BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Maroni al Bolognini: “Abolito il ticket per 800 mila anziani” fotogallery

L'intervento del presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni all'inaugurazione del nuovo blocco medico dell'ospedale Bolognini di Seriate: "Siamo riusciti a ottenere dal Governo di Roma - ha proseguito Maroni - l'approvazione dei costi standard, il che ha portato per la Regione Lombardia un incremento di risorse pari a 75 milioni di euro. Abbiamo utilizzato questi fondi per abolire il ticket per 800.000 anziani pensionati lombardi

"Con la mia presenza oggi voglio testimoniare l’impegno della Regione per la sanità, il socio sanitario e il sistema di welfare". E’ quanto ha dichiarato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo all’inaugurazione del nuovo blocco medico dell’ospedale Bolognini di Seriate. Presente all’evento anche l’assessore all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi.

NIENTE TICKET

"Siamo riusciti a ottenere dal Governo di Roma – ha proseguito Maroni – l’approvazione dei costi standard, il che ha portato per la Regione Lombardia un incremento di risorse pari a 75 milioni di euro. Abbiamo utilizzato questi fondi per abolire il ticket per 800.000 anziani pensionati lombardi, che, da quest’anno, non lo pagheranno più per i medicinali".

STRUTTURE E SERVIZI

"E’ un impegno che va in due direzioni – ha spiegato Maroni -: innanzitutto quella delle strutture, l’ammodernamento delle quali richiede investimenti che la Regione ha fatto, fa e continua a fare. Per il 2014 abbiamo previsto risorse consistenti: quasi 1 milione di euro al giorno. La seconda direzione è quella dei servizi: il 75 per cento del bilancio è speso per i servizi socio sanitari, con un impegno di circa 17 miliardi ogni anno, su cui abbiamo la responsabilità di un controllo doppio: sono soldi pubblici e sono spesi per salute e per le persone in difficoltà".

SISTEMA DI ECCELLENZA

"Questi fondi – ha proseguito Maroni – sostengono un sistema di eccellenza, che non è solo ‘verticale’, ossia legato alle grandi strutture, ma anche ‘orizzontale’, cioè legato al territorio. Io sono interessato ad avere grandi centri di ricerca, perché c’è una vocazione naturale per la ricerca e l’innovazione in Lombardia, ma questa attività viene svolta quotidianamente anche qui e in tutte le strutture e quindi io sono interessato alle strutture sul territorio. Questa è la ricchezza della nostra grande regione, la capacità che ha, ciascuno nel proprio ruolo, di dare il massimo anzi di più di quanto chiede il contratto di lavoro. Non a caso la Lombardia è la regione che ha il maggior numero di persone che si dedicano al volontariato".

GRAZIE A MEDICI E INFERMIERI

Il presidente Maroni ha poi rivolto un particolare ringraziamento ai medici e agli infermieri, perché "senza loro i soldi non servirebbero a granché".

"Molti – ha detto ancora – vengono da fuori per farsi curare e la capacità che la Regione ha di mettere a disposizione le macchine conta per il 50 per cento; l’altro 50 per cento è la disponibilità, la passione l’impegno, il calore e la vicinanza di medici e infermieri".

RISPOSTE CONCRETE

"Tutti gli interventi che facciamo – ha aggiunto Maroni, annunciando la sua visita di oggi pomeriggio a Castione – servono per dare risposta concreta ai bisogni dei cittadini, che sono interpretati da amministratori e sindaci". "I nostri sindaci – ha sottolineato Maroni – sono bravi amministratori. Basti pensare che alla fine dell’anno scorso sono stati capaci di risparmiare 8 miliardi di euro, che non possono spendere, perché il Patto di stabilità, anzi il ‘patto di stupidità’, li mette in un fondo nazionale a disposizione di chi ha avuto problemi di bilancio. La battaglia delle battaglie è il superamento del Patto di stabilità. Non è giusto che chi risparmia dei soldi non li possa spendere".

RIFORMA SANITÀ

"Anche per quanto riguarda il fondo sanitario – ha chiarito Maroni – in caso di risparmio, i fondi non possono essere spesi per altre cose e vanno restituiti". "Stiamo preparando una riforma – ha concluso Maroni – per rendere il sistema ancora più eccellente. Nel provvedimento che il Consiglio regionale discuterà spero presto, l’impegno è che, se ci sarà risparmio di risorse, queste potranno essere spese nel sistema, per renderlo ancora migliore e più efficiente"

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Spiù

    Pare che nell’occasione sia stato detto dell’altro …..
    http://bergamo.corriere.it/cronaca/14_febbraio_07/qui-infermieri-migliori-1bacfc74-9006-11e3-b53f-05c5f8d49c92.shtml

  2. Scritto da Colibri

    MARONI ma cosa dice io personalmente ho varie esenzioni per diverse patologie tra queste una per malattia rara eppure mensilmente spendo circa 50 EURO in medicinali e sono purtroppo
    costretto a prendere questi farmaci se voglio ” vivere “percepisco 270 euro d’invalidità avanti lei che mi vien da ridere anche se piango

  3. Scritto da carlo

    bisognerebbe distinguere fra pensionati e pensionati, è giusto che un pensionato con 50.000 euro di pensione annua non paghi niente e un operaio con 700 euro al mese debba pagare tutto, i ticket andrebbero pagati secondo il reddito, immaginate che risate si fanno i titolari di pensioni d’oro

    1. Scritto da dark

      SACROSANTO. E così dovrebb’essere anche per un politico, a maggior ragione se di esperienza, come maroni.

