BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Anteprime, sequel e remake Il 2014 delle serie tv accontenterà tutti

Il 2014 delle serialità televisiva si annuncia spettacolare: grandi aspettative da Homeland, Game of thrones e The walking dead, curiosità per la prima di House of cards e di Extant. Per gli amanti del crime ci sono True detective e un remake di Romanzo criminale.

di Ivan Leoni

A giudicare dai nomi degli attori e dei registi ingaggiati, quello che attende gli appassionati della serialità sarà un anno all’insegna di produzioni di tutto rispetto. Certo bisognerà poi vedere se ai budget e alle velleità delle case di produzione corrisponderà un livello qualitativo all’altezza delle aspettative.

Va detto che nel corso degli ultimi anni il linguaggio della serialità televisiva ha offerto spunti e sguardi sull’esistente davvero interessanti. In effetti, a generare le maggiori aspettative sono proprio le serie che hanno già fatto il botto di pubblico e critica nel corso degli ultimi anni: su tutte Homeland, Game of thrones – Il trono di spade e The walking dead le quali, nonostante qualche sbavatura, sono riuscite a convincere le avanguardie culturali pop, a tenere vivo l’interesse degli aficionados e ad intercettare l’attenzione anche del pubblico di massa – prova ne è che in Italia vengono trasmesse contemporaneamente alla messa in onda negli Stati Uniti.

Particolarmente degni di nota saranno gli arrivi della prima stagione di House of Cards, con Kevin Spacy, e della dramedy ideata da Jenji Kohan, già autrice della brillantissima Weeds: Orange is the new black si rifà alle vicende reali di Piper Kerman aprendo uno sguardo originale sul mondo carcerario femminile – e sull’universo femminile contemporaneo tout court. Le due serie saranno entrambe distribuite dalla piattaforma online Netflix che, sempre nel corso dell’anno, darà alla luce anche Sense8, science-fiction d’autore firmata dai fratelli Wachowski, quelli di Matrix per intenderci.

In estate partirà anche Extant, una produzione CBS firmata Steven Spielberg e interpretata da Halle Berry. E cosa dire dell’imminente remake in salsa serial di Fargo, film culto dei fratelli Coen? Vogliamo parlare del cast, nel quale comparirà Billy Bob Thorton, che proprio con i Coen ci ha regalato la sua migliore interpretazione ne "L’uomo che non c’era"?

Woody Harrelson e Matthew McConaughey sono invece i due protagonisti di True Detective, crime d’autore che li vede impegnati, lungo differenti orizzonti temporali, in una caccia al serial killer che da oltre vent’anni se ne gira indisturbato per la Louisiana. La serie è in onda su HBO dal 12 gennaio e pare arrivi in Italia in autunno.

A sorpresa, si segnala infine anche il remake dell’italianissimo Romanzo criminale, di Stefano Sollima, tratta dall’omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo, già portato sul grande schermo da Michele Placido: il canale via cavo Starz ha incaricato Steven S. DeKnight, creatore di Spartacus, di realizzare l’adattamento americano “dell’unica serie italiana di cui possiamo andare fieri” (Aldo Grasso dixit). Un bel colpaccio.

Morale: ce n’è per tutti i gusti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.