BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Solo quattro giorni alla chiusura del mercato Cosa serve alla Dea?

Ultimi giorni di trattative con i nerazzurri impegnati - al momento - solo in operazioni in uscita. Livaja è stato richiesto da Reja ma difficilmente Percassi darà l'ok alla sua cessione, mentre Polito sogna di tornare a Catania. Canini passa in prestito al Chievo. Secondo te cosa manca a questa Atalanta? Di' la tua.

Più informazioni su

Dopo Marilungo e Gagliardini al Cesena anche Canini saluta e si trasferisce: finirà la stagione al Chievo. Ultimi giorni di mercato e in casa Atalanta si pensa soprattutto alle trattative in uscita.

Con il solo Benalouane arrivato per tappare il buco sull’out difensivo di destra, i tifosi si aspettano qualche altra mossa da parte di Marino e Percassi per questa seconda metà di campionato. Ma, per il momento, di nomi vicini a Bergamo non se ne vedono.

Lunedì si è parlato di un possibile scambio Brienza-Estigarribia col Chievo ma la trattativa, qualora dovesse davvero decollare, potrebbe farlo solo nelle ultime ore di mercato. Sull’esterno paraguaiano ex Juventus e Samp, comunque, s’è mosso da tempo anche il Parma che avrebbe proposto in cambio ai veronesi il centrocampista Munari

Intanto da Roma arrivano voci di un interessamento della Lazio per Livaja. A rivelarlo è Calcio News 24 che spiega anche come Reja, che ha lanciato il giovane croato nell’Hajduk Spalato, abbia chiesto a Tare l’attaccante in comproprietà tra Atalanta e Inter per rinforzare il suo reparto offensivo in vista dell’ormai prossima partenza di Floccari. I bergamaschi potrebbero anche pensare di cedere il croato ma solo in cambio di una grossa cifra, magari se i biancocelesti mettessero sul piatto quei 5,5 milioni di euro che servirebbero per comprare le due metà del cartellino di Livaja. Ipotesi, ad ora, molto poco percorribile. Altre formule sembrano da escludere, anche perché Percassi stravede per l’ex attaccante dell’Inter e vorrebbe continuare a puntare su di lui.

Sempre lunedì si sono registrate due importanti notizie sul fronte uscite: Canini è finito in prestito secco al Chievo mentre Polito ha chiesto alla società di essere ceduto. Chiare le sue parole a Itasportpress: "Ho chiesto alla dirigenza bergamasca di essere ceduto ma ancora non so dove finirò. Ho rifiutato un paio di offerte dalla B – ha spiegato – perché mi piacerebbe tornare a Catania".

Quindi, dopo l’arrivo di Benalouane e le uscite di Marilungo, Gagliardini, Canini e quella sempre più probabile di Polito, secondo te cosa servirebbe a questa Atalanta per chiudere al meglio questa stagione 2013-’14? Commenta e di’ la tua.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da parla poc...

    servirebbe un presidente che,invece di urlare durante la presentazione a un pubblico di pecore, facesse di più il suo lavoro cacciando la grana per la squadra e non solo per i propri interessi.

  2. Scritto da giulio

    Solo una considerazione, l’ultimo acquisto utile di Marino & c. è stato Stendardo e credo quindi non ci sia altro da aggiungere!!!

  3. Scritto da mark

    oltre al potenziamento fisico centrale della squadra, servirebbe una sana ristrutturazione dello stadio, ormai obsoleto

  4. Scritto da Marino stop

    Servirebbe un direttore generale nuovo. Marino ha devastato la squadra in tre anni. Un sopavvalutato

  5. Scritto da nino cortesi

    Serve che la formazione non la faccia Colantuono ma Allegri.
    Brivio su Cerci????????
    Brienza????

  6. Scritto da Dario

    Una prima Punta e un esterno. Bellissimo sarebbe il ritorno di Padoin

    1. Scritto da gianni

      Padoin e Peluso

  7. Scritto da per gli anti-colantuono..

    i mister cacciati nelle squadre salvezza sono:nicola, di francesco,pioli, liverani,delio rossi, sannino…cioè tutti coloro che fanno un calcio propositivo, mettetevi in testa che avere un allenatore di questo tipo comporta o avere una gran bella rosa(tipo genoa ora per intenderci), o cacciarli per poi andare a prendere i vari colantuono2, come ballardini e di carlo..poi non lamentatevi..

    1. Scritto da uno qualunque

      Se devo guardare in casa d’altri, il Verona pratica un ottimo calcio. Lo stesso Gasperini o Mihajlovic non si può dire che giochino come il Barcellona, ma sicuramente hanno dato un’identità di gioco che per ora a noi manca. Anche il Cagliari, pur non facendo chissà cosa, ha una maggiore organizzazione. A Bergamo, l’ultimo allenatore in grado di dare organizzazione, gioco e risultati fu Del Neri.