  4. Scritto da Marco

    Bruni (PD) propone droga libera per tutti, Maroni invece fa risparmiare 75 milioni di euro alla regione e toglie i ticket a 800.000 anziani. Notare la differenza di priorità dei due schieramenti..

    Grande Bobo continua così e chiudi presto i cordoni della borsa verso roma così poi vediamo chi sta in piedi e chi no

    1. Scritto da Lazzarù

      La droga libera per tutti c’è già e tu ne sei la dimostrazione . In tanti anni al governo la lega non ha fatto niente , Letta i costi standard che consentono questo risparmio li ha applicati per davvero. Perditempo astenersi , pedalare.

      1. Scritto da batman

        lazzaru’ e’ stato il trio (maroni/zaia/cota)
        a far imporre i costi standard, seno’ letta avrebbe fatto
        il classico calderone, in Padania una siringa costa 6 centesem,
        in terronia 25 centesem.

        svegliett fö

        http://www.umbria24.it/sanita-battaglia-tra-presidenti-sulle-tre-regioni-virtuose-scelta-rinviata-maroni-attacca-lumbria/198252.html

        1. Scritto da Ascualmàr

          Vedo che come nick ti piace il nome del tuo alleato politico laziale . Dev’essere per questo che ti viene naturale raccontare pu…..te ! Chemmefrega di quello che dicono Cota/zaia/maroni ? Ne dicono e ne fanno tante, che contano sono i numeri ed i fatti . Ed i fatti li ha fatti LETTA ! Voi avete avuto quasi 10 anni per farli , risultato ? ZERO , anzi avete mandato la nazione alla malora !!!!

          1. Scritto da batman

            bravo!!! bravo!! , sei capace di raccontare le barzellette, non ne hai
            altre… sto ridendo come un matto.
            thankyou.

          2. Scritto da Marco

            Chiaro che li ha fatti Letta visto che c’è lui al governo peccato che la proposta del federalismo sanitario sia della Lega ed è lì pronta all’approvazione, vanno solo controllati i nuovi costi standard nazionali e messa al voto così com’è. Non certo grazie a Letta che voleva proporre tutt’altro, ricordiamoci che è anche quello che aveva proposto tagli ai comuni che lottavano contro la ludopatia (malattia del gioco d’azzardo)

          3. Scritto da Ascualmàr

            Di cose sul federalismo la lega ne ha dette tante e fatte ZERO , i fatti sono fatti. La fessacchiata sulla ludopatia risparmiamela , tutte le leggi sull’azzardo in italia le avete fatte con voi al governo , è meglio che lasci perdere …..

  5. Scritto da Gerry

    L’opposizione non fa niente , i costi standard li hanno introdotti Monti e Letta . Nei 10 anni prima non si è fatto un tubo pur essendo al governo. Punto.

    1. Scritto da La verità fa male

      Monti non ha introdotto un bel niente, anzi, dovendo solo approvare i decreti attuativi (già preparati dal governo precedente) ha tentato di affossare i costi standard …. invece con l’IMU Monti ha mantenuto il nome della tassa (per convincere i fessi che era colpa del governo precedente) poi l’ha appesantita con i nuovi moltiplicatori catastali. Se c’è stato un governo scelleratissimo al quale la Lega ha fatto benissimo ad opporsi questo è stato il governo Monti servo dei banchieri

      1. Scritto da Barzellette

        Caro la verità fa male, le bugie uccidono , manco la realtà dei fatti ti va bene ? Quasi 10 anni di governo della LEGA , mi dici quanti costi standard hai visto : ZERO ! La tua immagine della lega che si oppone ai governi che cercano di raccattare i cocci tremendi causati dai loro quasi 10 anni di disastri è addirittura da teatro dei pupi.

    2. Scritto da Alberto

      Veramente i costi standard li ha introdotti Calderoli. Poi il popolo italiano, terrorizzato dal pd, ha pensato bene di bocciare tutto l’impianto della riforma. Ora, come sempre dopo minimo un decennio, la sinistra arriva a capirla e la fa sua (un pò come successo con lo scudo fiscale ed altre decine di cose: loro lo chiamano Voluntary Disclosure, fa più figo e la gente non se ne accorge).

      1. Scritto da Introduzioni

        Li ha introdotti dove ? Se vuoi te lo spiego io dove ce li ha introdotti , insieme al falò delle leggi inutili (!!??), della legge elettorale e di tonnellate di altre cose . Vado o preferisci darti alla fuga immediata ?

      2. Scritto da Falò

        E quando mai ? Stai facendo del cabaret ? Ma non ti rendi conto che meno parli di calderoli e meglio è per voi ?