BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Orio: non strategico” Il parere del Ministero sull’aeroporto di Bergamo

Nel Piano nazionale degli aeroporti lo scale aeroportuale “Il Caravaggio” di Orio al Serio non è considerato strategico, ma di interesse nazionale. Per Lombardia, Piemonte e Liguria solo Malpensa è strategico. Eppure Linate e Orio al Serio insieme superano i 18 milioni di passeggeri all'anno.

Di interesse nazionale, ma non strategico. Orio al Serio, pur essendo il quarto aeroporto italiano per numero di passeggeri (il 2013 si è chiuso con 8.964.376 viaggiatori) è stato classificato come di interesse nazionale. È quanto emerge dal Piano aeroporti steso dal ministro dei trasporti Maurizio Lupi che considera strategici per l’Italia undici aeroporti (Fiumicino a Roma, Malpensa a Milano, Venezia, Bologna, Pisa-Firenze, Napoli, Lamezia, Bari, Catania, Palermo e Cagliari) mentre sono di interesse nazionale: Milano-Linate, Bergamo, Torino, Genova, Brescia, Cuneo, Verona, Treviso, Trieste, Rimini, Parma, Ancona, Roma Ciampino, Perugia, Pescara, Salerno, Brindisi, Taranto, Reggio Calabria, Crotone, Comiso, Trapani, Pantelleria, Lampedusa, Olbia e Alghero.

Si tratta solamente della bozza di questo piano atteso da anni. Il piano nazionale degli aeroporti sarà ora discusso in sede di conferenza Stato-Regioni e poi passerà a palazzo Chigi per l’approvazione, infine sarà inviato in Parlamento per essere sottoposto al vaglio delle commissioni parlamentari competenti. Si tratta quindi di una proposta che andrà discussa in più sedi e dovrà considerare anche le osservazioni delle diverse regioni.

Per la Lombardia, infatti, si tratta di una sconfitta, avendo ben due aeroporti (Milano Linate e Orio al Serio che insieme superano oltre 18 milioni di passeggeri) veri colossi e porte d’ingresso per l’economia del territorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da c

    Signori dobbiamo mettercelo nella testolina che l’aeroporto di Orio ha raggiunto il massimo delle sue potenzialità, è troppo vicino alla città fino ad oggi tutto è andato bene perchè Ryanair ha puntato su Orio come scalo ma le altre compagnie dove sono?
    Non dimentichiamoci che Malpensa è sottoutilizzato , Verona con Montichiari possono crescere, noi non possiamo pensare che solo riasfaltare la pista cambi le potenzialità deve diventare più grande!

  2. Scritto da attilio

    Leggere certi commenti intristisce e rafforza il senso di disagio che provo purtroppo in questa terra ove la gente pretende il benessere della vita moderna mantenendo standard retrogradi . Viaggiate un po co per il mondo accidenti !

  3. Scritto da Elvio Beretta

    Ragazzi, ragioniamo. Non è più strategico in quanto le mutate situazioni di collegamento tra le varie provincie sarà garantito dagli investimenti nelle infrastrutture viarie. Tutto ciò che transita a Bg può essere dirottato a Bs Mi (Malpensa è sotto utilizzata ) e poi c’è la questione inquinamento e Alitalia. Ora tocca ai politici di Bg capire i vantaggi di questo svantaggio. Tutto è progresso …

  4. Scritto da gigi

    Guardi che la maggior parte di Colognola, Campagnola e Malpensata, San Tomso, Grumellina, etc. esisteva ben prima dell’aeroporto (comprese le scuole, se le non lo sapesse) e soprattutto ben prima che si sviluppasse in modo illegale. Chi ragiona non ammazza le persone solo per essere un po’ più comodo, non crede? Montichiari è ambientalmente compatibile e con la BREBEMI ugualmente distante da Milano e certamente sarà meglio collegato che Bergamo.. Abbia fede.

