BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La fortuna di Colantuono è l’arma vincente di questa spenta Atalanta

Come una settimana fa contro il Catania i nerazzurri soffrono (troppo) e sono aiutati dalla buona sorte sui tre legni del Cagliari. La salvezza si avvicina, ma la squadra rimane senza gioco. E intanto Bonacina con la Primavera fa miracoli.

Più informazioni su

Stessa storia, stesso posto, stesso bar. Dopo una settimana dalla sofferta vittoria sul Catania (che ha confermato di non essere il Barcellona con la sonora sconfitta in casa contro la Fiorentina) l’Atalanta centra altri tre punti contro una diretta rivale per la salvezza come il Cagliari. Con una prestazione, però, molto simile a quella contro i siciliani.

Le partite contro i sardi sono storicamente molto ostiche per i nerazzurri, ma nel primo tempo gli infreddoliti e bagnati tifosi presenti al Comunale hanno temuto il tracollo. Come sette giorni fa, a fare la partita sono stati gli ospiti, che sono andati più di una volta vicini al vantaggio (e lo avrebbero anche meritato).

Fortunatamente c’è la solita fortuna di Colantuono, che come spesso accade si è rivelata l’arma in più dei suoi ragazzi. Tre i legni colpiti dai rossoblu, che hanno espresso anche un buon gioco pur essendo in trasferta.

A differenza di quanto fatto dai padroni di casa, ancora una volta disordinati e senza una logica tattica. Menomale che nella ripresa Ibarbo e compagni sono calati e si sono così potuti vedere i nerazzurri. Bonaventura in particolare, che quando non pensa alle sirene di mercato juventine riesce a essere un fuoriclasse. Fondamentale sul suo gol Brienza, che riesce così a salvare la propria prestazione.

A differenza di gente come Brivio e a tratti Raimondi, che continuano a essere non all’altezza della situazione. In ombra anche Moralez, ma per una volta ci può stare, Cigarini e Stendardo, che invece sono in un periodo negativo da un po’ troppo tempo per le loro qualità. Denis, come spesso capita, è poco e mal servito. Speriamo che questo non lo invogli a lasciare Bergamo.

E a proposito di mercato, visto che sembra che la società non voglia comprare nessuno a gennaio, perchè non pensare a qualche innesto dalla grande Primavera di Bonacina che guida solitaria il suo campionato? Quella squadra, tra l’altro, ha anche un allenatore che non è solo fortunato ma che ha saputo dare un bel gioco ai suoi ragazzi. Un azzardo pensarlo sulla panchina nerazzurra nella prossima stagione?

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Francesco

    Comunque continuo a non capire come si possa sostenere la tesi che col bel gioco si fanno meno punti. Continuate a scrivere: preferite un’Atalanta salva o un’Atalanta che gioca bene? Ma scusate, le due cose non possono coesistere? E’ più probabile retrocedere giocando male che giocando bene no? Quando esaltate il record di punti di Colantuono si guardi anche la difficoltà del campionato di serie A, che adesso è ai minimi storici!

  2. Scritto da nino cortesi

    Digeo capisce parecchio di calcio. Perché non mettono nome e cognome.

  3. Scritto da voltaire

    L’articolo riassume perfettamente partita e situazione; rilevo,inoltre,unanimità di giudizio nei commenti ed effettivamente l’Atalanta non ha identità di gioco ma questa è la caratteristica che accompagna le squadre di Colantuono. Squadra bloccata all’indietro,fasce inesistenti ed attaccanti che devono pietire una massimo due palle giocabili a partita. Dal punto di vista economico può funzionare,io e chi con me andiamo però allo stadio anche per divertirci .

  4. Scritto da marco

    Agli scontenti : se preferite il bel gioco e perdere – vedi Napoli – poi non lamentatevi se si finisce in serie B a vedere il Carpi…

  5. Scritto da digeo

    Il Cagliari è una squadra oggettivamente superiore, pur avendo perso Naingolan; sono gli stessi da 5-6 anni, noi in questo momento un attaccante come Ibarbo ce lo sogniamo, una coppia di centrali come Astori e Rossettini anche,un regista come Conti anche….sarà probabilmente colpa di colantuono che imbrocchisce tutti i giocatori che allena. A Verona abbiamo sbagliato il meritato 2-0 con denis prima che Canini facesse un errore da dilettante sul loro 1-1; almeno 1 punto a Verona ci stava.

