scalo di Montichiari. La società bergamasca ha i titoli e le competenze per aspirare alla gestione dell’aeroporto di Montichiari. L’obiettivo dev’essere quello di realizzare una vera sinergia con Orio, nel quadro di un rafforzato assetto degli scali lombardi. (Segue)

  4. Scritto da G76

    Chi tra Sacbo, i bresciani di Abem e i veronesi di Catullo si aggiudicherà la gestione di Montichiari si porterà a casa l’aeroporto con le migliori connessioni e le maggiori prospettive di sviluppo d’Italia.
    Altrimenti l’alternativa è lasciare tutto allo stato attuale, con aeroporti come Orio nella morsa del traffico divenuto ormai ingestibile, e sprecare ogni anno milioni di euro per una struttura già pronta e sottoutilizzata… Credo non convenga a nessuno.

  5. Scritto da wiess

    Bene,speriamo non ne seguano solo chiacchiere.