BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Immigrati, uno su quattro abita in Lombardia A Bergamo sono l’11,8%

Quasi un quarto degli stranieri d'Italia abita in Lombardia. Stesso vale per gli occupati: uno su quattro lavora nella regione. Il ventitreesimo Dossier Caritas e Migrantes descrive ancora una volta la Lombardia come la terra promessa dei migranti. In particolare per i cittadini provenienti da Paesi fuori dall'Unione europea: il 26,5 per cento sta in Lombardia.

Più informazioni su

Quasi un quarto degli stranieri d’Italia abita in Lombardia. Stesso vale per gli occupati: uno su quattro lavora nella regione. Il ventitreesimo Dossier Caritas e Migrantes descrive ancora una volta la Lombardia come la terra promessa dei migranti. In particolare per i cittadini provenienti da Paesi fuori dall’Unione europea: il 26,5 per cento sta in Lombardia.

Il mercato del lavoro. Il settore d’impiego dove la manodopera straniera e’ piu’ forte (secondo i dati del Terzo Rapporto annuale sul mercato del lavoro degli immigrati edito dal Ministero del Lavoro, luglio 2013) e’ quello di "trasporti, comunicazioni, attivita’ finanziarie ed altri servizi", che pesa per il 25 per cento, seguito da "alberghi e ristoranti" (21,2 per cento), "attivita’ svolte da famiglie e convivenze" (18 per cento) e "costruzioni" (12,8 per cento).

Se nel Dossier 2012 gli studiosi di Caritas e Migrantes parlavano di "tenuta dell’occupazione dei nati all’estero rispetto agli autoctoni", nel 2013 la situazione e’ diversa. I dati dell’Osservatorio Regionale per l’integrazione e la multietnicita’ (Orim) segnalano che mai la disoccupazione tra gli stranieri e’ stata alta come quest’anno: il tasso si attesta al 14,3 per cento, contro il 6,9 di cinque anni fa. Nello stesso arco di tempo gli occupati sono calati dell’8,2 per cento. La situazione si e’ aggravata soprattutto per gli uomini (+10,9 per cento di tasso di disoccupazione e -4,5% di occupazione); mentre per le donne la crisi e’ piu’ contenuta (+3,4 per cento disoccupazione, -1,9 per cento occupazione). Il perdurare della crisi ha contribuito al mantenimento, scrivono i ricercatori Caritas e Migrantes, di un "mercato del lavoro parallelo", "caratterizzato da canali etnicizzati di accesso all’impiego (dalle reti di connazionali, alle cooperative fornitrici di manodopera, a veri e propri sistemi di caporalato), bassi livelli di tutela e stabilita’, condizioni di lavoro e retributive svantaggiose". "La segmentazione del mercato secondo linee di tipo etnico", concludono i ricercatori, ha contribuito a cronicizzare le distinzioni tra "lavoro da immigrati" e "lavoro da italiani", con conseguenti livelli di salario differenti.

Chi sono gli immigrati in Lombardia. Dei 691 mila occupati stranieri lombardi, il 14,7 per cento sono romeni (137 mila), seguiti da marocchini (7,8 per cento), albanesi (7,4 per cento), egiziani (6,5 per cento) e cinesi (4,9 per cento). Il 22 per cento di chi fa l’imprenditore ha l’azienda in Lombardia: marocchini, romeni, cinesi e albanesi sono le etnie in testa (insieme contano il 56,8 per cento del totale). Milano e’ di gran lunga la provincia con il piu’ alto tasso di presenza straniera (il 34,8 per cento abita nei dintorni del capoluogo), seguita da Brescia (al 15 per cento) e Bergamo (all’11,8).

Nuovi nati e studenti. Il 22 per cento dei nati in Lombardia ha cittadinanza straniera. Nel mantovano e nel bresciano la percentuale di figli con almeno un genitore straniero e’ molto piu’ alta: tocca in una il 36,6 per cento e nell’altra il 35,2. Questo alto tasso di natalita’ si ripercuote anche nelle classi. La Lombardia e’ la regione d’Italia che accoglie piu’ studenti stranieri nelle sue classi (il 24,3 per cento del totale), concentrati soprattutto nelle scuole primarie (il 22 per cento dei studenti stranieri lombardi ha tra i 6 e i 10 anni). L’Emergenza Nord Africa.

