BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Squinzi: “Se Letta si presenta a mani vuote ci appelliamo a Napolitano”

Un governo Letta bis, Renzi premier, o elezioni? In caso di impasse del Governo sul fronte dello sviluppo e delle risposte alla crisi sollecitate dalle imprese, "il Presidente della Repubblica sapra' prendere le decisioni giuste", avverte Squinzi. "Piu' che un disfattista, credo di essere un realista" e' la replica del leader degli industriali alla stoccata che gli ha lanciato il premier nei giorni scorsi.

Più informazioni su

Un governo Letta bis, Renzi premier, o elezioni? In caso di impasse del Governo sul fronte dello sviluppo e delle risposte alla crisi sollecitate dalle imprese, "il Presidente della Repubblica sapra’ prendere le decisioni giuste", avverte il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi. "Piu’ che un disfattista, credo di essere un realista" e’ la replica del leader degli industriali alla stoccata che gli ha lanciato il premier nei giorni scorsi. Poi ieri il faccia a faccia a Palazzo Chigi. "Ci siamo spiegati – dice il leader degli industriali – Gli ho presentato le nostre priorita’, che devono essere realizzate in tempi strettissimi". Dal premier l’impegno a venire il 19 a Confindustria, per partecipare ad una riunione del direttivo degli industriali: Squinzi si aspetta che lo faccia "portando delle soluzioni, alcune gia’ fatte, altre avviate".

 "Sarebbe un grosso problema" se il premier Letta si presentasse in Confindustria, il 19 febbraio, senza risposte concrete al pressing degli industriali – continua Squinzi – "Qui i soldi, qui il cammello". E se le risposte non arriveranno, a quel punto "mi affido", dice Squinzi, al Capo dello Stato, che "nella sua grande saggezza, che ho avuto modo di sperimentare piu’ volte, prendera’ le decisioni giuste".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo

    il mestiere del presidente di confindustria è piangere sempre miseria, oggi sfrutta la crisi per avere ancora di più,

  2. Scritto da nino cortesi

    Napolitano, Letta, Renzi sono la rovina dell’Italia e delle famiglie italiane. Siccome intendono fare le elezioni nel 2018, l’Italia non solo marcirà del tutto ma diventerà putrefatta.
    A noi elettori resta il voto, che con il loro inossidabile ed usuale metodo, resterà un voto sempre e solo in canna. A tavola imbandita ci stanno sempre loro, che mangiano carne ed a noi lasciano l’osso.

    1. Scritto da Ma de Che ?

      Se stato a cena con loro 3 per sapere che vogliono fare le elezioni nel 2018 ? Perchè racconti balle ? Riforma elettorale, abolizione del senato, abolizione delle province e modifica del titolo quinto per dare una pettinata agli abusi delle regioni. I nullafacenti del M5S cosa fanno ? Il NULLA , le leggi le fa la maggioranza e voi per VOSTRA scelta non servite a NULLA. Perditempo astenersi, a casa.

  3. Scritto da Giorgio

    Insieme alle priorità Squinzi deve presentare “come” finanziarle . O quello è un dettaglio ?

  4. Scritto da pippo

    infatti il titolo è sbagliato.
    “se Letta di presenta a mani vuote” sarebbe corretto.
    L’incontro è squinzi-Letta.
    Così riportano tutti i giornali nazionali.
    Lapsus froidiano?

  5. Scritto da Carlo Pezzotta

    Un’altro ricatto dai nostri industrialotti. Non che Letta o Renzi siano i salvatori della patria, ma ergersi loro, a sapere come uscirne, mi fa veramente schifo. Loro, gli industrialotti italiani, che hanno sempre socializzato le perdite e capitalizzato i profitti e mi spiego meglio: le perdite le hanno sempre fatte pagare al popolo italiota con il benestare dei sindacati e i profitti se li sono sempre intascati loro usandoli per i loro loschi affari anzichè investirli nelle loro aziende.

    1. Scritto da Tontolotto

      Giusto, ma l’alternativa è peggio. Un presidente della Repubblica che abiura la patria non è meno peggio dei Marchionne che la tradiscono portando le sue aziende all’estero.
      In fondo questi industriali finora sono stati mantenuti da politici alla Napolitano, alla Letta, alla Monti, e mettici pure Berlusconi così ti faccio contento.
      Se ne esce uscendo dall’Europa, tontolotto

  6. Scritto da fm

    Se Letta o se Renzi? Il titolo e il testo sono contradditori.