BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

E’ morto Lucio Parenzan pioniere dei trapianti su neonati: giovedì l’addio

Si è spento alle 12,40 di martedì il prof. Lucio Parenzan, che da venerdì 17 era ricoverato nella Terapia intensiva del Papa Giovanni XXIII in condizioni gravissime, dopo un malore in casa. La camera ardente da mercoledì in ospedale, giovedì i funerali.

Più informazioni su

L’ospedale di Bergamo annuncia la triste notizia: si è spento alle 12,40 di martedì il prof. Lucio Parenzan, che da venerdì 17 era ricoverato nella Terapia intensiva del Papa Giovanni XXIII in condizioni gravissime, dopo un malore in casa.

Martedì è stato colpito da un nuovo arresto cardiocircolatorio e, nonostante i tentativi di rianimarlo protrattisi per trenta minuti, i medici che l’hanno seguito durante il ricovero non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Il cardiochirurgo 89enne che per primo effettuò un trapianto di cuore a Bergamo aveva avuto una crisi respiratoria mentre stava finendo di cenare con la famiglia: uno spicchio di mandarino gli avrebbe ostruito le vie respiratorie, fino a fargli perdere conoscenza. Immediato l’allarme ai sanitari del 118, arrivati alla sua abitazione in Città Alta con un’ambulanza: poi la corsa al Papa Giovanni e il ricovero in terapia intensiva.

Il medico, di origine goriziana si era formato all’Università di Padova.

La sua carriera ebbe inizio a Milano, dove si occupò delle patologie cardiache dei bambini dopo aver trascorso lunghi periodi di studio all’Università di Stoccolma e all’Ospedale dei Bambini di Pittsburgh (USA).

Docente in Chirurgia Pediatrica, Clinica Pediatrica e Cardiochirurgia all’Università di Milano, ha effettuato oltre 15 mila interventi (di cui 350 trapianti cardiaci) nel corso di trent’anni di attività. Ha diretto la Divisione di Chirurgia Pediatrica e di Cardiochirurgia di Bergamo dal 1964 al 1994.

Fu Parenzan ad eseguire i primi interventi a cuore aperto su neonati, il primo a intervenire su bambini di meno di tre chili, e a salvare da morte certa tanti bambini blu, affetti dalla Tetralogia di Fallot.

Fece scalpore nel 1976 la diretta tv dell’intervento su Pasqualino, 7 mesi.

Sotto la sua guida il Centro di Bergamo divenne “il più grande centro di cardiochirurgia pediatrica al mondo», come lo definì Albert Starr l’inventore della valvola cardiaca e come attesta lo svolgimento nel 1988 in città del primo Congresso mondiale di Cardiochirurgia pediatrica.

Sua l’équipe che eseguì a Bergamo il terzo trapianto di cuore in Italia , il 23 novembre 1985.

Nel 1989 fondò l’International Heart School , Fondazione di Bergamo per la formazione medica continua onlus, dalle cui fila uscirono 25 primari in Italia e all’estero, quelli che con orgoglio amava definire i suoi ragazzi.

Cittadino onorario della città di Bergamo, nel 1988 ha ricevuto la medaglia d’oro per la Sanità Pubblica quale riconoscimento dal Ministero della Sanità italiano per la specifica meritoria attività clinica e scientifica svolta nei confronti delle patologie infantili.

Il direttore generale dell’ospedale di Bergamo, Carlo Nicora, ha voluto ricordarlo a nome di tutti gli operatori dell’ospedale: “La scomparsa del prof. Lucio Parenzan è per tutto il Papa Giovanni XXIII motivo di profondo cordoglio e vogliamo innanzitutto stringerci alla moglie, ai figli e a tutti i suoi cari che oggi soffrono. Il sentimento che tutti noi, da chi ebbe la fortuna di essergli allievo e collaboratore a chi come me lo ha conosciuto recentemente, è innanzitutto di immensa gratitudine. Quello che oggi siamo nel campo della cardiochirurgia, la nostra cultura come ospedale pediatrico sono stati possibili perché Parenzan gettò un seme prezioso agli Ospedali Riuniti, rendendo possibili quelle che oggi sono consuetudini nella medicina moderna, ma allora furono anticipazioni di un futuro ancora tutto da scrivere. La sua curiosità, la sua audacia, la sua lungimiranza, hanno fatto la differenza. Questo credo sia l’insegnamento che chiunque lavora al Papa Giovanni da oggi dovrebbe conservare nel cuore”. 