    1. Scritto da uno qualunque

      A parte che Conti non è un regista, l’Atalanta schierava giocatori come Denis, Stendardo, Bonaventura, Moralez e Carmona (tutti a Bergamo da minimo 3 stagioni); Tutti inferiori ai cagliaritani? Chi non ha cresciuto giovani a bg in 4 anni (Bonaventura a parte)? Murru ha 19 anni e ieri a destra sembrava in scooter e i nostri in bici. A Verona 70 minuti in 10 dietro la palla. Se per lei questo è giocare bene!E’ Canini che ha lasciato il solo Cazzola in difesa su un corner offensivo? E a Milano?

      1. Scritto da digeo

        Canini a verona è stato gravemente colpevole sul gol dell’ 1-1, non sul contropiede del rigore. Ma perchè lei continua a difendere canini che è obiettivamente scarso? E non dovrebbe essere scarso per colpa di colantuono, con cui in genere i difensori si valorizzano abbastanza: penso a peluso,benalouane, gli stessi lucchini e raimondi sono cresciuti con lui. Giocatori normali, non fenomeni, ma almeno presentabili. Canini lo vuole il Chievo, darglielo subito gratis.

        1. Scritto da uno qualunque

          Difendo Canini perchè lei imputa allo stesso la sconfitta di Verona.Canini ha commesso un grosso errore, ma la sconfitta è figlia di uno scellerato schieramento sul corner a nostro favore (ripetuto poi saggiamente a Milano)!E questi sono errori del mister.Lucchini è arrivato a bg a 31 anni già affermato e non è certo cresciuto e Raimondi NON è un difensore ha sempre fatto il centrocampista.Se Canini è impresentabile sono stati tutti scemi quelli che gli hanno fatto fare 200 partite in A?

          1. Scritto da digeo

            Cagliari e Genoa si sono liberati di Canini senza troppe remore mi pare.

          2. Scritto da uno qualunque

            Il Cagliari ha ceduto Canini per 2,5 milioni (Denis è stato riscattato per 2,3…per dire…) di euro al Genoa, dopo richiesta del giocatore per motivi personali. Il Genoa a sua volta ne ha ceduto la metà per l’intero cartellino di Manfredini (titolare, vicecapitano, espressamente richiesto dall’allora allenatore genoano) e tuttora ne detiene il 50%. Non direi che se ne sono liberati a cuor leggero. Ma non si preoccupi, sono tutti scemi….

          3. Scritto da ElleA69

            Scusate se mi intrometto, ma io reputo Canini un buon giocatore. E’ impensabile che chiunque – o quasi – arrivi a Bergamo si “imbrocchisca”. Ne è la riprova Gabbiadini. Non è forse che il mister non lo sa schierare per le sue caratteristiche? O che Canini non gode della sufficiente fiducia per giocare tranquillo?

          4. Scritto da uno qualunque

            Sono totalmente d’accordo con lei.

      2. Scritto da digeo

        Conti e’ superiore all’attuale cigarini, ibarbo e’ la terza punta del Cagliari ( i titolari sono pinilla e sau) quindi corrisponde al nostro livaya. Lei non cambierebbe livaya con Ibarbo? e astori con lo stendardo dell’ultimo anno? E questo murru con il sempre timido brivio (per non parlare di del grosso)? Dai un po’ di obiettività. Il Catania e’ stata una squadraccia, il Cagliari una bella squadra

        1. Scritto da uno qualunque

          Ribadisco che paragonare due giocatori con caratteristiche diverse non ha senso. Presenze di Ibarbo nelle ultime 3 stagioni 38,34,17: no, è paragonabile a Livaja (noi comunque schieravamo Denis) perchè, classe 90, la prima stagione fece solo 3 gol ma è stato tenuto e fatto crescere (non spedito a Bologna). Murru è un 94 che ha già fatto 14 presenze quest’anno, non gli preferiscono Scaloni. I nostri titolari sono superiori a Cossu, Ekdal o Rossettini, è come giocano che fa la differenza.

