BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo aperta per Expo La città si accende con i colori dei Cluster

Dal 19 al 21 febbraio Bergamo ospita il “Cluster Participants Meeting”, iniziativa che coinvolgerà i 70 Paesi che prenderanno parte ad Expo nei nove Cluster tematici: a fronte dell'evento chiuso in fiera, la città verrà divisa in nove aree e nove colori che prendono spunto dai temi e dai colori Cluster, aprendosi ai suoi ospiti internazionali.

Più informazioni su

È di Bergamo il primo passo ufficiale verso il primo maggio 2015, data del taglio del nastro dell’Expo milanese dal tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita”: dal 19 al 21 febbraio la nostra città ospiterà il Cluster Participants Meeting, iniziativa che coinvolge i 70 Paesi che prenderanno parte all’esposizione universale all’interno di nove Cluster tematici, Riso, Cacao, Caffè, Cereali e tuberi, Frutta e legumi, Spezie, Bio-Mediterraneo, Isole, mare e cibo, Agricoltura nelle zone aride.

L’evento, promosso da Expo e coordinato dalla Camera di Commercio di Bergamo con i partner Ente Fiera Promoberg, Bergamo Convention Bureau, Turismo Bergamo e con gli sponsor Sacbo e Atb, vedrà la partecipazione di oltre 300 delegati, in rappresentanza di Stati in grado di rappresentare una vera piattaforma di contatto per i soggetti economici-culturali di Bergamo in vista di futuri interscambi sia nel periodo dell’Expo 2015 che per sviluppi più ampi e duraturi.

Le tre giornate di meeting si apriranno mercoledì 19 febbraio e continuerà giovedì 20 con una serie di incotri a porte chiuse al Polo Fieristico di via Lunga. Venerdì 21 febbraio, invece, l’evento si sposterà in città, con iniziative specifiche alla ex Borsa Merci.

“Si tratterà del primo vero momento di contatto tra Expo e Bergamo – ha sottolineato il segretario generale della Camera di Commercio di Bergamo Emanuele Prati – Ci siamo posti due obiettivi: dare ai rappresentanti dei Paesi Cluster buoni motivi per tornare a Bergamo e far conoscere il nostro sistema economico e industriale in vista di possibili sviluppi futuri”.

Per quanto riguarda il primo obiettivo citato da Prati, fondamentale è stato il coinvolgimento del Distretto Urbano del Commercio Bergamo Centro, molto attivo nell’organizzazione di una serie di iniziative per offrire la giusta accoglienza ai delegati che raggiungeranno la nostra città.

Bergamo si aprirà per farsi conoscere ed apprezzare in tutte le sue eccellenze, grazie al coinvolgimento degli operatori dell’ospitalità: la città diventerà colorata e multietnica e ai commercianti è stato chiesto di prolungare l’orario di apertura e di pensare ad eventi e colorare i negozi secondo i temi dei Cluster per tutta la settimana dal 17 al 22 febbraio. Ecco allora che la città verrà divisa in nove aree e nove colori che prendono spunto dai temi dei Cluster con specifici loghi colorati: via Tasso e via Pignolo saranno identificate dal colore grigio per il Riso; via Borfuro e piazza Matteotti castano per il Cacao; via Broseta, piazza Pontida e via Sant’Alessandro marrone per il caffè; viale Papa Giovanni XXIII, via D’Alzano e via Paglia giallo per i Cereali e tuberi; via Zambonate, Moroni, San Bernardino, Quarenghi e Spaventa verde per Frutta e Legumi; Galleria Santa Marta arancione per le Spezie; via XX Settembre e Sant’Orsola azzurro per il Bio-Mediterraneo; via Tiraboschi, Largo Medaglie d’Oro, via Taramelli e via Camozzi blu per Isole, mare e cibo; e in via Belotti e al Quadriportico del Sentierone sabbia per Agricoltura nelle zone aride.

Un’ulteriore iniziativa prevede la presenza in alcuni spazi della città di elementi luminosi con richiami ecosostenibili che evocano il Mondo e l’albero dela Vita del Padiglione Italia.

“E’ importante che non solo il commercio ma tutto il territorio si metta in gioco per far sì che l’Expo non sia sfruttato solamente come evento spot ma come qualcosa che rimanga sul territorio – ha commentato Alessandro Riva, amministratore delegato del Distretto Bergamo Centro – Dovrà essere la settimana dell’accoglienza: Expo è un’opportunità non solo da cogliere ma soprattutto da vivere”.

Un ruolo di primaria importanza sarà ricoperto anche dall’Ente Fiera Promoberg: “Avremo il compito di ospitare la convention – ricorda il segretario generale Luigi Trigona – Gli enti del territorio sono riusciti a fare squadra e per la prima volta abbiamo la possibilità di metterci in mostra in un evento di portata internazionale. Turismo Bergamo in particolare coordinerà tutti i soggetti, fungendo da trait d’union per rendere partecipe la città all’evento”.

Ed è di Turismo Bergamo l’idea di un logo che identificherà tutti i progetti e le iniziative in ottica di Expo 2015: “Idee per Expo. Emozioni, entusiasmo ed energia”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.