BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rifacimento della pista, l’aeroporto chiude per 3 settimane: guarda quando

La Sacbo, società di gestione dello scalo di Orio al Serio, ha comunicato ufficialmente le date di chiusura dell'aeroporto a causa di lavori sulla pista.

La Sacbo, società di gestione dello scalo di Orio al Serio, ha comunicato ufficialmente le date di chiusura dell’aeroporto a causa di lavori sulla pista.

“Si comunica che, in occasione dei lavori di rifacimento della pista dell’Aeroporto di Orio al Serio, tutti i voli saranno sospesi a partire dalle ore 00:01 di martedì 13 maggio 2014 con ripresa della normale attività operativa a partire dalle ore 06:00 di lunedì 2 giugno 2014. I passeggeri sono invitati a contattare le rispettive compagnie aeree per le informazioni relative alla riprogrammazione dei voli nel periodo di chiusura indicato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Salvo

    Considerato l’enorme inquinamento acustico causato dall’attività aeroportuale,spero sia l’occasione per studiare delle soluzioni valide e funzionali. La situazione è diventata veramente insostenibile.

  2. Scritto da Andrea

    Salve io ho un volo prenotato con la ryanair il 23 maggio da Catania a orio al serio… Il mio volo verrá spostato a Malpensa con gli stessi orari??

  3. Scritto da Antonio

    ma i voli programmati (e prenotati) con Ryanair in quel periodo sapete dove saranno spostati?

    1. Scritto da Andrea

      Quasi sicuramente Malpensa (ma non c’è nessuna notizia ufficiale da parte delle varie compagnie)

  4. Scritto da franca perletti

    meno male che esiste ancora la manutenzione! l’aereoporto sta funzionando bene…assicura il lavoro , anche indotto, a migliaia di persone….è uno dei migliori aereoporti nazionali….che volere di più? fa piacere avere ogni tanto buone notizie!…. o no?

    1. Scritto da Andrea

      esatto…purtroppo ormai ognuno pensa solo al suo orticello ma non vede oltre

    2. Scritto da Leo

      Certo, se lei nasconde la testa nella sabbia come gli struzzi, sono solo buone notizie. Peccato che per migliaia di cittadini l’aeroporto non rispetta le regole e porta danni alla salute con l’inquinamento acustico ed atmosferico. Eh, già, che volere di più della salute, quando ci sono i saldi all’oriocenter?

      1. Scritto da wies

        Personalmente trovo che l’argomento Orio,per molti Bergamaschi,sia tabù.Io leggo lamentele al limite del lagnoso,demagogiche,senza senso od inconcrete.Sono daccordo su limite dei voli (quando mai rispettato?)ma a sentire molti dovremmo,come già letto qui,chiudere la a4 tra Seriate e Dalmine,spostare oriocenter a Cene…,limitare il traffico cittadino..e qualche altra ..ironia..Avete unn aeroporto modello,un azienda ed indotto che porta redditi,qualcosa bisogna pagare.Meglio Orio!Luigi-Bs

        1. Scritto da aris

          ma quale aeroporto modello? ci sei mai stato? hai visto i bagni (meglio cessi). Allagati e sporchi E le code all’ imbarco sulle scale in piedi per 30 min al freddo? E’ da chiudere. A chi porta redditi? a me e noi comuni cittadini no. Solo alla Sacbo+ azionisti, a scapito salute nostra. Solo una piccola % di turisti si ferma a BG. Oriocenter non ha bisogno dell’ aeroporto, tanto i negozi chiudono lo stesso (vedi IPER). A BG SUDc’ è già l’ A4 che ci inquina. Basta Orio

          1. Scritto da daniele

            iper è chiuso per ristrutturazione non per chiusura genio.
            Punto due si dai chiudiamo anche l’aereoporto tanto bergamo è una città che offre cosi’ tante opportunità per i ragazzi che almeno restiamo qua a drogarci visto la mole di eventi che permettono di divertirci.
            terzo siamo sempre nella solita mentalità bergamasca bigotta, il mondo cambia non ti piace vivere li?spostati, non sei inchiodato, vuoi lasciare a casa tante persone?mal organizzato dove l’aeroporto?c’è mai andato davvero?

          2. Scritto da Andrea

            hahahahahahahahahhahahahaha!!!!!!!!!!!!!!

          3. Scritto da Ari

            Com’ è il proverbio? il riso abbonda sulla faccia degli……..??? Si vede che ti mancano argomenti perchè non sai rispondere a dati di fatto.

          4. Scritto da robi

            Scusa Aris, ma la tua polemica è ridicola… neppure io guadagno direttamente dall’aeroporto perché non ci lavoro… forse non sai cos’è l’indotto…. cercala la parola INDOTTO sul dizionario o in wikipedia e poi capisci….

          5. Scritto da gigi

            Appunto. Se uno sa cops’è l’indotto dovrebbe sapere che chi produce beni o servizi per altre produzioni di norma coinvolge un personale che non è mai superiore a due o tre volte il personale direttamente impegnato nella produzione principale. Ergo se all’aerorto lavorano direttamente circa 300 persone, i 20 mila dell’indotto sono solo favole. Ma ogni produzione dovrebbe rispettare limiti e vincoli di legge, cosa che l’aeroporto non fa. Questo è il problema

  5. Scritto da stefano

    speriamo non riapra più….

