BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“L’ospedale, i miei nonni ultraottantenni e il caro-parcheggio”

La lettera di Roberto, che racconta dei problemi dei nonni ultraottantenni al parcheggio dell'ospedale di Bergamo, è una piccolo caso che però va a inserirsi su un tema penalizzante e spinoso.

La lettera di Roberto, che racconta dei problemi dei nonni ultraottantenni al parcheggio dell’ospedale di Bergamo, è una piccolo caso che però va a inserirsi su un tema penalizzante e spinoso. 

Buongiorno,

sono Roberto, un ragazzo di Dalmine.

Vi scrivo per segnalarvi alcuni problemi relativi al nuovo ospedale.

Mio nonno ha 87 anni e sua moglie ha l’invalidità civile al 100%.

Purtroppo devono andare spesso in ospedale per visite e controlli vari e lo fanno in automobile.

L’altra mattina avevano appuntamento alle 10.30 ma sono stati ricevuti a mezzogiorno.

Ovviamente il costo del parcheggio è stato superiore a quello che avrebbe dovuto essere se l’orario dell’appuntamento fosse stato rispettato.

Ma l’ospedale mica te lo rimborsa.

Il problema è che non è la prima volta che succede.

Già un’altra volta l’orario dell’appuntamento, sempre di mattina, è slittato e mio nonno deve pagare di più il parcheggio.

Magari per un ragazzo come me non rappresenterebbe un problema: la seconda volta che mi succede vado a parcheggiare a Curnasco e mi faccio qualche minuto a piedi.

Ma in questo caso stiamo parlando di due persona anziane, di cui una invalida, che fanno già fatica a fare la distanza parcheggio-ospedale

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ALE

    Roberto se la nonna è disabile con il cartellino puoi suonare il campanello dove prendi il biglietto del parcheggio. arriva un ragazzo del personale e ti fanno entrare gratuitamente con un pass per disabili.

  2. Scritto da buchine

    non è sicuramente il suo caso ma io voglio vedere veramente quanti INVALIDI VERI GUIDANO L’AUTO e questi parcheggi
    dovrebbero essere adibiti a queste persone svantaggiate .
    il tagliando invalido non dovrebbe seguire l’auto ma la persona
    invalida questo non accade anzi la maggior parte delle volte accade che l’invalido venga accompagnato ma poi chi l’accompagna occupa lo spaio per invalidi pensando sia un diritto
    ma non è cosi
    posti disabili X disabili non per accompagnatori

  3. Scritto da poeret

    non ho ben capito se il problema è il costo del biglietto o cosa
    1)ci sono accompagnatori d’invalidi che con questa scusa tolgono
    posti auto ai veri invalidi perché chi accompagna può benissimo
    camminare.
    2)per quanto riguarda il costo del biglietto dipende da quel che percepiscono questi anziani di pensione?500-1000-1500
    eccetera mio suocero ha 80 anni e percepisce circa 2000 euro mese di pensione perché non dovrebbe pagare il biglietto
    3)attenzione a non generalizzare

  4. Scritto da vittoria

    Esatto gli invalidi hanno diritto a parcheggiare gratis nell’area invalidi del parcheggio ,sempre che sia libera altrimenti devi aspattare che si liberi un posto x poter parcheggiare gratis

  5. Scritto da Edo

    un consiglio Roberto: per tuo nonna credo sia possibile richiedere un pass d’invalidità presso i vigili o comune di residenza che può essere utilizzato da chi la accompagna in ospedale per parcheggiare negli gli appositi spazi dedicati.