BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Provincia stanzia 1,1 milioni per il trasporto di alunni disabili a scuola

La Giunta provinciale ha deliberato il riparto del contributo: il totale ammonta a 1.163.973,37 euro, pari circa l’82% della spesa sostenuta dagli Enti interessati per il periodo settembre/dicembre 2013. Il contributo verrà ripartito tra 137 Comuni che hanno garantito l’assistenza educativa a 462 alunni nelle scuole superiori.

Più informazioni su

Come previsto dal Protocollo d’intesa sottoscritto tra Regione Lombardia e Unione Province Lombarde in data 24 settembre 2013, la Regione Lombardia ha erogato alle Province un contributo a favore delle persone disabili da ripartire tra gli Enti locali territoriali che sostengono le spese di assistenza educativa degli alunni disabili. A seguito del finanziamento la Provincia di Bergamo ha effettuato una rilevazione sui costi relativi all’anno scolastico 2013/2014 sostenuti dai Comuni, i quali a loro volta hanno richiesto un rimborso delle spese previste per l’anno scolastico 2013/2014 di 3.549.500,00 euro. La Giunta provinciale ha deliberato il riparto del contributo: il totale ammonta a 1.163.973,37 euro, pari circa l’82% della spesa sostenuta dagli Enti interessati per il periodo settembre/dicembre 2013. Il contributo verrà ripartito tra 137 Comuni che hanno garantito l’assistenza educativa a 462 alunni nelle scuole superiori.

Va sottolineato che con recenti note sia la Provincia di Bergamo sia l’Unione delle Province Lombarde hanno inoltrato richiesta alla Regione Lombardia per un nuovo contributo alle Province per l’esercizio 2014, per servizi che le Province sono costrette a erogare sulla base delle sentenze del Consiglio di stato e per i quali non hanno mai avute assegnate e trasferite le risorse necessarie. “La tematica relativa all’assistenza educativa degli alunni disabili è particolarmente sentita sul territorio. A seguito dello stanziamento ottenuto dalla Regione Lombardia, la Provincia ha ritenuto opportuno provvedere immediatamente a ripartire la somma disponibile ai Comuni bergamaschi”.

Va ricordato che la Provincia di Bergamo si è sempre attivata con la Regione Lombardia per risolvere questo problema, anche in questi giorni si stia adoperando per trovare delle soluzioni definitive per evitare il contenzioso tra Provincia e Comuni, “perché il problema va risolto definitivamente e le famiglie non possono continuare a vivere nell’incertezza di chi deve garantire il servizio”, sottolineano il presidente della Provincia di Bergamo Ettore Pirovano e l’assessore alle Politiche sociali Domenico Belloli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da paese delle banane

    tirassero fuori anche un pò di soldi per sistemare le pedane mobili sui bus ATB,dato che sono pochissime quelle funzionanti. E’ scanadloso che un disabile si debba prima informare su quali funzionano e quali no.

  2. Scritto da Sfigato

    che sforzo spendono meno di quello che percepisce MASTROPASQUA comunque l’assegno per l’invalidità rimane 270 euro come dovrebbe riuscire a vivere una persona
    CARISSIMA REGIONE LOMBARDIA