BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Storie di Memoria, storie di ricordi, e sogni sulla Luna

Il PandemoniumTeatro dedica due spettacoli alla Giornata della Memoria: “Olocausti”, e “…Ed intorno filo spinato”. Domenica 26 il Teatro Pirata presenta a Loreto “Voglio la Luna!”.

Continua la rassegna di Pandemonium Teatro dedicata al “Teatro da vivere con la classe” che questa settimana di preparazione alla Giornata della Memoria, vedrà come protagonisti due spettacoli. 

“Olocausti”, con Walter Maconi, Giulia Manzini e Lisa Ferrari, che si esibiranno in un sapiente miscuglio di dialoghi, letture, musiche e spezzoni cinematografici che diventeranno oggetto di discussione tra i protagonisti. (In scena lunedì a Bergamo e giovedì a Cologno al Serio).

E poi “…Ed intorno filo spinato”, lettura a due voci a cura di Tiziano Manzini e Emanuela Palazzi. Sarà il palcoscenico dell’Auditorium di Loreto che martedì e mercoledì accoglierà le storie e i racconti di quegli Esseri Umani che hanno abitato lo spazio racchiuso dal filo spinato dei campi di concentramento, quel filo che separa il fuori dal dentro, la vita dalla tragedia. Un filo che ha circondato un dramma che non vogliamo dimenticare.

Lo spettacolo raggiungerà poi anche la provincia, a Villa d’Adda, dove, in collaborazione con Il Teatro del Vento, nella mattinata di giovedì al Teatro San Carlo

Mentre domenica 26, sarà la volta dell’auditorium del campo scolastico di Lallio, dove “…Ed intorno filo spinato” andrà in scena in serata per giovani, adulti e famiglie. L’evento, organizzato dall’Amministrazione Comunale di Lallio, ospiterà anche la bravissima violinista Silvia Pauselli, docente di violino presso l’Associazione artistico-culturale “Libera Musica” di Lallio.

Sempre domenica 26, ma nel pomeriggio, l’Auditorium Centro Sociale di Loreto, accoglierà un evento imperdibile dedicato alle famiglie, con lo spettacolo del Teatro Pirata “Voglio la Luna!”, in scena alle 16:30.

Il pubblico conoscerà la storia di Fabio, un bambino che una notte viene svegliato dalla Luna, entrata a trovarlo proprio nella sua cameretta. Una Luna bellissima e luminosa che Fabio vuole a tutti costi tenere per sé. Ma quando scoprirà le conseguenze dell’assenza della Luna del cielo, inizierà a fare i conti con alcuni problemi e capirà che non sempre si può volere tutto, comprendendo così anche il valore della condivisione. L’idea di questo spettacolo è nata proprio dall’incontro con Fabio, un ragazzo affetto da sindrome di Down, che ha saputo costruire la sua maschera, esaltando le caratteristiche della sua personalità e sviluppandola su registri comici, con la serietà e la precisione dell’attore professionista. 

Domenica 26 gennaio, ore 16:30 Auditorium Centro Sociale di Loreto Teatro Pirata  “VOGLIO LA LUNA!” con Ilaria Sebastianelli, Fabio Spadoni, Simone Guerro.  Testo e Regia Simone Guerro e Lucia Palozzi. Ingresso posto unico 6,00€  (Riduzione 5,00€ riservata a Soci Touring Club Italiano e Clienti Librerie IBS) Promozione Esselunga “A Teatro con Fidaty” (Coupon Giallo, prenotazione obbligatoria). PROMOZIONE 3X2 PER LE FAMIGLIE: L’acquisto di 2 biglietti, dà diritto al terzo in omaggio!!

Info e prenotazioni: info@pandemoniumteatro.org – 035 235039

Domenica 26 gennaio, ore 20:45 Auditorium Campus scolastico di Lallio (Bg) Pandemonium Teatro “…Ed intorno filo spinato” con Tiziano Manzini e Emanuela Palazzi Info: Comune di Lallio 035 2059014 (dalle 8:00 alle 12:30).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lotty

    Scusate, mi permetto di correggere: non si dice affetto da sindrome di Down perche non è una malattia ma appunto una sindrome. Persona con sindrome di Down è il modo corretto. Grazie