Il Dossier Caritas e Migrantes dedica poi una parte del capitolo sulla Lombardia alla tanto discussa Emergenza Nord Africa. Al 27 marzo 2012, sono state attivate in regione 227 strutture, con cui sono state accolte 825 persone (di cui 804 in strutture diocesane). Trenta le nazionalita’ di provenienza dei migranti: Nigeria, Tunisia, Mali, Costa d’Avorio e Ghana soprattutto. 39 strutture sono state in grado di fornire anche un orientamento legale e psicologico e hanno seguito le pratiche per la domanda d’asilo anche dopo il primo diniego della Commissione territoriale, l’ente ministeriale preposto a decidere sulla pratica dell’asilo. Le strutture che hanno vissuto momenti di tensione tra ospiti e operatori sono state 36.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Bungo bungo

    Di italiani nel mondo cisono almeno una cinquantina di millioni nella prima ondata: nell’America del nord e sud. Nell’Africa del Sud e del Nord, nell’Asia…
    Attualmente 5000 000 sono migranti in altri paesi, esempio :
    Sara C.
    ” io ho il figlio che vive e lavora oramai da 2 anni a Bogotà/Colombia e la sua esperienza è uguale a quanto descritto nell’articolo.”
    Se la Fiat cambia sede e il sistema globale lascia tanti “nuovi senza terra”, la soluzione và cercata dove potrà essere trovata…

  2. Scritto da Strano

    poverini andrebbero aiutati però
    GIUSTO AIUTIAMOLI A TORNARE DA DOVE ARRIVANO STE
    LAZZARONI MANTENUTI

  3. Scritto da vergogna

    Ci riempiono di immigrati e poi cui danno dei razzisti se ci lamentiamo (pero’ da loro non li vogliono….) GRAZIE intanto è la nostra la vita che è diventata invivibile! Siamo noi che abbiamo paura ad uscire di casa,a stare in negozio,a prendere untreno!

    1. Scritto da Ascualmàr

      Ci riempiono chi ? Prova a guardare chi c’era al governo negli anni della della grande marea immigratoria : i tuoi amichetti verdolini !

      1. Scritto da Il Naggio

        LA grande marea immigratoria adesso che non c’è la Lega è piu che decuplicata.

        1. Scritto da Ahahah

          2002-2011 – Popolazione straniera residente : si passa da 1,3 milioni del 2002 ai 3,9 milioni di fine 2011 . Fonte ufficiale.
          Ma tu in questi anni non ti sei mai affacciato alla finestra ? Esci di casa qualche volta ….. fai un giretto …….

  4. Scritto da Basta

    RIcordate quando anni fa qualcuno diceva che saremmo stati invasi e che le nostre città sarebbe diventate invivibili???
    Ecco il risultato,non lamentatevi ora. E ricordate che tutti a parte LEGA hanno votato lo svuotacarceri e hanno cancellato il reato di immigrazione clandestina! Li vanno a prendere in mezzo al mare e li spediscono a noi e ci dicono di stare zitti…

    1. Scritto da Siforàl

      Ti hanno paracadutato da Marte ? Guardati le statistiche dell’aumento dell’immigrazione con AL GOVERNO LA LEGA ! Da record mondiale assoluto . Anche senza statistiche bastava che guardassi fuori dalla finestra , è quasi triplicata. A chi volevi che facesse comodo tutta quella manodopera pagata due lire , alle imprese dei “komunisti” ? Desdes fo ke l’è ura !

      1. Scritto da Delfino

        Sei ossessionato dalla lega e leghisti (che ne hanno fatte di ogni colore) ma bisogna dargli atto che hanno provato a fermare la marea.Naturalmente derisi e contrastati da tutti gli altri (dagli al leghista).Ora, benpensante sarai preoccupato x la DEMOCRAZIA. Guarda come siamo messi e fatti l’esame di coscienza (politica).
        Anche le Tue tasse vanno li,pero sarai contento che nn sono + i leghisti ma i sobri che maneggiano.
        Auguri all’Italia

        1. Scritto da Siforàl

          No , sono ossessionato dagli ipocriti . Se a un partito non va bene non sta al governo , sta all’opposizione . O per la lega la questione dell’immigrazione era marginale ?

          1. Scritto da delfino

            ma che vuol dire.Se anziche deridere e denigrare chi tentava di fermare l’assalto aveste x 1 volta aiutato ad applicare qualche regola ora non saremmo assaliti da tutta questa gente straniera (hanno il diritto di provare a migliorare la loro vita) senza nessuna regola .avanti tutti ,paghiamo noi con le ns tasse .

      2. Scritto da mochela

        Coopertive,agenzie interinali,tutte le associazioni “di volontariato”..informati su chi ci ha guadagnato. Informati su chi le gestisce.

        1. Scritto da Campana Martel

          Accidenti ! vuoi dire che l’immane massa di immigrati che erano nei cantieri edili , stradali, nelle aziende agricole, negli allevamenti , nelle concerie ecc ecc in realtà erano stati assunti e pagati dalla Caritas e non dagli imprenditori ? Ne sai sempre una più del diavolo …… Giupì al tuo confronto era un premio nobel per la fisica …….

  5. Scritto da Silvana

    Non c’è lavoro, ma restano qui ugualmente, conoscono minuziosamente tutte le possibilità per sfruttare l’assistenza sociale, non ti pagano l’affitto, tanto sanno che prima dello sfratto passano anni e vanno anche in lista per la casa popolare. Adesso anche la clandestinità non è reato penale, meglio se andiamo via noi dall’Italia.

