BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, gli oratori si fanno belli: il Comune cofinanzia

Le parrocchie di San Tomaso e del Villaggio degli Sposi pronte a sistemare gli impianti di gioco: riceveranno 100mila euro a testa dal bando messo a disposizione del Comune.

Più informazioni su

Importanti novità per gli oratori di San Tomaso Apostolo e del Villaggio degli Sposi che nei prossimi mesi si faranno belli anche grazie ai finanziamenti a fondo perduto che saranno messi a disposizione dal Comune di Bergamo. 

Al bando pensato appositamente per la ristrutturazione delle strutture sportive e delle parrocchie hanno partecipato tre oratori. Oltre ai due già citati, anche quello di San Paolo Apostolo si era fatto avanti nelle prime settimane del 2014 ma, conti alla mano, don Locatelli ha pensato di ritirare la richiesta per via delle troppe spese. Il bando del Comue, infatti, avrebbe coperto fino al 50% dei costi da sostenere e solo San Tomaso e il Villaggio degli Sposi hanno portato avanti la richiesta e riceveranno 100mila euro a testa. Nel primo oratorio sarà completamente rifatto il campo di calcio a undici, che resterà col fondo in sabbia ma avrà delle importanti novità che faranno sì che non si formeranno più, in caso di pioggia, delle fastidiose pozze d’acqua, mentre l’impianto di illuminazione sarà cambiato da cima a fondo.

Nel secondo caso, invece, gli interventi riguarderanno tutta l’area dei campi da gioco e del cortile: l’area destinata alle partite di calcio avrà il manto in sintetico e la zona adiacente sarà predisposta ad accogliere la costruzione degli spogliatoi, che avverrà in futuro. Il costo del tutto sarà di 300mila euro e, oltre al contributo del Comune, il quartiere ha già avviato una sottoscrizione popolare per racogliere altri fondi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Siamo schiavi dei fascisti e della Chiesa, che sono la faccia della stessa medaglia.
    Con il M5* reagiremo con regole basate su onestà e trasparenza.

  2. Scritto da Nicola

    Un grazie vero e di cuore all’Assessore Minuti per aver creduto e sostenuto questo bando che permetterà a centinai di ragazi di fare sport su impianti migliori

  3. Scritto da poeret

    scandaloso.. e mi dispiace che tanta/troppa gente non ci arrivi che è sbagliato, si usano i soldi di tutti per opere PRIVATE.

  4. Scritto da mario59

    Scandaloso è a dire poco…non hanno soldi per riparare le scuole, in molti casi non mettono più neanche la carta igienica nei bagni, ma trovano i soldi (pubblici) per finanziare strutture di proprietà privata..ma nemmeno la DC negli anni 60/70 si permetteva di fare certe cose.

    1. Scritto da DC World

      la DC faceva di peggio e di certo non per la collettività…

  5. Scritto da Filippo

    Patetici, stucchevoli, prevedibili, banali e qualunquisti
    i commenti contrari a queste utili e opportuni finanziamenti del Comune di Bergamo agli oratori. Sappiamo bene l’importante utiliità sociale che gli oratori, credenti o non credenti, svolgono.

    1. Scritto da lotty

      Patetico sarà lei. L’utilità socialei dovrebbe essere garantita da strutture pubbliche gestite dai comuni(centri di aggregazione), invece si preferisce demandare alla chiesa che non aspetta altro per guadagnare e insieme fare proselitismo.

      1. Scritto da NO chiesa? …!??

        Già, lo vada a dire a quelli che senza Don Resmini e senza Caritas sarebbero all’addiaccio da anni….e senza andar indietro nei decenni. Un conto è l’ideale. Poi c’è il reale. E su questo la chiesa ha fatto da sola più di tanti stati, non solo in Italia. se poi lei vede solo quel che non funziona, allora faccia la sua…(e lo stato e le istituzioni non han fatto e fanno le loro?….

        1. Scritto da mao

          Lei è un pochino confuso,nessuno vuol discutere la funzione sociale della chiesa,ma le sovvenzioni con i soldi dei cittadini sono un’altro paio di maniche.Facendola corta la Chiesa mette il becco in tutte le faccende italiane,in quelle straniere no perché non li vogliono tra i piedi,ma se qualcuno si azzarda a dir loro qualcosa apriti cielo.

