BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, 1,5 milioni di “rosso” per il mercato della stagione 2013-’14

L'acquisto più caro è stato Cigarini, arrivato in comproprietà dal Napoli per 2,2 milioni di euro, quello di gennaio Bentancourt per 1,5 milioni. Tra le entrate spiccano i 4,8 milioni incassati dalla Juventus per Peluso.

Più informazioni su

Un milione e 650mila euro di rosso. E’ il bilancio del mercato atalantino per la stagione 2013-’14, in perfetta linea con quelli che sono stati gli investimenti della serie A. Pochi, molto pochi. Sono infatti solo quattro le squadre che hanno effettuato pesanti spese tra luglio, agosto e gennaio con il Napoli che – tra entrate e uscite – ha sborsato più di 25 milioni di euro, mentre Inter e Sassuolo superano i 23 milioni. Doppia cifra anche per il Milan di Adriano Galliani che è finito in rosso di ben 11 milioni di euro. Tra le "piccole" ha speso più dell’Atalanta solo il Livorno, con 2 milioni e 100mila euro di rosso.

Le sorprese arrivano da Roma (+ 40 milioni di euro), Udinese (+ 14 milioni), Torino e Parma (+ 9 milioni), capaci di confezionare un avanzo molto consistente e, al tempo stesso, di disputare una prima parte di stagione di grande livello (eccezion fatta per i friulani che, comunque, si stanno giocando la semifinale di Coppa Italia con la Fiorentina). La Juventus, prima della classe nella massima serie, è stata capace di chiudere con un positivo + 6 milioni di euro.

Per l’Atalanta, dunque, un milione e mezzo di investimento: si tratta della differenza tra i 7.850.000 euro di uscite e i 6.200.000 euro di incassi. L’acquisto più costoso del mercato di gennaio è stato Ruben Bentancourt per il quale Antonio Percassi ha staccato un assegno di 1,5 milioni di euro (più eventuali bonus), mentre la spesa più alta affrontata tra luglio, agosto e gennaio è stata quella per la metà del cartellino di Luca Cigarini, costato 2,2 milioni di euro. Vanno poi segnalati gli 800mila euro per il riscatto di Daniele Baselli, il milione e 600mila euro per l’acquisto a titolo definitivo di Constantin Nica, gli 800mila euro per il cartellino di Luigi Giorgi e i 300mila per il ritorno a Bergamo di Giulio Migliaccio dal Palermo. In estate sono stati spesi anche 200mila euro per la risoluzione della comproprietà di Leonardo Gatto e 450mila euro per l’acquisto di Prince Gouano dalla Juventus.

Sul fronte uscite spiccano i 4,8 milioni di euro incassati dai bianconeri per Federico Peluso (nel gennaio 2013 sbarcato a Torino in prestito con obbligo di riscatto), gli 800mila euro pagati dal Chievo per Ivan Radovanovic e i 500mila euro entrati sempre dai veronesi per il prestito di Matteo Ardemagni. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da luc

    1.600.000 euro Nica, 1.600.000 € Baselli! Qualcosa non quadra! Qui qualcuno racconda balle!

  2. Scritto da andrew

    Bisognerebbe lanciarli questi giovani acquistati, se si fanno giocare ogni 5 partite non hanno continuità e non cresceranno mai, Benalouane non mi sembra così scarso anzi, è un onesto giocatore! Bisogna avere il coraggio e l’ allenatore giusto per farlo, purtroppo Colantuono essendo un buonissimo allenatore non lancia i giovani! probabilmente ora la priorià della Atalanta è salvarsi per contenere i l’ investimento fatto da Percassi

  3. Scritto da informazione

    betancourt pagato 125 mila euro!!!!! altro che 1,5 mil piu bonus!!

  4. Scritto da Aladin

    Si chiama Bentacourt.
    Speriamo sia inutile come Benalouane (cit. Passirani).

    1. Scritto da Alberto

      Aladin come Nica o se non ti basta come Canini- se vuoi come Scaloni. Se non ti basta Troise- o vuoi Parrà e Matheu- questi erano tue citazioni-

      1. Scritto da LF

        Cambia squadra sempre forza Atalanta

    2. Scritto da Aladin

      Giusto Bentancourt. Va beh, lo chiameremo Benta-gol e finita lì.

  5. Scritto da Colibri

    ma non capisco tutte le squadre piangono miseria ma perché continuano ad investire se ci perdono??? mistero

  6. Scritto da gutembergem

    Senza l’assurdo acquisto di Costantin Nica in pratica mai visto in campo, il bilancio sarebbe stato stato addirittura positivo, se poi ci mettiamo quello eccezionale di Ruben Betancourt del quale in mister dichiara di neanche conoscere (vedi intervista di settimana scorsa), sarebbe stato un bilancio eccezionale!!! Una domanda, che cosa sono stati presi a fare???