  6. Scritto da BERGAMO CAMBIA

    è necessaria una delega alle relazioni con le comunità straniere. Si ritiene indispensabile gestire, monitorare e favorire le politiche di integrazione.Non è più possibile ignorare o delegare alle strutture religiose, delle associazioni di volontariato un quadro sociale che modifica la composizione anagrafica e culturale dei prossimi anni.L’Amministrazione deve essere capace di governare i mutamenti sociali e la composizione dei cittadini è il più rilevante dei cambiamenti.

  7. Scritto da Jack

    Non capisco perchè gli immigrati clandestini che commettono reati, e sono tanti, non vengono rispediti al loro paese ma dobbiamo mantenerli noi, nelle nostre carceri e nei nostri centri. Schifo di paese

    1. Scritto da Ciufolo

      Il perchè prova a chiederlo alla LEGA che è stata al governo per tantissimi anni . Magari loro ti sanno dire.

  8. Scritto da Omar

    Due omanda per i “buonisti” e progressisti cjhe predicano l’accoglienza
    1) Secondo voi 10-15 anni fa si stava meglio o peggio nelle nostre città?
    2) QUANTI NE VOLETE FAR ARRIVARE?

    Grazie.

    1. Scritto da Chiarimento

      Intendi dire prima che la LEGA andasse al governo ? Perchè con lei al governo ne sono arrivati l’iradiddio .

    2. Scritto da Valtesse

      Si stava peggio perchè mancavano donne portatrici di vita.

    3. Scritto da meglio

      si stava meglio…. poi hanno governato Berlusconi e Lega

      1. Scritto da povero

        Poveraccio che sei…fatti non slogan.

        1. Scritto da Alà Barlafüs

          Più “fatti” dell’aver portato lo stato sull’orlo del fallimento e noi al disastro cosa vuoi ? Le sette piaghe dell’apocalisse ?

          1. Scritto da fatti

            Ogni anno la Lombardia regala 50 MILIARDI di euro al resto delle regioni. Secondo te sull’orlo del fallimento ci ha portato chi caccia i soldi o chi li spende pur non avendoli? Non è difficile sai? Se tutte le altre regioni fossero virtuose come la Lombardia..tempo perso,tanto vedi solo quello che vuoi cedere.

          2. Scritto da Jeff

            Chi era al governo : PDL e Lega , non c’è ombra di dubbio.

      2. Scritto da giorgio

        ma basta con questa storia quando non si hanno argomenti……

      3. Scritto da kurt Erdam

        Mi ha rubato le parole di bocca.In questi anni,inoltre,le fabbriche sono andate all’estero e qui sono arrivati i clandestini da far lavorare in nero per le imprese edili e la raccolta dei pomodori ecc….Dati alla mano con berlusconi/lega i clandestini sono triplicati(me l’a confermato anche la mamma del gatto perché lo sa anche lei)

      4. Scritto da Pierluigi

        Maroni aveva bloccato tutti gli sbarchi,arrestato 30 dei 32 mafiosi più ricercati,dato più potere ai sindaci sulla sicurezza.Avevano chiuso Lampedusa per mancanza di ospiti danneggiando gli incassi delle ass.finto caritatevoli,poi è arrivato re giorgi con monti,letta,alfano e cancellieri.

        1. Scritto da Umberto

          Ah ah ah ah , Maroni ha sparpagliato tunisini e libici per tutt’italia , paesi bergamaschi compresi .

  9. Scritto da meditate

    Meditate gente meditate.

  10. Scritto da ivan

    Secondo i dati del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria (Dap), si contano oggi 22.770 detenuti stranieri, un terzo della popolazione carceraria. ..(gli immigrati sono circa il 7% della polpolazione italiana…). Fate voi le proprzioni con i dati sopra! Ma non dite nulla,muti e testa bassa altrimenti passate per razzisti.

    1. Scritto da Jack

      Infatti, poi non gli fanno nulla, vengono qua a farsi la bella vita pagati da noi

      1. Scritto da esatto

        esatto, pensa che un abitante di Arcore, condannato in terzo grado, è in giro con auto blu, scorta e “morosa” giovane al seguito

      2. Scritto da mario59

        Commetti un reato uguale e anche tu andrai a fare la bella vita come loro.

  11. Scritto da Luca

    Ecco perchè in Lombardia è cosi’ alto il tasso di criminalità!

  12. Scritto da Arturo

    Troppi, a casa loro tutti e subito.Altro che mare nostrum,è diventato mare loro e qui, casa loro, buttandoci fuori dalle nostre case.Anche il marocchino rapinatore di via Bonomelli è bravo, inseiame all’altro che domenica sera ha picchiato un autista di linea a Ponte s. Pietro che gli chiedeva il biglietto?Tutti a mare.

    1. Scritto da mario59

      Purtroppo fa più rumore un’albero che cade di una foresta che cresce.

      1. Scritto da Prego?

        E dove sarebbe la foresta che crsce?