          1. Scritto da ru

            mi sembra che confonda un poco lei: un conto i soldi un conto i cittadini, lei dice in sostanza. Ma per servire i poveri non occorrono anche risorse, non solo umane? Ci sono uomini della chiesa e cittadini dello stato? Poi lei dice del “becco” che mette la chiesa nelle “faccende italiane”. Scusi ma non è questo un altro piano? A me sembra, al di là di tutto, SI. Forse, così stanti le cose, è lo Stato che dovrebbe porre una linea di distinzione.

          2. Scritto da mao

            Lei confonde il servire i poveri con rifare campi da calcio,oratori,questi 200mila euro non servono per comprare vestiti,pasta,pane,pannolini,servono per sistemare proprietà della curia di Bergamo chiaro.Il becco lo mettono eccome,che lei sia d’accordo o no,e poi il discorso nei post è stato allargato perché qualche signora ha sostenuto che gli oratori sono sicuri,uscita non fu più infelice di questa.

  6. Scritto da giorgio

    I soldi per manutenere le case popolari non si trovano, ma i soldi per gli oratori si…..

  7. Scritto da grillo

    Ma quanto sono patetici questi blogger anticlericali! Il sostegno dato dagli enti pubblici va bene per tutto tranne che quando va a sostenere qualche opera sociale che fa capo alla Chiesa! Come se coloro che utilizzeranno queste attrezzature sportive saranno “quelli della curia” e non i nostri ragazzi. Le mani generose di tante persone e il cuore di tanti volontari sapranno far sì che queste risorse fruttino al meglio!

    1. Scritto da mario59

      Ecco bravo… le mani generose di cittadini privati e i volontari, sono liberi di fare ciò che vogliono, mentre gli enti pubblici non devono regalare i soldi dei cittadini ad associazioni private, è vero gli oratori sono luoghi di ritrovo dei ragazzi, ma sono comunque delle proprietà private, pertanto ribadisco chi vuol fare donazioni è liberissimo di farlo, ma i soldi di tutti i cittadini devono essere spesi solo e unicamente per le strutture pubbliche.

      1. Scritto da Alberto

        Vale anche per i regali milardari fatti dal pd alle banche?

  8. Scritto da lotty

    Vergognoso! Con tutti i soldi che ha la curia, il comune invece di pensare alle scuole statali bisognose di restauri finanzia il vaticano.

  9. Scritto da mao

    Non sono d’accordo,sono si usufruiti dalla comunità ma sono di proprietà delle parrocchie dunque paghi la curia altrimenti rimangano come sono. Ridicolo 100mila euro a San Tommaso ma il campo rimarrà in sabbia,cosa li usano per far che i soldi.Caro Sindaco e colleghi date soldi che non sono vostri ma dei cittadini,che pagano tasse su tasse,dovreste avere il buongusto di chiedere alla gente se è d’accordo,voi chiedete il parere ai cittadini solo per le scemenze ma il patto di stabilità!!!

    1. Scritto da Mamma

      Sì e poi dove vanno i nostri figli a giocare?

      1. Scritto da lotty

        Magari in posti più sicuri…

        1. Scritto da mamma

          Al centro sociale?

          1. Scritto da mao

            Non faccia la spiritosa,al centro sociale i ragazzi si faranno sicuramente qualche spinello o berranno della birra,suonano e ascoltano musica,ma non educano nessuno,in oratorio o comunque in luoghi della chiesa gli spifferi sono diventati uragani abbiamo visto quali educande affollano questi luoghi,lei cara mamma si sente ancora tanto sicura.

          2. Scritto da tze tung

            Carissimo mao, complimenti per la bella dichiarazione…. I centri sociali non educano NESSUNO..
            Vogliamo chiedere al comune di Bergamo quanti soldi ha speso per il Paci Paciana?????? e quello non è di proprietà di quelli che lo usano )o meglio lo OCCUPANO), ma solo del comune cioè NOSTRO…. ma io non ci posso andare perchè non la penso esattamente come quelli. negli oratorio invece quelli come te possono sempre entrare, e, forse, anche essere EDUCATI.