  5. Scritto da Claudio

    Caro Gigi, ma lei dove abita ? Immagino non lontano dall’aeroporto, ma mi chiedo da quanti anni abita lì … Lo sa che l’aeroporto di Orio è stato costruito nel 1943, non ieri … Quindi se ha acquistato casa in zona e non sapeva dell’aeroporto non se la prenda con chi era lì da prima di Lei …

    1. Scritto da aris

      Caro Claudio, dove abita lei? Sulle nuvole? Lo sa che Colognola al Piano era un Comune medievale, passato sotto Bergamo negli anni 20,= 20 anni prima che costruissero l’ aeroporto di Orio militare, dal quale partiva 1volo/giorno fino a 15 anni fa? Il 90% delle case esisteva già. Lo stesso vale per Azzano, Curnasco, Lallio, SAn Tommaso, Stezzano ecc

    2. Scritto da gigi

      Certo che abito vicino all’aeroporto. In un quartiere medioevale, da quasi quarant’anni. Ma lei non sa che l’aeroporto militare era stato chiuso per ragioni di sicurezza, nonostante ci fossero precise disposizioni (Notam) tuttora vigenti che vietavano i decolli verso la città, etc? . Quindi è l’aeroporto che se l’è presa con me e con decine di migliaia di persone che ci abitavano prima e chiedono solo il rispetto delle leggi. Ma forse a Bergamo è chiedere troppo….

  6. Scritto da Roberta

    Malpensa veramente scomodo e irraggiungibile,per forza poi si fa di tutto per partire da orio! Quando possibile,a Linate non parte gran che,quindi?che si fa? Malpensa,Malpensa,e che ci arriva la?????? Spreco di soldi pubblici….

  7. Scritto da paolo

    L’aeroporto di Orio è solo una speculazione economica sulla pelle dei cittadini che devono sopportarne l’inquinamento acustico ed atmosferico.

  8. Scritto da JJ

    ogni nuovo ministro partorisce il suo piano che tanto nessuno attua. Questo è veramente fatto malissimo,
    mettere sullo stesso piano aeroporti come torino, bergamo e genova con perugia e cuneo singifica non avere mai visto i dati di questi scali .
    Il piano di passera mi sembrava però più razionale perchè teneva conto dei volumi che gli aeroporti si erano conquistati e quindi era più allineato al mercato.

    1. Scritto da mercato delle vacche

      la “razionalità” dovrebbe invitare a tener conto anche della salute e della sicurezza delle persone, non solo dei volumi di traffico causati dalla botta di culo di aver trovato un AD di SEA che ha rifiutato la proposta di Ryanair per Malpensa, e adesso piangono miseria.
      Persino il mercato delle vacche dovrebbe avere qualche regola, ogni tanto, e magari rispettarle quando ci sono.

      1. Scritto da JJ

        questo è un altro discorso che non riguarda l’ oggetto dell’ articolo. L’ inclusione nel primo gruppo significa che l’ aeroporto potrebbe avere fondi statali, nel’ altro che si deve autofinanziare. tutto qui

  9. Scritto da marina

    Signor Stefano, scusi se mi permetto ma l’aeroporto di Orio al Serio non è affatto in mezzo alla città. E’ uno scalo comodo (mooooolto di piu’ di Malpensa) per i Milanesi e non solo, anche per i Bresciani, i Veneti, e chi non abita nella parte ovest della Lombardia. Non per niente, è frequentatissimo…
    Se non è strategico questo, non so…

    1. Scritto da gigi

      non è in mezzo alla città??? A 800 metri dalle prime abitazioni, a un km da scuole, asili, parchi di almeno due quartieri cittadini, con un centinaio di aerei al giorno che ti passano sopra la testa???
      Scusi, ma Lei dove vive? Se è così comodo per i bresciani e i veneti perchè non vanno a Montichiari? (con la BREBEMI sarà facilissimo da raggiungere anche da Milano (anche a Linate, che a meno problemi ambientali, c’è ancora posto)