          1. Scritto da digeo

            E’ proprio come giocano che fa la differenza; ieri Ibarbo ha preso due pali scartando in entrambi i casi quattro nostri giocatori, Denis ha fatto una partita da gatto di marmo sparando in curva nel primo tempo un gol da fare (così come a san siro sullo 0-1 per il milan ha sbagliato da zero metri un gol da fare)….non nascondiamoci dietro un dito, i giocatori forti li hanno anche gli altri. Denis per me non si discute, ma quando è insufficiente non può essere sempre colpa dell’allenatore.

          2. Scritto da uno qualunque

            E chi li fa giocare? Topolino? Chi allena questa squadra da 4 anni? Denis è in flessione anche perchè gioca sempre e solo lui e sempre da solo (e sono convinto che sia una sua richiesta). Chi non ha tenuto Gabbiadini? In 4 anni ha subito passivamente tutti gli acquisti e le cessioni? Lui che si vantava di avere l’ultima parola sul mercato? Non si nasconda dietro un dito: questo allenatore ha i numeri dalla sua, ma il gioco è pessimo e i singoli ne soffrono. Non sono gli altri fenomeni.

          3. Scritto da digeo

            Tra l’altro anche sul gioco pessimo possiamo discutere, perché nella gara di ieri loro prendono si 3 pali, ma noi abbiamo avuto 5 occasioni nitide: il gol, l’occasione di denis nel primo tempo, il diagonale di brivio nel primo tempo, Bonaventura a inizio ripresa solissimo in area che va di testa anziché stoppare (occasione clamorosa), ancora Bonaventura in contropiede alla fine. I loro pali sono occasioni più eclatanti se vogliamo, ma le occasioni non ci sono poi mancate

          4. Scritto da digeo

            Scusi ma lei ha sostenuto che Ibarbo ha più minutaggio di livaya in serie A,cosa vera che conferma però la mia tesi,cioè che il cagliari ha una buona squadra con un attaccante di riserva più pronto della nostra riserva.Poi lei mi scrive che siccome ieri giocava denis il paragone va fatto tra Ibarbo e Denis;ebbene,molto meglio Ibarbo.Ma cosa c’entra sempre colantuono? E’ il suo incubo? Lei sostiene senza prove che tutti gli acquisti e cessioni sono opera di colantuono;anche Parra? E’ sicuro?

          5. Scritto da uno qualunque

            Inoltre supponiamo che al povero mister vendano tutti e prendano brocchi senza nemmeno informarlo: ma scusi, cos’è un martire?Non è forse lui che giura amore eterno e dichiara piena sintonia con le scelte societarie?Se gli remano contro perchè ha prolungato?Fu lui a dire di avere l’ultima parola, non io. Possibile che nella primavera finalista non ci sia un giocatore buono per la A?Gioco, errori e schemi colpa dei giocatori scarsi, i giocatori colpa della società. Ma lui che ci sta a fare?

          6. Scritto da uno qualunque

            No, le statistiche sostengono che Ibarbo (lo ribadisco classe 90) ha giocato 38 partite in serie A alla prima stagione e segnato 3 misere reti. Il suo allenatore (invece di usarlo col contagocce e farlo finire a Bologna), ha creduto nel giocatore e l’anno successivo di reti ne ha fatte 9. I giocatori non crescono sugli alberi: migliorano con allenatori capaci di farli crescere. Se poi lei sostiene che un giocatore che in 2 anni e mezzo gioca 89 partite di A sia una riserva…beh…

          7. Scritto da digeo

            È un dato di fatto, il titolare e’ pinilla. Noi una riserva di questo livello non l’abbiamo. Abbiamo de Luca e livaya , due giovani mediocri (vediamo cosa fa marilungo a Cesena, se fa la differenza perché finalmente trova un mister che crede nei giovani)

          8. Scritto da uno qualunque

            2013-14 Pinilla 15 presenze 3 reti (991min), Ibarbo 17 e 2 (1147), Sau 18p 4g (1300).2012-13 Pinilla 23p 7g, Ibarbo 34p6g, Sau 30p12g.Fonte: GdS online.No, ha ragione lei. Il titolare è Pinilla..gioca meno,ma è titolare. Lo fanno per confondere gli avversari!! Osservi inoltre che hanno minutaggi simili.Acquistoni?Provenienza: Pinilla riserva Palermo, Ibarbo Colombia, Sau ex prim-prestito in b.Confronti con De Luca 7 presenze (261min) 1 gol e Livaja 13p (557min) 2g e Denis 19p 7 g (1789min).