      1. Scritto da sergio

        non era riferito a te ovviamente che sei un anti colantuono moderato e obiettivo, ma ad altri che per ogni cosa è colpa sua, poi certo del neri tutta la vita se devo scegliere sono il primo a dirlo..il verona ok però mandorlini non che abbia inventato qualcosa, ha le mezzale e le punte esterne che vanno a mille allora e gioca di rimessa..ventura una spanna sopra per me.

        1. Scritto da uno qualunque

          Ci mancherebbe, si fa per discutere. Bel gioco a parte, la cosa che manca oggettivamente è l’organizzazione. Certi gol presi (talvolta in fotocopia) sono imbarazzanti specchi di carenze a livello di reparto. Anche a me non dispiace il gioco di Ventura, ma c’è da dare atto a Colantuono che domenica, lasciando a loro l’organizzazione del gioco e stando bassi ha bloccato le armi migliori della squadra granata: profondità e rapidità. Mandorlini ha invece, secondo me, più varianti di gioco.

  8. Scritto da Dio Anubi

    Un vero allenatore!!!

  9. Scritto da Mario

    forse mancano i soldi ? abbiamo sempre una squadretta da oratorio

  10. Scritto da francokakuen

    a noi manca la materia prima .il MISTER ciao

  11. Scritto da ste

    Diamo la nostra comproprietà di Livaja alla Lazio e loro ci danno la comproprietá di Keita..(magari..)

  12. Scritto da digeo

    4 giocatori: un esterno destro di centrocampo, un centrale difensivo giovane (e soprattutto veloce, da schierare contro gli attaccanti rapidi), un esterno sinistro di difesa al posto di del grosso e una punta di scorta al posto di livaya (un giocatore pronto, che in prospettiva possa giocare sia con denis sia al posto di denis). Queste sono le evidentissime lacune attuali dell’organico.

    1. Scritto da uno qualunque

      Assolutamente d’accordo. La scarsa programmazione rende necessario reperire sul mercato almeno la punta e l’esterno di centrocampo (data la polivalenza di Bonaventura potrebbe andare bene anche uno a sx, se proprio non si trova a dx), ma anche in difesa servirebbero dei correttivi per ovviare all’anzianità del reparto. Se la situazione di classifica lo dovesse consentire in futuro, sarebbe intelligente l’inserimento graduale di qualche buon primavera nel giro della prima squadra.

      1. Scritto da digeo

        Quando non si parla di colantuono siamo abbastanza concordi. Bisogna peraltro riconoscere che il mister ad un giovane come livaya ha dato molte opportunità, forse troppe

        1. Scritto da uno qualunque

          Non del tutto d’accordo.Se si va a vedere il numero di presenze (14) e di minuti giocati (612) e li si paragona per esempio a quelli di Brienza (14 e 593),ci si accorge che ha avuto le stesse chanches di un giocatore imbarazzante che nella prima parte di stagione era anche infortunato.Il terzino destro era in casa.Si è preferito mandarlo fuori (prima Almici e poi Zappacosta).Idem per il centrocampista destro (Molina) per tenere Giorgi e Brienza. Fermo restando che Livaja deve fare di più..

          1. Scritto da digeo

            Almici non ha trovato spazio a Cesena ed è dovuto andare a Padova. È pronto per giocare in A? Siamo sicuri?

        2. Scritto da poeret

          ma per favore.. perché domenica non prova Brienza vicino a Denis!!! Le possibilità, 1 anno intero, le ha date al vecchietto suo pupillo. Livaja a confronto, in campionato, a giocato la metà e segnato il doppio nell’anno che sono qui, anzi..Brienza 0 gol, Livaja 4..faccia un po’ Lei. Se domenica giocavano De Luca/Livaja un gol lo si faceva di sicuro..invece, dentro Brienza..se lo trovo titolare domenica esco dallo stadio

          1. Scritto da digeo

            Se valuto la partita di domenica, molto meglio brienza di livaya. Almeno ci ha messo l’impegno. Livaya purtroppo si è convinto di essere forte.

          2. Scritto da uno qualunque

            Non esageriamo. Livaja ha giocato male, ma Brienza non è stato da meno. Se tutta la squadra ci mettesse questo impegno, stiamo freschi! Pessimi entrambi. Tengo anche a farle notare che l’altro svogliato e supponente, tale Gabbiadini Manolo, ha segnato ancora. Non vorrei che Livaja facesse la stessa fine una volta lontano da Bergamo.

          3. Scritto da digeo

            In questo caso non potremo imputare a colantuono di non aver creduto in livaya. Ha avuto molte possibilità. Ora basta. Quanto a del neri, concordo sul suo calcio organizzato ma ricordo l’eccellente organico a sua disposizione: zampagna floccari doni padoin talamonti valdes ecc….molti valorizzati da lui ma la base era diversa da quella di oggi. Peraltro dopo due stagioni disastrose alla Juve e al Genoa ora del neri e’ fuori dai radar.

