BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo “intercettata”: uno su mille, 4 ogni paese Temete il grande fratello?

Colpiscono i dati relativi alle intercettazioni della Procura di Bergamo: 3 volte quelle di Brescia, quasi 5 volte quelle di Cremona dove si è snodata la mega inchiesta sul calcio-scommesse che punta molto sulle telefonate tra giocatori.

Uno su mille. Più di quattro in ogni paese.

In un anno, a cavallo tra il 2012 e il 2013 questa è la media relativa alle persone intercettate a Bergamo e in provincia. In totale 1.337.

Tre volte quelle richieste e autorizzate a Brescia (che pure è più grande e conta più abitanti), quasi 5 volte quelle di Cremona dove, ricordiamo, si è snodata la mega inchiesta sul calcio-scommesse che punta molto sulle telefonate tra giocatori.

Il capo della procura, Francesco Dettori, sottolinea come la svolta a una serie di indagini sia arrivata proprio grazie alle intercettazioni e non abbiamo motivo di dubitarne anche perché altrimenti quei due milioni e quasi settecentomila euro sarebbero stati soldi buttati via.

La curiosità, però – lo ammettiamo – è davvero grande e a dirla tutta ci domandiamo chi siano i bergamaschi sotto controllo.

E qualche dubbio che il grande fratello ascolti anche noi ci è venuto: in queste ore siamo abbottonatissimi con chi ci chiama al cellulare. Non si sa mai che un domani una nostra conversazione con qualcuno posto sotto controllo diventi pubblica: con le battute, qualche parolaccia, qualche confidenza… Meglio prevenire ed essere laconici.

Va detto, a onor del vero, che dalla procura non sono mai o quasi mai filtrate le intercettazioni effettuate.

Una garanzia di sensibilità e di correttezza.

Ma un po’ di timore resta. E a voi?

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da May Day

    L’investimento di € 0,213/h per unità controllata, è ricompensa adeguata a professionalità spionistiche cui è richiesta competenza nella comprensione, intuizione, contestualizzazione, trascrizione e inattaccabilità a contro-expertise, di messaggi espressi in modalità proprie di fonazione, ambienti, culture, codici, gerghi, dialetti e lingue di tutto il mondo arrivati ai record viaggiando su sistemi

  2. Scritto da Patrizio

    Finalmente ho letto la maggior parte dei commenti che condivido.
    Mi aspettavo i soliti cittadini qualunque che avevano paura di essere intercettati. Sono contento di essermi sbagliato.
    Sono i politici che se la fanno sotto. Sapete il perchè?
    Loro lo sanno. Hanno ragione ad aver paura.
    Buona continuazione agli Italiani che non hanno paura ne di essere intercettati e neppure filmati da telecamere che io chiamo per la sicurezza.

  3. Scritto da battista

    di essere intercettato non me ne frega niente non avendo niente da nascondere.
    mi secca solo che qualcuno possa farlo sopratutto quando poi mi fanno firmare le dichiarazioni sulla praivasi.
    solita pirlata all’italiana

  4. Scritto da Edo

    “Non si sa mai che un domani una nostra conversazione con qualcuno posto sotto controllo diventi pubblica: con le battute, qualche parolaccia, qualche confidenza…”
    scusate…ma a chi può interessare la pubblicazione delle mie telefonate nelle quali uso qualche parolaccia e parlo degli affari miei?
    La sindrome da grande fratello la deve temere chi commette qualche reato e non i “normali” cittadini

    1. Scritto da Patrizio

      Bravo Edo. Non fai parte della massa di Italiani che ragionano con il cervello delle televisioni ma con il Tuo.
      Buona continuazione

  5. Scritto da Zorro

    Il dato anomalo per me non è Bergamo, ma Brescia, procura grande, con una direzione distrettuale antimafia, che intercetta poco più della piccola Cremona. Sarà così pulito dalle mafie il territorio bresciano?

  6. Scritto da fonoscoop

    se intercettano come Fikri siamo a posto ……….

  7. Scritto da Antonino B.

    Non ho nulla da nascondere. Facciano pure, ne va della nostra sicurezza.

  8. Scritto da bigottone

    Devono intercettare quei cattivoni degli ultras!eggia eggia proprio cattivoni!

  9. Scritto da La verità fa male

    Più che temere il “grande fratello” telefonico, ho la quasi certezza che tutto questo produca gli stessi risultati del “grande fratello fiscale” di Monti: blitz e misure spettacolo, risultati pratici quasi nulli visto che il Befera nazionale strapagato continua a ripetere che incassano non più del 5-6% delle imposte effettivamente evase. Poi, si sa, fino a quando pagano i contribuenti, i burocrati pubblici non badano a spese…

  10. Scritto da Marco Cimmino

    Il numero assoluto significa poco: bisognerebbe vedere chi e’ intercettato e perche’. Certo, vista cosi’ sembrerebbe una pratica un po’ esagerata, stante il tasso di delinquenza cittadino, pero’ non si puo’ dire, senza dati significativi. In generale, io non ho niente da nascondere, quindi, piu’ controlli ci sono e piu’ mi sento protetto.