  6. Scritto da damiano

    interessante coincidenza con la fase calda della prossima campagna elettorale…sia chiaro, è una semplice coincidenza…

    1. Scritto da Narno Pinotti

      Non ha ovviamente alcun senso che una compagnia che tratta con giganti logistici e muove centinaia di milioni di € abbia riguardo di Tentorio o Gori. Ma è inutile argomentare: nel tempo in cui un’insinuazione calunniosa fa il giro del mondo, la verità si allaccia le scarpe. In ogni caso, se qualche elettore di Bergamo è così sciocco da cambiare o decidere il proprio voto in base a tre settimane di chiusura dell’aeroporto, è bene che sia ingannato come uno sciocco merita.

  7. Scritto da Lillo

    Speriamo che durante i lavori vengano rinvenuti reperti archeologici di una antica città pre-cristiana. Sarebbe un’eccellente opportunità per la chiusura del Mostro.

    1. Scritto da s

      esatto…chiudiamo poi la stazione, cancelliamo i treni…chiudiamo ai bus la citta e cancelliamo l’uscita bergamo dall’a4.Poi tutti in città alta, mettiamo un ponte levatoio e ci chiudiamo dentro…cosi almeno il mondo migliora…senza più bergamaschi lamentini per il globo sai quante seccature in meno…

      1. Scritto da usiamo il cervello

        perchè vuol chiudere la stazione e cancellare i treni che magari non rispettano gli orari e fanno schifo, ma almeno rispettano le leggi? Guardi che a Berlino hanno chiuso un aeroporto (Tempelhof) che era in città ma aveva meno problemi di Bergamo e ne hanno costruito uno a 30 km. E li ci hanno messo un parco. Non c’è bisogno di mettere i ponti levatoi ma di usare il cervello, ogni tanto

        1. Scritto da Mark

          Nessuno di quelli col cervello ha mai notato che si trova in pianura padana suppongo.. Che l’aeroporto di Bergamo é parte di una lunghissima lista di problemi e non il peggiore..Vi da fastidio il rumore.Vorrei far notare che molti di quelli che si lamentano han preso casa dopo che l’aeroporto era in funzione regolarmente,perché a prezzo stracciato. Ora ci si lamenta.Che si fa si sposta anche l’autostrada per i rumori?Poi per i carburanti bisognerebbe chiudere Malpensa,Linate e aziende..

          1. Scritto da sicuramente il peggiore

            Cosa vuol dire che è in pianura padana? Anche Montichiari è in pianura padana ma non in mezzo alla città, e senza problemi. Guardi che questo rumore non dà “fastidio” ma crea gravissimi problemi alla salute (specialmente dei bambini, si guardi gli studi dell’OMS). La stragrande maggioranza delle case c’erano da prima che si sviluppasse l’aeroporto e pagate care. Solo adesso valgono prezzi stracciati, grazie all’aeroporto. DELOCALIZZATELE e poi fate quello che volete

      2. Scritto da lillo

        Non confondiamo la modernità con la speculazione economica. Non tutto è giustificabile in nome dei soldi, soprattutto la salute.

    2. Scritto da franca perletti

      peccato che il mostro dia lavoro a migliaia di persone, senza contare gli affari per oriocenter!
      credo sia preferibile la sicurezza dei passeggeri più che le lamentele di chi ha costrruito la casa a ridosso di un qereoporto già esistente,,,,pagando ovviamente a basso costo il terreno …ma smettiamola!!!!!!

      1. Scritto da aris

        quante migliaia? 5 o 6000 persone? 10.000? Ma dove? in aeroporto lavorano qualche centinaio di persone gran parte con contratti a termine, malpagate. La stragrande maggioranza delle case esiteva già prima dell’ aeroporto. Se il terreno è così a basso costo, perchè non ne approfitti? non sarà mica perchè ti da fastidio il rumore degli aerei?

      2. Scritto da gigi

        signora, sia un po’ più gentile e cerchi di ragionare, se le è possibile. Premesso che i lavoratori effettivi dell’aeroporto sono poche centinaia, di solito le società che danno lavoro sono obbligate anche a rispettare le leggi. Questo aeroporto ha dei gravi problemi ambientali (lo ha scritto persino la Regione Lombardia già nel 2003) e quindi dei limiti vincolati dalla normativa. Sono migliaia di persone che abitavano lì prima che l’aeroporto ottenesse l’autorizzazione.

      3. Scritto da poeret

        anche la mafia dà lavoro a migliaia di persone.. e per favore, racconti almeno cose serie e vere, perché interi paesi e quartieri esistevano da ben prima dell’aeroporto. Detto questo non và chiuso ma regolamentato, ci sono leggi, limiti che ogni giorno sono elusi e sorpassati..a scapito della salute di tanti/troppi cittadini, non solo di chi ci abita vicino, BG centro è a 2km circa..rifletta

      4. Scritto da valter agliati

        Io abito a Colognola da oltre cinquant’anni in una casa vecchia quasi il doppio. Se vuoi fare cambio, così sei anche più vicina a prendere l’aereo tutte le volte che vuoi …..

      5. Scritto da pavel

        basta con questa leggenda della casa a basso costo costruita dopo, è un falso. Per favore, basta!!! Poi si resta favorevoli o contrari, adorantii od ostili, in Italia c’è la libertà di opinione ma non di “leggende metropolitane”

  8. Scritto da Andrea

    stranissima e discutibile la riapertura proprio il 2 giugno