BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Maltempo non-stop Sarà una settimana piovosa Record di neve sulle Alpi previsioni

Il maltempo non concede tregua all'Italia e alla Lombardia, e anche tutta la nuova settimana risulterà molto perturbata a causa dell'ingresso di nuove perturbazioni atlantiche: una breve tregua è prevista per giovedì, poi tornerà a piovere. Il bel tempo si farà attendere almeno per un'altra settimana.

Più informazioni su

Il maltempo non concede tregua all’Italia e alla Lombardia, e anche tutta la nuova settimana risulterà molto perturbata a causa dell’ingresso di nuove perturbazioni atlantiche. La quota neve, dopo essersi portata intorno ai 1200- 1500 metri tenderà ad abbassarsi localmente fino a quote collinari. Mercoledì possibilità di rovesci anche intensi, mentre giovedì avremo una breve pausa asciutta e soleggiata sui monti, ma durerà poco: già da venerdì arriveranno nuove perturbazioni. Per un miglioramento decisivo ancora non si vedono speranze, forse bisognerà attendere la seconda decade di febbraio, ancora un miraggio invece l’arrivo del freddo. Ma tutto è in evoluzione.

Italia ostaggio di un’ondata di maltempo senza fine, con frane, allagamenti e fiumi in piena da Nord a Sud, mentre sulle Alpi orientali si registrano fino a oltre 5 metri di neve al di sopra dei 1800 metri. “Ci troviamo in una situazione bloccata, che vede un profondo ciclone sul Nordovest Europa alimentare perturbazioni a ripetizione sull’Italia, mentre l’alta pressione se ne sta lontana sull’Est Europa”, spiega Edoardo Ferrara, meteorologo di3bmeteo.com, che prosegue: “Una situazione decisamente anomala e di stampo autunnale che si trascina da tutto gennaio. Al Nord è piovuto fino al 200/300% in più del normale, mentre nella scorsa settimana a Roma è caduto un quantitativo di pioggia che in cinque giorni ha più che triplicato la media mensile. In Liguria mai registrato un gennaio così piovoso: battuto anche il precedente record del ‘96”.

Sulle Alpi continua l’emergenza neve, specie su quelle orientali, dove nevicate così importanti non si registravano dalla fine degli Anni ‘70; si spala la neve dai tetti per evitarne il crollo dal Trentino alle Alpi carniche.

“Una nuova perturbazione piuttosto intensa ci interesserà tra martedì e mercoledì – avverte Ferrara – con un altro carico di piogge e rovesci destinato soprattutto al Nord e sulle centrali tirreniche, dove potremo avere anche qualche temporale”.

Nuove nevicate interesseranno tutto l’arco alpino, con ulteriori apporti anche di oltre 1 metro al di sopra dei 1700-1800metri; l’abbassamento delle temperature consentirà questa volta un calo della quota neve progressivamente fin sotto i 1000 metri, anche 500-600 metri sul Nordovest entro mercoledì. Più ai margini del nuovo peggioramento l’estremo Sud, Sicilia e le adriatiche, dove comunque potrà transitare qualche pioggia o acquazzone.

“Breve pausa tra giovedì e venerdì, specie al Centrosud, dove il sole si farà finalmente apprezzare, ma già entro sabato giungerà una nuova perturbazione, con piogge, rovesci e nevicate in montagna a partire dal Nord – concludono da 3bmeteo.com – L’alta pressione? Non prima del 10 febbraio”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.