BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dall’Isola a Lizzola la vacanza dei ragazzi di Camminiamo Insieme

Ragazzi diversamente abili dell’Isola Bergamasca insieme ai volontari dell’Associazione Camminiamo Insieme Onlus in vacanza sollievo a Lizzola, a Valbondione, dal 31 gennaio al 2 febbraio scorso. Il Presidente, Luca Rossi: “Abbiamo condiviso momenti stupendi con ragazzi meravigliosi. Vera risorsa della nostra realtà associativa sono i molti giovani impegnati nella solidarietà ed attenzione per il prossimo”.

Dal 31 gennaio al 2 febbraio scorso, un gruppo di venticinque giovani tra ragazzi e volontari dell’Associazione Camminiamo Insieme Onlus di Sotto il Monte Giovanni XXIII hanno trascorso una vacanza sollievo sulle vette bergamasche innevate, a Lizzola, frazione di Valbondione. L’iniziativa della vacanza sollievo invernale, che completa quella prevista nel periodo estivo, coinvolge numerosi ragazzi diversamente abili del territorio dell’Isola Bergamasca. Vero punto di forza di Camminiamo Insieme Onlus è il forte carattere sovracomunale sia per quanto attiene ai ragazzi e familiari che partecipano alle attività sia ai volontari che rendono possibile ogni iniziativa.

I progetti sollievo si affiancano alle attività che ogni settimana, durante tutto l’anno, si svolgono presso la sede dell’associazione in via Centralino, 2 a Sotto il Monte Giovanni XXIII. L’Associazione è da tempo impegnata nella sensibilizzazione del territorio in merito ai temi della disabilità per sviluppare nella Comunità una autentica attenzione e sensibilità verso le persone più fragili. Quest’anno la struttura che ha ospitato l’Associazione per il soggiorno sollievo a Lizzola a Valbondione, è stato l’Hotel Gioan, ai gestori l’associazione rinnova i più sinceri ringraziamenti per la disponibilità e la loro cortesia.

“Camminiamo Insieme è nata nel 2000 per rispondere ai bisogni delle famiglie con ragazzi diversamente abili e offrire servizi per il territorio, il carattere sovracomunale è stato, e continua ad essere, uno dei punti di forza della nostra realtà e motivo di apprezzamento da parte di tanti sostenitori, di istituzioni pubbliche e private – spiega Luca Rossi, Presidente dell’Associazione dal 2003 -. Il soggiorno sollievo invernale, svoltosi a Lizzola dal 31 gennaio al 2 febbraio, è stato un momento di forte aggregazione tra ragazzi diversamente abili e volontari. Grazie alla disponibilità di tanti giovani volontari è stato possibile organizzare questa iniziativa per far trascorrere alcuni giorni in allegria ai ragazzi e, allo stesso tempo, offrire ai familiari la possibilità di beneficiare di un periodo di sollievo. Grazie di cuore ai numerosi volontari che, con passione e generosità, dedicano il loro tempo a favore dell’Associazione Camminiamo Insieme Onlus mettendo al centro del nostro stare insieme questi ragazzi meravigliosi. Un ringraziamento anche ai familiari dei nostri ragazzi per la fiducia della quale ci onorano facendo partecipare i propri figli alle varie attività organizzate durante l’anno”.

Camminiamo Insieme Onlus è sempre alla ricerca di nuovi volontari pronti a mettersi in gioco e dedicare parte del proprio tempo per il prossimo. Lunedì rivolge a tutti un invito a visitare l’associazione il lunedì sera dalle 20.30 alle 23 nella sede di via Centralino, 2 a Sotto il Monte Giovanni XXIII oppure contattare il numero 346.0865636 o inviare una mail a camminiamoinsiemeonlus@gmail.com.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Carlo

    Iniziativa bella ma con poco risalto da parte dei media. Questi volontari sono un esempio per tutti noi.