Mercoledì sarà allestita la camera ardente all’interno dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII.

I funerali saranno celebrati giovedì 30 gennaio alle 14 nella Chiesa del Carmine in Città Alta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da alessandro

    grazie di cuore, lei mi volle operare nel lontano 92 per una malformazione alle coronarie, anche se aveva già smesso di operare volle eseguire l’operazione perchè era una cosa molto rara,se oggi sono ancora qui e sono padre di una bellissima bambina il merito è certamente anche suo. grazie ancora e riposi in pace

  2. Scritto da Elisabetta

    Caro Prof. Lucio Parenzan, le sono infinitamente grata per avermi salvata e per avermi dato la vita una seconda volta. Avevo solo tre mesi ed ero affetta da una endocardite batterica. Fu un viaggio lungo viaggio da Lecce fino a Bergamo. Era l’ottobre del 1971. Lei mi ha seguita fino alla fine del 1978. La ricorderò per sempre nelle mie preghiere e con grande stima ed affetto. Elisabetta

  3. Scritto da Eleonora Urbano

    Pregherò per lui affinchè la sua vita terrena abbia un senso e già lo immagino lassù tra le nuvole,battagliero come sempre,come l’angelo cardiochiurgo per eccellenza,nella sua divisa bianca,pronto ad aiutare gli angeli dal cuore fragile,nella speranza che l’Altissimo possa offrirgli una chiave speciale per arrivare direttamente in Paradiso.Dedico questa lettera al prof. Parents e alla sua illustre famiglia,con infinita stima e riconoscenza.

  4. Scritto da Eleonora Urbano

    Durante l’operazione, a cui assistette anche mio fratello, il professore nonostante le mie condizioni disperate, non si arrese, mostrando una tempra forte e una tenacia fuori dal comune. Lui è stato per me un uomo di grande scienza, umanità e anche un uomo di grande profondità interiore.
    *continua*

  5. Scritto da Eleonora Urbano

    Io, bambina blu, nel lontano 1976, all’età di 13 anni fui operata in condizioni disperate dal professor Lucio Parenzan. Mio fratello in quel periodo, medico alle prime armi,scrisse una lettera al professore, spiegando la situazione e lui prontamente rispose invitandoci a raggiungerlo a Bergamo. Giunti lì con la mia famiglia e costatata la gravità del caso, fui sottoposta ad un immediato intervento che durò circa 12 ore.
    *Continua*

  6. Scritto da monica boselli

    Il professore mi ha seguita dal 72 al 2001, e operata nel 91. Senza la sua diagnosi, senza le sue mani, non sarei qui, e non ci sarebbe mio figlio. Un uomo unico.

  7. Scritto da Antonella

    Grazie dottore, se lei non avesse operato Alessandro nel 1979 affetto da pentade di fallot adesso non avrei un marito meraviglioso di vero cuore riposi in pace

  8. Scritto da Gianni

    Ciao Professore! Operato anche io a sette anni da Lei.
    Grazie di…”CUORE”!

  9. Scritto da Claudia 67

    Ciao professore, ti sarò sempre grata mi hai , ridato la vita, oggi sarebbe stata una banalità la mia operazione, ma 35 anni fa non lo era! Grazie ancora !

    1. Scritto da Maria Pia Avolio

      Grazie per avermi salvata Prof Lucio Parenzan ho avuto l onore di essere operata da lui nel lontano 1982 ancora oggi sto bene non ho avuto più problemi ho vivo nei miei ricordi il suo viso la ricorderò sempre sentite condoglianze a tutta la famiglia Parenzan e a lei Illustre Professore ancora grazie per avermi salvata riposa in pace

  10. Scritto da Stefania Marchesini

    GRAZIE

  11. Scritto da Roberta

    Caro Dottore, sono una tra i bimbi blu cui ha dato nuova vita! Mi ha operata nel 1977 e da allora non so quante volte avrei voluto esprimerle la mia immensa gratitudine! Ho sempre pensato di aver incontrato un angelo custode. Ora che è’ in luogo di verità’ prego per Lei. Sarà sempre nel mio cuore! Con gratitudine e affetto prego per lei e mi stringo attorno ai suoi familiari. Roberta

  12. Scritto da samy

    Grazie a te dottore il mio nuovo cuore batte nel mio petto da 18 anni grazie alle tue mani condoglianze alla famidlia

  13. Scritto da Franco Culeddu

    Grazie Professore che nel lontano 4 febbraio 1975 mi hai dato una nuova vita …. rimarrai sempre nel mio Cuore ..