          9. Scritto da digeo

            Poi guardi, il genoa credeva talmente tanto in Canini che se ne è liberato per prendere uno come manfredini (5 anni più vecchio) e cacciarlo via dopo un anno. Secondo lei se canini è così forte il Genoa se ne priva per prendere un centrale di 5 anni più vecchio?

          10. Scritto da uno qualunque

            Semplicemente l’allora allenatore del Genoa, Luigi Del Neri, lo ha richiesto esplicitamente ed è stato accontentato. Tutti gli allenatori (nostro compreso, se ne faccia una ragione) richiedono o allontanano giocatori che non ritengono funzionali alla loro idea di calcio. Adesso il mister del Genoa non lo ritiene congeniale (come il nostro fece a suo tempo) e ne avvalla la cessione. Canini è comunque ancora a metà.Ps. Mi stava parlando di Pinilla titolare e Ibarbo riserva. Ancora convinto?

          11. Scritto da digeo

            Falso che colantuono abbia avallato l’anno scorso la vendita di manfredini in cambio di canini;hanno avuto problemi nella prima esperienza di colantuono a bg (2005-2007)quando manfredini non era nessuno; ma nel secondo periodo di colantuono manfredini dall’inizio della B 2010-2011 è sempre stato titolare con ottimo rendimento. Non giochi sui luoghi comuni del mister che avalla le scelte societarie; ogni allenatore è aziendalista quando parla di mercato col giornale locale.

  6. Scritto da acido

    Due partite fondamentali per la salvezza giocate con una fifa blu. Il brutto gioco ci sta. Anche perché a Napoli, dove non c’era nulla da perdere, il gioco è stato totalmente diverso.
    Adesso la situazione è tranquilla e già domenica a Torino vedremo un’altra squadra.

    1. Scritto da ElleA69

      finalmente un commento da “bicchiere mezzo pieno”. Sono d’accordo con te. Adesso avremo un po’ meno assilli e preoccupazioni da fondo classifica… almeno per qualche giornata

  7. Scritto da Andrea

    L’Atalanta con Cagliari e Catania ha trovato due vittorie fortunate. ma onestamente durante il campionato ci sta anche questo…il vero problema è che sembra una squadra imballata… livaja non è certo un giocatore facile da gestire ma certamente è piu’ vivace di altri… cosi’ come Migliaccio ieri non è stato proprio brillantissimo..

  8. Scritto da uno qualunque

    Per una volta mi trovo a difendere Colantuono. Ieri è stata oggettivamente una vittoria fortunata: il Cagliari meritava certamente i tre punti sotto tutti i punti di vista. Detto questo, i risultati di Colantuono non possono essere ridotti a semplice “fortuna”. Il gioco è pessimo, i giovani poco impiegati e in conferenza stampa ogni tanto esagera, ma se riesce ad ottenere certi risultati qualche merito deve pur averlo. Secondo me l’Atalanta merita di meglio, ma non può essere solo fortuna.

    1. Scritto da ocirne

      provi a difenderlo ma non riesci a trovare un suo merito !

      1. Scritto da uno qualunque

        A me lui non piace e non piacerà mai, ma oggettivamente i punti li ha fatti, lo spogliatoio sembra seguirlo sempre (a parte qualche sporadico caso) e non ha mai fallito le partite da “dentro o fuori”. Gli obbiettivi li ha sempre centrati. Spero che domenica riesca a mantenere alta la tensione: mancano ancora 16 punti all’obbiettivo ed il calendario a fine stagione è terribile!

        1. Scritto da ElleA69

          d’accordo al 1000 per 1000 con quello che scrivi

  9. Scritto da ste

    Purtroppo x il lavoro le partite riesco solo a vederle in tv quindi grande stima chi paga un abbonamento e segue sempre la Dea nonostante partite orrende,dove subiamo e basta,7 vittorie di cui nessuna (o quasi)davvero convincente,dove se andiamo in vantaggio poi facciamo solo barricate,ieri il primo tempo si poteva chiudere 0-3 e non c era nulla da dire..peró i numeri sono dalla parte del Cola,la sua fortuna diventa (per Marino & c.)tenacia e grinta nel motivare la squadra..durerà x sempre?!

