BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Esclusione Bergamo capitale Parola al governo su spinta di Calderoli

L'esclusione di Bergamo dalle finaliste di capitale della cultura sarà esaminata dal governo. Il Senato ha approvato all'unanimità un ordine del giorno presentato da Roberto Calderoli per fare luce sull'esclusione dalla short list anche alla luce delle perplessità sollevate da Bergamonews e messe nero su bianco in una lettera dal sindaco Franco Tentorio.

L’esclusione di Bergamo dalle finaliste di capitale della cultura sarà esaminata dal governo. Il Senato ha approvato all’unanimità un ordine del giorno presentato da Roberto Calderoli per fare luce sull’esclusione dalla short list anche alla luce delle perplessità sollevate da Bergamonews e messe nero su bianco in una lettera dal sindaco Franco Tentorio (leggi qui). "Oggi e’ stato approvato all’unanimità l’ordine del giorno sulla capitale europea della cultura che ho presentato alla luce dell’eliminazione di Bergamo e di altre città nella fase di prima selezione – spiega Calderoli -. L’ordine del giorno, impegna il governo alla valutazione della correttezza del lavoro svolto dalla commissione preposta”. Il vicepresidente del Senato sottolinea che ”esperti che dovevano essere completamente slegati da ogni Citta’, sono invece apparsi con evidenza legati da rapporti con i comitati promotori di alcune citta”’. ”Questo appello della Lega a verifica della correttezza della gestione e’ stato accolto anche dal governo. Il mio augurio e’ ovviamente che questo possa riaprire i giochi per Bergamo quale capitale europea della cultura 2019" conclude Calderoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marie Antoinette

    Caro Ct sarebbe il caso di farsi un giro per le città finaliste e scoprire quanta vita culturale c’è di sera. La città si ferma all’aperitivo,magari imitando davvero Rimini e Riccione, senza esserne all’altezza. Offerte culturali oltre una certa ora: pari a zero. Bergamo è una città che non ha stimoli, è chiusa e arroccata nelle sue posizioni politiche. I grandi eventi: alpini, atalanta e una notte bianca penosa, deprimente. Capitale della cultura? lasciamo perdere ahahah

  2. Scritto da ct

    Chi parla di città morta dopo l’aperitivo non ha proprio le idee chiare su cosa significhi candidarsi capitale della cultura: precisiamo che non si trattava di rimpiazzare rimini e riccione nell’immaginario collettivo teutonico

    1. Scritto da Irene Bruscolo

      D’accordo, la cultura non è la movida. Secondo me non è vero che a Bergamo non si faccia cultura, diciamo che le iniziative sono un po’ poche e con poca partecipazione (forse con l’esclusione di Bergamo Scienza)… per meritarsi una candidatura a capitale della cultura ce ne corre… Abbastanza patetico comunque l’atteggiamento di Lega e Calderoli, sembrano bambini offesi che non sanno cos’è il mondo.

  3. Scritto da mark

    cominciate a mettere i bus in città almeno fino alle 24.00 poi la Gente finalmente uscirà dal propio pollaio per farsi un po di cultura, e la chiamano città di Bergamo ah ah ah ah

  4. Scritto da carlo

    capisco che la Lega voglia farsi pubblicità, ma come spiegare che questa proposta è stata accolta dal senato tutto? Bergamo non ha le carte per essere capitale europea della cultura, perché da anni ormai la cultura dominante è locale, provinciale, tetragona a ogni apertura, incapace di autocoscienza e incline a vedere altrove le cause dei propri mali.

  5. Scritto da mala sconfitta

    Come perdere male e far di tutto per darne visibile conferma. …oltre le Mura. :-(

  6. Scritto da Marie Antoinette

    Ma basta. Come siete provinciali. Vi attaccate a dei minimi dettagli, trascurando la verità: Bergamo è una città morta. Dopo il banalissimo aperitivo, in giro non c’è più nessuno. Non ci sono attività ricreative, cultura pari a zero (festival del cinema autofinanziato, tanto per citarne uno). Imparate dalle altre città e forse Bergamo smetterà di essere poco più che una città dormitorio.

  7. Scritto da sepp

    Ma nessuno a Bergamo si rende vagamente conto che non è possibile fare “capitale europea della cultura” una città rappresentata da Calderoli e Tentorio??? È così difficile capire l´assurdità della cosa???