  14. Scritto da kadima

    Grazie mille Professore per la tua grande humanità !
    I’ll never forget your help and disponibility for me during my courses in the international heart school of Bergamo .
    Que ton âme repose en paix !
    Sincères condoléances à la famille.

  15. Scritto da Dr. kinyua Alex - Kenya

    It is with profound grief that I learn of the departure of my father, mentor and great teacher Prof. Parenzan. I will forever remember and miss the fond name he called me, ‘my kenyan son’. I learnt alot under you guidance and truly owe you my life in cardiac anaesthesia and what I have done with it in Kenya. May the Almighty keep you soul in eternal peace. We Love you.

  16. Scritto da Giovanni Infantino

    Prima di un grandissimo cardiochirurgo un grande uomo,generoso ed onesto..ho avuto la grande fortuna di conoscerlo 32 anni fa,sono stato da lui operato e successivamente seguito fino a poco tempo fa,grazie a lui oggi conduco una vita normalissima fatta di tanto lavoro,stress ed anche sport (naturalmente non a livello agonistico).Non finirò mai di ringraziarlo e di tenere riservato x lui un posticino nel mio piccolo cuore unendomi profondamente al dolore della sua famiglia. Grazie Profesdore..

  17. Scritto da Tullia Maria Giurco

    Sono spiacente di contraddire la notizia che avete dato sui natali dell’ esimio prof. Lucio Parenzan egli ebbe i natali nella cittadina di Pirano d’ Istria allora italiana, scusate ma sono orgogliosa di aver avuto un concittadino tanto celebre e sopratutto molto umano e dolce, il suo dolce sorriso illuminava sempre il suo viso, penso un motivo di conforto per quei genitori che mettevano nelle sue mani la vita dei loro figli anche neonati. Grazie dell’ospitalità una piranese orgogliosa

  18. Scritto da Este Antonio

    Caro Professore sono anch’io uno dei tanti bimbi da Lei operato, nel 1974 avevo 4 anni, di tetralogia di Fallot. Ora ho 40 anni ho sempre fatto sport e sono chef. Grazie di “cuore”

  19. Scritto da giulio marcolini

    Sono Giulio figlio del tuo amico di gioventù istriana Giovanni Marcolini ci siamo sentiti spesso ultimamente anche per i miei motivi di ‘cuore’ Un ricordo affettuoso
    Giulio Marcolini

  20. Scritto da fam.Fedrici

    Grazie per aver operato il nostro papà nel lontano 1970! Matilde e Alberto

  21. Scritto da Dr Rajendra Nahar

    RIP We love him great teacher and host during our course at international heart school Bergamo.

  22. Scritto da Giuseppe

    Un grande uomo, ho avuto la fortuna di conoscerlo nel1977 un uomo generoso con tutti, grazie a tè vivo ancora, non finiro mai di ringraziarti.
    Sentite condoglianze alla famiglia,

  23. Scritto da Laura

    Ho avuto la fortuna di conoscerlo che dire !!grande uomo condoglianze alla famiglia

  24. Scritto da Stefano

    Carissimo Professore, anche io sono stato un bambino blu, e grazie a Lei, che mia permesso, di ricominciare una Vita Nuova, adesso lavoro e pratico attività sportive, ( non competitive ) conduco una esistenza tranquilla per la mia patologia. Non potendo, essere presente alle eseque, verrò a portare un saluto, presso il camposanto della sua città.

  25. Scritto da Wanda

    Caro Professore, sono una delle sue tante piccole pazienti : operata nel 1979 all’eta’ di sei anni, ho adesso una vita normale e anche un figlio e una vita perfettamente normale. Per questo La ringrazio ! Grazie di cuore.

