BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nocerina retrocessa nei dilettanti, prosciolto l’atalantino Cremaschi

Il club salentino paga a caro prezzo il derby-farsa giocato all’Arechi contro la Salernitana e il corredo accessorio di sospetti. Squalifica evitata per il giovane in prestito dai nerazzurri

Più informazioni su

Nocerina retrocessa nei dilettanti, salvo l’atalantino Cremaschi. La squadra campana è stata esclusa dalla Lega Pro per illecito sportivo, con assegnazione da parte del Consiglio Federale a uno dei campionati di categoria inferiore, oltre a un’ammenda di 10mila euro.

Il club molosso paga a caro prezzo il derby-farsa giocato all’Arechi contro la Salernitana e il corredo accessorio di sospetti e minacce: la sentenza (immediatamente esecutiva) della Commissione Disciplinare presieduta da Sergio Artico ha censurato duramente il match giocato lo scorso 10 novembre e interrotto al 21′ del primo tempo dopo le 3 sostituzioni effettuate dai rossoneri.

Accolte gran parte delle richieste del procuratore federale Stefano Palazzi. Per la dirigenza: 3 anni e 6 mesi per il presidente Luigi Benevento; 3 anni e 6 mesi per il direttore generale Luigi Pavarese; 3 anni e 6 mesi per il medico sociale, Giovanni Rosati; 3 anni e 6 mesi anche per il tecnico Gaetano Fontana, il suo vice Fusco ed il medico del club Rosati. Squalifica di 1 anno comminata per i calciatori: Domenico Danti, Edmunde Etse Hottor, Iuzvisen Petar Kostadinovic, Franco Lepore e Lorenzo Remedi.

Sono stati prosciolti dalle accuse contestate, invece, i calciatori Carlo Cremaschi (in prestito dall’Atalanta), Davide Evacuo, Luca Ficarrotta, Davide Polichetti, Celso Daniel Jara Martinez e Giancarlo Malcore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marco bg

    Che pena! Quando ci sono di mezzo i deboli tutti si scandalizzano e invocano pene esemplari, quando capita ai “potenti” incominciano i distinguo. Che scandalo la Nocerina! E’ da punire severamente! Dove erano questi signori quando hanno sospeso il derby Roma-Lazio? E con il calcio scommesse? Il primo anno con l’Atalanta, la Cremonese, il Siena tutti scandalizzati! Poi, coinvolti Conte, Mauri, la Lazio allora tutto cambia: senza prove inoppugnabili non si può condannare nessuno. Che pena!

    1. Scritto da solidale

      Hai perfettamente ragione.

  2. Scritto da PalermoNeroblu

    non sapevo che il Salento si trovasse in Campania…

    1. Scritto da fabio

      “Il club salentino “…la geografia!!!
      Nocera è in Campania!!!