      1. Scritto da Andrea

        difatti la quasi totalità delle costruzioni da lei citate sono nate dopo l’aeroporto; per il resto, montichiari non è comodo a nessuno, nè a chi viaggia nè alle compagnie (quella si che è una struttura inutile)

        1. Scritto da aris

          Ma prima di sparare stupidaggini, facilmente smentibili, informarsi bene. Orio è fuori legge, lo sappiamo benissimo tutti. Va ridimensionato. O dobbiamo aspettare un disastro per muoverci, come sempre in Italia? La quasi totalità delle case esiteva già negli anni 80, quando Orio era un aeroporto quasi in disuso

          1. Scritto da Andrea

            quasi in disuso???? facciamo una gara di stupidaggini??

  10. Scritto da gigi

    Come può essere strategico un aeroporto seduto in mezzo alla città, che viaggia quasi al doppio dei limiti consentiti dalla autorizzazione ministeriale, che non rispetta le prescrizioni previste, che vola di notte in spregio al divieto??? Speriamo che anche la casta dei parlamentari bergamaschi se ne accorga….Assurdo è avere 4 aeroporti nel raggio di 100 km con un enorme spreco di denaro pubblico.

    1. Scritto da luca

      strategico o meno…resta il fatto che è epicentrico per tutta la lombardia e molto vicino al Veneto, e infatti i passeggeri apprezzano ormai siamo a 9 milioni…
      difendiamo Orio con tutte le forze!

      1. Scritto da aris

        vedrai che bel epicentro terremotico quando cadrà un aereo in pieno epi-centro di Bergamo…poi vedrai come tutti a dire che si doveva chiudere…che l’ avevano detto…In Veneto preferiscono partire da Verona, Treviso, Venezia o al limite Parma o Bologna. O Montichiari.Non gli mancano le scelte. Bergamo non la rimpiangono mica

  11. Scritto da berghem

    La classe politica italiana è da barzelletta, quella Bergamasca è da piangere…cosa possiamo pretendere? e cosa potremo mai aspettarci per il futuro?

  12. Scritto da stefano

    Non è strategico perchè in mezzo alla città e non può continuare a espandersi! Non fa dormire, non fa respirare, dimezziamo i passeggeri e teniamocelo per quello che è, uno scalo di provincia progettato male fin dall’inizio

  13. Scritto da pearl

    Mi sfuggono i parametri della definizione “strategico”: a parte il dato scontatamente geografico (= è strategico per un dato territorio), come mai il dato “utilizzato da X passeggeri o X merci” non rientra? quali sono gli altri parametri?

  14. Scritto da Robademacc

    Malpensa è strategico per i cittadini di Lugano e Cassano Magnago , per tutti gli altri è una roba fuori dal mondo.

  15. Scritto da Andrea

    Il piano del ministro Lupi è qualcosa di vergognoso, o per meglio dire all’italiana; è assurdo avere un piano nazionale con 38 aeroporti e vedere scali come linate e orio allo stesso livello di scali come Comiso e Pantelleria. ma si sa che in Italia le cose non vanno fatte usando il cervello….

    1. Scritto da usiamo il cervello

      Assurdo è avere aeroporti con gravissimi problemi ambientali (lo dice persino la Regione Lombardia) che scoppiano, vicino ad altri che sono ambientalmente compatibili (lo dice persino Legambiente) inutilizzati, e che costano un sacco di soldi alla collettività, solo per piccole beghe di Campanile. Probabilmente per qualcuno la Pianificazione deve essere una parolaccia…

    2. Scritto da Sergio

      L’intelligenza non si impara a scuola….

  16. Scritto da bob

    E’ legittimo sperare che il malpensota Maroni si sbatta, nella conferenza Stato-Regioni, per far reintegrare almeno Orio nell’ambito degli scali strategici, se non tutti e due? No, perché la casta bergamasca non fa niente, perché i bergamaschi si sentono perdenti già in partenza, ma piangono vedendo il metrò di Brescia, visto che i loro cugini invece hanno creduto nel finianziamento…