BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Vandali a Boccaleone, Tentorio e la Giunta devono fare qualcosa”

Disagio giovanile a Boccaleone, entra in scena anche il Consiglio comunale. Giovedì, durante la seduta a PalaFrizzoni, il Pd di Bergamo ha consegnato un Odg firmato dagli esponenti del partito per mettere in risalto il problema legato all'acuirsi di “bande” di adolescenti nel quartiere cittadino.

Più informazioni su

Disagio giovanile a Boccaleone, entra in scena anche il Consiglio comunale. Giovedì, durante la seduta a PalaFrizzoni, il Pd di Bergamo ha consegnato un Odg firmato dagli esponenti del partito per mettere in risalto il problema legato all’acuirsi di “bande” di adolescenti nel quartiere cittadino. “L’ultimo episodio – si legge sull’Odg – lo scorso 24 gennaio quando l’oratorio di Boccalone è stato colpito da danneggiamenti di vandali, riconducibili al disagio giovanile. Il Comune non può non può delegare alle Parrocchie la quasi totalità del supporto educativo al mondo del disagio giovanile e o adolescenziale”.

Per questo il Pd, con l’Odg firmato dal consigliere Giacomo Angeloni, chiede al sindaco Franco Tentorio e alla sua Giunta “di ridefinire la convenzione con la cooperativa che gestisce il Cag finanziando le ore di strada degli educatori con l’obiettivo dei fornire un supporto educativo per gli adolescenti del quartiere, di valutare la possibilità di sostenere economicamente la presenza di un educatore dell’oratorio di Boccalone e di supportare il neonato gruppo di lavoro sul disagio giovanile e di rilanciare il coordinamento delle agenzie educative nel quartiere in oggetto”.

Nel quartiere di Boccaleone l’allarme del disagio giovanile è salito ai massimi livelli dopo l’episodio dello scorso 24 gennaio, quando l’oratorio è stato preso di mira da un gruppo di giovanissimi vandali. Per lanciare un messaggio forte don Claudio Federici ha deciso di sospendere tutte le attività ludiche dell’oratorio per un’intera settimana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ct

    “danneggiamenti di vandali, riconducibili al disagio giovanile”: ma cos’è il disagio giovanile? Angeloni, parliamo dell’inadeguatezza dei genitori, del cattivo esempio dato dalla TV e, soprattutto, dai politici

  2. Scritto da LUCIANA

    Per la partita dei ragazzi di 16 anni il ragazzo che ha rotto il setto nasale è stato a causa di uno scontro di gioco.Tant’è che il ragazzo non è neppure stato ammonito. L’allenatore è stato espulso e anche il vice ma sono stati “riabilitati” leggasi il comunicato della FIGC in quanto l’Arbitro non è riuscita a tenere la partita. Va bene tutto ma informiamoci prima di sparare sulla Croce Rossa. Grazie

  3. Scritto da Luciana

    Buona sera, leggo con ritardo quanto si scrive sui ragazzi che giocano a calcio nell’ASDC ORATORIO BOCCALEONE. Per il lancio dei fumogeni e petardi siamo intervenuti più volte ad invitare i ragazzi a non continuare ma era una serata “particolare” c’era una partita in “notturna” e i ragazzi erano tutti compagni del ragazzo che si era buttato dal balcone e volevano ricordarlo con striscioni, petardi e fumogeni.

  4. Scritto da Andrea

    Il quartiere ormai è schiavo di questi ragazzini. Le forze dell’ordine non hanno il potere di fare nulla e non risolvono nulla. Queste persone vanno accompagnate in un percorso di educazione che evidentemente non hanno. Serve tempo, ma è l’unico modo per avere risultati concreti a lungo termine.

  5. Scritto da alessandro

    robi…..se non sai le cose non parlare

  6. Scritto da oscar

    e fare pagare i danni ai genitori di questi teppisti

  7. Scritto da oscar

    poi, una volta identificati dalle Forze di Polizia….NON SUCCEDE NIENTE

  8. Scritto da robi

    La seconda partita è stata sospesa per eccesso di violenza in campo da parte dei giocatori del Boccaleone: due caviglie e un setto nasale rotto, allenatore, vice-allenatore, capitano espulsi e un altro giocatore espulsi, i primi tre per proteste e l’altro per fallo violento; oltre ad altri 2 o 3 ammoniti…
    Se il primo maleducato è l’allenatore, che dovrebbe anche essere un educatore, non si può pretendere che i ragazzi siano educati…

    1. Scritto da grave

      Segnalerei la cosa al csi mi pare grave!

  9. Scritto da robi

    Non è colpa dell’amministrazione….
    Vi racconto due fatti realmente accaduti nel giro di un paio di mesi a Boccaleone: ho due figli di età diverse / 14 e 16 anni) che giocano a calcio nella squadra e quest’anno entrambi hanno incontrato il Boccaleone.
    La prima partita è stata sospesa perché “tifosi” hanno lanciato fumogeni e petardi in camp e nessuno della società è intervenuto a chiedere a questi ragazzini di interrompere.

  10. Scritto da Sheldrake

    Ma cosa educatori?!? Qua ci voglio carabinieri e polizia che pattuglino tutta la zona!
    Mi vergogno di vivere in un quartiere del genere!
    Che questi teppisti vengano presi e “sbattuti dentro”!

    1. Scritto da giacomo

      sono minorenni!

      1. Scritto da gianni

        bene, anche i genitori !