          4. Scritto da uno qualunque

            Si,come non possiamo imputargli dell’esplosione di Gabbiadini!I campioni a disposizione di Del Neri. Valdes:gratis dal Lecce, prima stagione da riserva,fatto crescere, lanciato,rivenduto a 5 mln; Padoin:preso dal vicenza in B,prima stagione da riserva, fatto crescere,rivenduto poi a 5 mln,Langella: parametro 0,Talamonti: Colantuono gli preferiva Carrozieri-Loria(Manfredini ceduto..);Floccari: preso dal Messina (45 p 5 gol),riserva di Zampagna,fatto crescere 67 p 20gol e rivenduto.Il Cola?

          5. Scritto da digeo

            Il Cola: Peluso,additato come maggior responsabile della retrocessione 2010,rilanciato alla grande come terzino e centrale. Bonaventura (mandato da Del Neri al Pavia e da Osti al Padova) messo titolare subito in serie B; Denis, opaco nelle precedenti esperienze italiane; Moralez (ci siamo messi a ridere appena l’abbiamo visto pensando che mai con quel fisico avrebbe potuto giocare in Italia);Carmona,sconosciuto arrivato dalla Reggina e oggi giocatore ottimo (per il nostro livello).

          6. Scritto da uno qualunque

            Peluso(esordio in A Del Neri..)veniva da una stagione in A disastrosa e Colantuono è stato bravo a ricostruirlo mentalmente.MA c’è da dire che ebbe modo di farlo a 25 anni in serie B, dove non giochi proprio contro Messi.Raimondi arrivato a 30 anni in B (giovane promessa anche lui?).Doni con Colantuono e prima di lui all’atalanta, alla Samp ed in nazionale ha sempre giocato da centroc sx che poi si accentrava a fare la mezzapunta(comunque aveva 33 anni!!)Va bene difendere il guru,però..

          7. Scritto da uno qualunque

            Bonaventura?!S’informi, chi fece saltare 1 anno di primavera,fece esordire in serie A Bonaventura fu Del Neri (18 anni!!!!).Poi, il 2ndo anno,fu mandato in prestito a gennaio a Crema.L’anno di Gregucci andò a Padova..Denis è arrivato a 29 anni pagato in totale quasi 3 mlni (+1,2 netti l’anno, uno stipendio da promessa..),Moralez è stato pagato 5,5 mln (serie A argentina, 1 titolo argentino), Carmona, 1 anno titolare in A a Reggio (1,8ml metà).Scoperte giocatori del genere?!Ma scherziamo?!

          8. Scritto da Digeo

            ho capito che lei fa finta di non capire. La valorizzazione di un giocatore non ha nulla a che vedere con quanto è costato. Denis e’ arrivato comunque come un’incognita e ha fatto con colantuono 31 gol in 2 anni. E prima di citare il rapporto gabbiadini-colantuono si ricordi il rapporto cerci-del neri…anche del neri aveva tra le mani un campione, come mai non è esploso qui con del neri? Solo un problema fisico? Forse alcuni errori li fanno tutti,poi contano i risultati finali

          9. Scritto da uno qualunque

            La difesa del suo guru sta diventando imbarazzante.Denis è arrivato per fare il titolare inamovibile.Idem Moralez.Secondo lei valorizza di più chi prende giovani semi sconosciuti e nel giro di due anni ne fa titolari fissi o chi prende titolari fissi e li fa rendere per quello per cui li ha pagati?Ps Con Cerci Del Neri ha sicuramente toppato (lo schierava da ala destra, ora è una punta),ma la informo che Cerci era in prestito secco dalla Roma.Gabbiadini era un patrimonio.E’ molto diverso.

          10. Scritto da digeo

            Quindi?Anche Acquafresca era arrivato per fare il titolare,anche Comandini (30 miliardi) era arrivato per fare il titolare.Denis è arrivato per fare il titolare dopo essere stato riserva a Napoli e Udine (quindi era un’incognita come titolare in Italia);mi pare che il rendimento di Denis ad oggi sia molto al di sopra del suo prezzo. Cerci era un potenziale campione che Del Neri ha colpevolmente ignorato, commettendo un errore; se uno è forte gioca anche se è in prestito.

          11. Scritto da sergio

            puoi dire quello che vuoi, denis quando è arrivato tutti si lamentavano me lo ricordo benissimo ora non farlo passare come l’ acquisto del secolo, a 1,2 mil ci è arrivato dopo coi gol e per blindarlo, poi sono d’ accordo sul fatto che del neri sia meglio e valorizzi di più,ma del neri con questa rosa scapperebbe…

          12. Scritto da sergio

            aggiungerei raimondi.. e comunque ricordiamoci una cosa: il signor doni tornato da maiorca dove faceva il centrale con cuper, è stato messo dietro la punta da colantuono,cosa che poi ha portato avanti del neri..l’ ha inventato lui in quel ruolo

  13. Scritto da Francesco

    Una nuova mentalità…

    1. Scritto da l' esperto

      magari si cambierà anche allenatore con un’ altra mentalità a giugno, nel frattempo ti ricordo il calcio mai domo del sassuolo che mi prendevi come esempio(se vuoi ti vado a riprendere il commento),tre pere in venti minuti a livorno e ora cacciano di francesco…

      1. Scritto da Francesco

        Tireremo le somme finito il campionato, tempo al tempo.