  10. Scritto da Zanzara

    L’Atalanta nemmeno sul proprio campo e contro una diretta interessata alla salvezza dimostra di aver gioco e carattere. L’insistenza di Colantuono ad utilizzare elementi fuori forma e in ruoli inadatti sta diventando ridicola. La politica dei “giovani” tanto sbandierata ad inizio campionato non si è mai vista. L’età pesa ma più di tutto pesa la mancanza di schemi. Le ripartenze affidate ai terzini, il centrocampo che non filtra e non serve gli attaccanti. Che pena.

  11. Scritto da Francesco

    Ammetto di non aver visto la partita ieri per cause di forza maggiore, neanche 10 minuti proprio, solo il gol di jack in tarda serata. Quindi su ieri non mi esprimo, mi basta tutta l’andata e la partita col Catania. Le due vittorie consecutive non mi fanno cambiare idea su Colantuono. Il suo modulo non rende più come gli anni passati ed è sotto gli occhi di tutti che la rosa non gli può garantire un’adeguata copertura in tutti i ruoli chiave per far girare il modulo.

    1. Scritto da nostradamus

      ciao nostradamus, le tue fantastiche previsioni devo dire come sempre si sono avverate, un mese e mezzo fa parlavi di serie b dietro l’ angolo, ora chissà che inventerai… quasi salvi al 20 gennaio.. chiacchierone!

      1. Scritto da Francesco

        E per l’Europa che auspicavi tu quando?
        dai fai il bravo e guarda che ci sono 12 commenti negativi sulla partita di ieri… e io non l’ho vista quindi non giudico… mi basta aver visto il resto… questo articolo coglie in pieno i meriti di Colantuono: il grande sedere che dimostra di avere nelle partite che contatno, il resto avanza… sgneck sgneck sgneck qualcuno si sta arrampicando sugli specchi a quanto pare…

        1. Scritto da il supertifoso

          mai parlato d’europa al contrario tuo che ci davi già per spacciati, comunque ti lascio parlare come sempre, non ti resta che quello,la classifica è li da vedere..non vai allo stadio, non la guardi in tv ma per criticare sempre presente, niente da dire ce ne fossero di tifosi come te..

          1. Scritto da Francesco

            Auguro il meglio alla Dea ma sul discorso salvezza riparliamone tra 3 partite. Come fai a dire che siamo già salvi? quando vai allo stadio fuma meno canne e guarda il gioco pietoso che esprimiamo. Alla fine grazie alla fortuna smisurata di Colantuono sarà salvezza e poi che goduria col solito campionato minestrina riscaldata, fatto di pareggi, di sconfitte amorfe, di partite non giocate, tanto l’obiettivo è raggiunto! Contenti voi….

          2. Scritto da il frustrato

            è da inizio anno che dici ne riparliamo tra 3 giornate, fai troppo ridere…trovati una ragazza, te l ho gia detto!!

  12. Scritto da Dio Anubi

    Pessima partita per la Dea…squadra “allenata” da un personaggio che di calcio non capisce praticamente nulla…per Colantuono parlano i numeri? Vero, ha il record per il maggior numero di tifosi che non rinnovano l’abbonamento grazie alle prestazioni PIETOSE!!

    1. Scritto da Riccardo

      Sono falsità quelle sul numero di abbonati e presenti allo stadio… Con Del Neri (a cui si attribuisce un calcio esteticamente più bello) i numeri degli spettatori erano addirittura inferiori a quelli registrati con Colantuono…

      1. Scritto da digeo

        6 punti fondamentali in due partite fondamentali (i tre di ieri contro una squadra superiore); un pò di fortuna si, ma non dimentichiamoci le domeniche sfortunate di questa stagione (Verona, Genova contro Samp; partite ben giocate e raccolto zero punti). Brienza fischiato tutta la partita, poi fa un assist ed esce tra gli applausi….questo è il nostro pubblico.

        1. Scritto da uno qualunque

          Beh..Se adesso il Cagliari, soprattutto QUESTO Cagliari, è una squadra superiore all’Atalanta, lei per primo rende ragione ai detrattori di Colantuono.Per me l’Atalanta non può essere considerata inferiore a squadre come Catania, Cagliari, Parma ecc..Sia per blasone, che per rosa, che per ambizioni. Questo allenatore ha abbassato, e di molto, gli standard di gioco (come si fa a dire che a Verona abbiamo giocato bene?!?!) e anche di “blasone” (tra un po’ anche la provercelli è superiore..).