  26. Scritto da Gian Paolo Marroccu

    avevo quasi 11 anni.. ero affetto dalla tetralogia del fallot.. questo Professore mi ha ridato la vita, ora ho 50 anni, ho praticato sempre sport anche a buon livello… ora sono Istruttore di Karate..!!
    Grazie Professore…

  27. Scritto da roberta fogliani

    Caro Professore sono una delle tante bambine blu. Mi ha operato nel 1974 e poi la sua equipe, alla quale ha insegnato il suo sapere, mi ha rioperata nel 1987. Grazie per la vita normale che ho potuto vivere. Spero lei possa vedere ora da lassù tutti i “suoi bambini” e continuare a proteggerci. Non potrò venire purtroppo al funerale ma non mancherò di venire al cimitero a salutarla. Se lo merita Nel mondo dovrebbero esserci molte persone come lei, per essere migliore. Grazie di “cuore”

    1. Scritto da Marcello froiio

      Anch’io sono uno dei tanti bambini operato dal prof… Nel Maggio del 1974… Ora ho 48 anni…Grazie a Lei vivo una vita tranquilla e serena.
      Celebrerò una messa x Lei Prof.
      Sono Sacerdote… Grazie….

  28. Scritto da Giuseppe Fallacara

    Sono stato operato all’età di sei mesi e poi a quattro anni da Lucio Parenzan che mi ha salvato la vita.
    Ora ho 40 anni e sono docente universitario.
    Il dottor Parenzan prevedeva grandi risultati per le nostre vite: ho sempre creduto essere questo il vero segreto della mia fortuna!
    Ho acquistato il bellissimo libro scritto da Roncalli quando ho letto della recentissima disavventura del dottor Parenzan: mi commuovo e piango leggendolo.
    Lucio Parenzan resterà nel mio cuore per sempre!

  29. Scritto da Marco Brembilla

    Ho avuto il piacere di conoscere il prof. Lucio Parenzan soprattutto quando, nel 2007, il Consiglio comunale conferì la Cittadinanza onoraria a Magdi Habib Jacoub, illustre cardiochirurgo di fama mondiale. Anche negli incontri successivi mi ha sempre colpito per la sua affabilità e cortesia. Grazie professore, Bergamo piange la scomparsa di un grande concittadino.

  30. Scritto da Giuseppe Panizzon

    Sono d’accordo con chi l’ha definito lungimirante. Ho lavorato con lui a Bergamo solo per una settimana quando ero uno specializzando di cardioangiochirurgia a Padova e poi l’ho incontrato ai Congressi. Avrò sempre un ricordo indelebile della sua passione per la chirurgia e della sua grande umanità e entusiasmo. La ringrazio per il suo grande esempio, Professore.

  31. Scritto da Raffaella

    Ti ho sempre considerato il mio secondo papà’! Mi hai operato nel 1972! Oggi sono madre e ho una vita normale… Non ho mai più’ rivisto un ospedale. Farai sempre parte del mio cuore e della mia anima.

  32. Scritto da Marta

    Nel 1986 all’età di 7 anni sono stata operata dal Prof. Parenzan…sono una dei tantissimi bambini a cui ha permesso di iniziare a vivere una seconda volta…grazie di cuore all’uomo e al Professore…

  33. Scritto da Franco

    Sono stato operato a Bergamo nel 1974 dal Professor Parenzan e dalla sua equipe, allora le aspettative di vita erano irrisorie eppure grazie a Lui 14 anni dopo ho partecipato alle Olimpiadi come atleta. Grazie Professore parte di quel sogno realizzato è anche tuo !!! Nel corso degli anni ho incontrato molti cardiologi che chiamavano Parenzan come “Il Professore” e anche questo è segno della sua grandezza. Ciao Professore buon viaggio.

  34. Scritto da MARELLA

    GRAZIE PROF.SONO MARELLA MI HAI OPERATA NEL 67 UNA DEI TANTI BAMBINI BLU CHE HAI SALVATO. . HO AVUTO TRE FIGLI E UNA VITA NORMALE GRAZIE A TE. . AVRAI SEMPRE UN POSTO MOLTO IMPORTANTE NEL MIO CUORE TI VOGLIO BENE.

  35. Scritto da chiara

    Caro Prof. Grazie per la vita che mi ha dato. Ho 32 anni e 2 bambini bellissimi. Grazie a Lei ho avuto una seconda possibilità. Che Dio la benedica.

  36. Scritto da Giuseppe

    Grazie per avermi salvato da piccolo, appena nato,adesso ho 37 anni ,e devo a te perché sono vivo .

