Con i vecchi cellulari si raccolgono fondi per le persone disabili - BergamoNews
L'iniziativa

Con i vecchi cellulari si raccolgono fondi per le persone disabili

Buttare il proprio cellulare e destinare al contempo soldi ad attività di volontariato? È possibile grazie all’iniziativa promossa dal Comune di Zogno, Assessorato all’Ambiente

Buttare il proprio cellulare e destinare al contempo soldi ad attività di volontariato? È possibile grazie all’iniziativa promossa dal Comune di Zogno, Assessorato all’Ambiente da gennaio 2014 in poi.

Sul territorio, in particolare alle scuole primarie e secondarie di primo grado, i palazzi comunali e la biblioteca, sono stati collocati dei contenitori con indicato il logo del Comune di Zogno e dell’associazione Onlus “Non Solo Sogni”, quindi la scritta: “Cellulari per Beneficenza”. In pratica per ogni cellulare buttato, una ditta specializzata nella raccolta e smaltimenti di rifiuti elettronici, destina da 1 a 5 euro all’associazione “Non Solo Sogni”.

Il valore del cellulare è individuato in base alle sue condizioni: se non più funzionante o in buono stato. I soldi che la “Non Solo Sogni” riceverà, saranno finalizzati per progetti con ragazzi diversamente abili, in particolare un progetto sulla teatralità. In bergamasca Zogno è il secondo comune che aderisce a questo progetto, assieme a Torre Boldone. 

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it