Rientro capitali dall'estero Giovanni Sanga è relatore in commissione Finanze - BergamoNews
In parlamento

Rientro capitali dall’estero Giovanni Sanga è relatore in commissione Finanze

L'onorevole bergamasco Giovanni Sanga, Pd, sarà il relatore in Commissione Finanze per la conversione del decreto – legge n. 4 del 2014 – per le disposizioni urgenti in materia di emersione e rientro di capitali detenuti all'estero.

Nel rientro di capitali dalla Svizzera c’è un protagonista bergamasco: è l’onorevole del Partito Democratico Giovanni Sanga. Il parlamentare bergamasco sarà il relatore in Commissione Finanze per l’avvio dell’esame, in sede referente, del disegno di legge C. 2012, di conversione del decreto – legge n. 4 del 2014 – disposizioni urgenti in materia di emersione e rientro di capitali detenuti all’estero, nonché altre disposizioni urgenti in materia tributaria e contributiva e di rinvio di termini relativi ad adempimenti tributari e contributivi. Si tratta di una materia delicata, anche perché per il rientro di capitali non si prevede nessun condono e nessuna forma di amnistia.

La regolarizzazione comporterà l’integrale pagamento delle tasse dovute, solo con una riduzione rispetto alle penali previste. L’attuale decreto, firmato dal Capo dello Stato, riguarda in generale il rientro dei capitali all’estero. Il decreto prevede inoltre lo stop all’anonimato per usufruire dei benefici per il rientro dei capitali detenuti illegalmente all’estero e, da sempre, l’anonimato costituisce uno dei nodi irrisolti nelle trattative tra i diversi Paesi.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it