  37. Scritto da CORNELLI GENTILIA

    Grazie professore per aver salvato da morte certa tanti bambini tra cui la mia piccola che aveva solo due giorni di vita, ora ha 40 anni ed ha una bellissima bimba di 9 anni.GRAZIE DI CUORE!!!!

  38. Scritto da massimo

    Dal 1977 fino alla mia maggiore età mi ha visitato annualmente per un DIV.
    Fortunatamente non mi sono dovuto operare a cuore aperto ma solo 3 anni fa in emodinamica al San Donato, equipe Dottor Carminati.
    Addio Dottor Parenzan.

  39. Scritto da Elda

    Le sarò sempre grata prof. Parenzan per aver salvato la vita di mio figlio . Grazie R.I.P.

  40. Scritto da Fabio vergaro

    Notizia per me tristissima. Sono uno dei bambini operati al cuore dal Prof. Parenzan. Avevo solo 2 anni e mezzo nel lontano 1986. Tutto ciò che sono oggi, all’alba dei 30 anni lo devo a questo grande luminare, che prima ancora di essere tale, come ricordano sempre i miei genitori, era una grandissima persona. Condoglianze sentite alla famiglia e agli amici.

  41. Scritto da barbara bisaccia

    Addio a un grande professore!! Io l’ho conosciuto personalmente visto che mi ha salvato la vita! ! ! Grazie di cuore professore! !

  42. Scritto da monica

    Avevo solo pochi mesi quando Lui mi ha conosciuto, e a due anni e mezzo mi ha operata, salvandomi la vita. era il 1972.
    Grazie e curami da lassù

  43. Scritto da Marco Ceroni

    Grazie professore. Grazie per aver curato Cristian, mio fratello quando aveva 3 anni e di avergli dato la gioia di essere un bambino “normale” di diventare uomo, padre. Con immensa gratitudine. Marco Ceroni

  44. Scritto da marina

    …guardo VIttorio operato dal prof. Parenzan nel lontano 1980, ora ha 35 anni, lo vedo giocare a pallone, lo vedo sciare, lo vedo nuotare e in”barba” a tutti quelli che non vedevano per lui una “vita” dico ancora GRAZIE PRofessor PARENZAN! Marina

  45. Scritto da Merry

    Grazie prof,
    Mi chiamo Merry, ho 45 anni,
    nel 1972 mi hai operato al cuore al Riuniti di Bergamo.
    E’ stato un’intervento a cuore aperto.
    Dopo il quale ho avuto 3 rigetti, ma. nonostante tutto mi hai salvato la vita.
    Ora, grazie a te, caro Lucio , ho 2 bambini meravigliosi.
    Ti amo e ti amero’ per sempre perche’ mi hai, salvato la vita.
    Addio prof.
    Merry

  46. Scritto da Mariangela

    Intelligenza straordinaria, grande determinazione e forza di volontà, carica umanitaria e generosità…tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerLo sanno che sono state solo alcune delle Sue doti.
    Grazie, Professore!

  47. Scritto da Enzo Lombardi

    Prima che un grande e famoso chirurgo E’ stato UN GRANDE UOMO. Di carattere difficile ma con una grande umanità Fino a pochi mesi fà ancora in prima linea per il bene dei bambini. Che la terra ti sia lieve

  48. Scritto da Alessandra

    Lo conobbi personalmente perché operò mio figlio insieme ad un altro grande, immenso, cardiochirurgo italiano, il prof Vittorio Vanini. Questa è una grave per l’umanità e per la cardiochirurgia mondiale. Sono davvero tanto triste. So che nessuno di noi è eterno, ma questi grandi uomini non dovrebbero morire mai. Lascia un grande vuoto, ma lascia anche un infinito tesoro a chi lo ha conosciuto e a chi da lui ha imparato ad operare.
    Arrivederci Professore Parenzan R.I.P.

  49. Scritto da Carlo Pezzotta

    Questo uomo si, che ha fatto del bene!!!!!!! Sicuramente la cardiologia del nuovo ospedale, sarà intitolata a lui:

  50. Scritto da mark

    Grande Dottore ,Grande Uomo , ha fatto Tanto per il Bene Della Gente , GRANDE ONORE

  51. Scritto da giobatta

    l’ho notato a messa alcuni anni fa, e mi sono chiesto come avesse potuto mantenere la fede dopo aver visto la sofferenza di tanti innocenti.