BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vertice Renzi-Berlusconi Sulla legge elettorale “c’è profonda sintonia”

Profonda sintonia e accordo sulla legge elettorale: è questo il risultato di due ore di vertice nella sede del Partito Democratico tra il neosegretario Matteo Renzi e Silvio Berlusconi che hanno trovato punti di accordo anche sulla trasformazione del Senato in “Camera delle autonomie”.

Più informazioni su

Profonda sintonia e accordo sulla legge elettorale: è questo il risultato di due ore di vertice nella sede del Partito Democratico tra il neosegretario Matteo Renzi e Silvio Berlusconi che hanno trovato punti di accordo anche sulla trasformazione del Senato in “Camera delle autonomie”.

“C’è profonda sintonia – ha commentato Renzi in una conferenza stampa lampo al termine dell’incontro – con Forza Italia verso un modello di legge elettorale che favorisca la governabilità, il bipolarismo ed elimini il potere di ricatto dei partiti più piccoli. Su questo tema abbiamo condiviso l’apertura ad altre forze politiche di scrivere questo testo di legge che per quanto ci riguarda presenteremo alla direzione del Pd affinchè si voti lunedì alle 16”.

La seconda intesa è stata raggiunta sulla riforma del Senato che verrebbe trasformato in “Camera autonoma, senza indennità per i senatori e senza elezione diretta”, mettendo fine al bicameralismo perfetto. Un terzo accordo è stato infine raggiunto sulla riforma dell’articolo 5 della Costituzione, quello che disciplina Regioni, Province e Comuni.

Poco più tardi, in una nota e in un video, Silvio Berlusconi ha confermato la sintonia con Renzi, parlando della speranza di una legge elettorale condivisa: “L’accordo con Renzi prevede una nuova legge elettorale che porti al consolidamento dei grandi partiti in un’ottica di semplificazione dello scenario politico”.

Il Cavaliere ha valutato molto positivamente l’incontro, esprimendo “soddisfazione di Forza Italia per il metodo scelto dal Pd per avviare un confronto rapido e costruttivo sulle riforme costituzionali”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rosiconi

    Quanti rosiconi sprovveduti su questo blog.
    Rassegnatevi, il golpe vi è riuscito a metá. Berlusconi è un grande leader vitato dagli italiani. Fino alla sua morte di parlerá di lui.

  2. Scritto da Sinistro

    Cosa dite sinistri?Ricordate gli insulti a chi era alleato con un inquisito? Sapete vero che è da qualche anno siete alleati voi con lui? Sapete che nel frattempo l’inquisito è diventato un condannato? Ora fate accordi con un condannato? Con il nemico storico? Dai dai insultatevi da soli.

  3. Scritto da ivan

    Renzi?
    Un altro uomo di Berlusconi.

    Il vero cambiamento lo diamo solo e soltanto noi, con l’unico voto che può mandarli veramente a casa!
    Ci sarà la caduta, ma poi ci rialzeremo più forti.
    Ora devono solo vergognarsi per come hanno ridotto l’Italia e sparire!

  4. Scritto da gigi

    Profonda sintonia con un pregiudicato? Provate a pensare come si chiama in lingua italiana…..

  5. Scritto da kurt Erdam

    Purtroppo anche grillo il portafoglio ce l’ha bello gonfio ed è stato riempito di soldi pubblici.E(sempre purtroppo)non l’ho ancora sentito mettersi in discussione né lui né il suo amico capellone.Ma guerra al gruppo A di pensionati e dipendenti statali,reato di clandestinità(lui,non molti dei suoi)e nessun dialogo con nessuno(cosa che denota grande immaturità).

    1. Scritto da La verità fa male

      Nell’articolo si parla di un incontro tra Renzi e Berlusconi per fare quelle due o tre riforme necessarie e poi andare al voto, non riesco a capire cosa c’entrano le sue menate su Grillo e sul capellone Casaleggio e sul gruppo A dei pensionati con il contenuto dell’articolo… P.S. tutti “siamo riempiti” di soldi pubblici visto che paghiamo le tasse. Anche lei prende la pensione con soldi pubblici essendoci andato molto prima dei 67 anni delle future vittime della riforma Fornero

      1. Scritto da kurt Erdam

        Vede prima di craxi e berlusconi l’Italia cresceva e noi si lavorava,con tanta voglia di farlo.Se avessi avuto i contributi per tutte le ore e le giornate lavorate GRATIS sarei andato in pensione almeno un paio di anni prime.Poi siete arrivati voi,bunga.bunga,tangenti,evasione,olgettine, e siamo finiti in rovina.Dopo berlusconi dal momento in cui si comincerà a fare cose serie ci vorranno almeno 2/3 generazioni(non anni)per rimetterci in sesto,ovvio lasciando poco spazio a quelli come voi

        1. Scritto da La verità fa male

          Ancora con quel “voi”!! Non ho mai fatto nè pensato di fare un bunga bunga o cose simili in vita mia: se poi lo fa Berluska in Italia o Hollande in Francia o se lo faceva Kennedy in America, sono affari loro e ne devono rispondere alle rispettive mogli e compagne, non a un giudice. E con i politicanti romani di destra e di sinistra che abbiamo (e che governano adesso) purtroppo non si inizierà mai a fare “cose serie”, a meno che Renzi non li mandi tutti a casa

          1. Scritto da kurt Erdam

            “Voi”siete quelli che indefessamente professano la loro fede al berlusca e &.Abbia il pudore di accettarsi per quello che dice.Per Kennedy e Hollande fatti loro per berlusca no.Fatti nostri che ci siamo vergognati per anni(chieda a Bombassei c’è stata una bellissima intervista,e non è sicuramente uno di sinistra).Per il resto a quest’ora io lavoravo non partecipavo ai blog(peraltro non avevo neanche il telefono ).Renzi,al momento,è da rottamare.

      2. Scritto da kurt Erdam

        Le cose che lei non capisce sono tantissime.E’ evidente,era una risposta ad un altro commento andata fuori posto.Ma lei non ci arriva.Io in pensione sono andato avendo pagato tutti i contributi richiesti(oltre le pensioni sfruttate da chi non li aveva pagati).Ho pagato anche i servizi ai ladri evasori del suo giro che lei difende sempre e che grazie al berlusca,e a chi lo ha votato,ha avuto un ventennio di bella vita con SUV a e casetta in Ungheria per la caccia alla faccia di chi lavorava

        1. Scritto da La verità fa male

          Tutti quelli che vanno in pensione ci vanno con i contributi che la legge vigente in quel momento richiedeva loro, compreso i baby pensionati! Non ho mai avuto un SUV in vita mia (costa troppo, è ingombrante), niente casetta in Ungheria e in quanto ai mitici “evasori” del mio giro, lo sono praticamente tutte le persone che conosco anche solo di vista (chi più, chi meno, a seconda delle occasioni che possono sfruttare), visto che chi può e appena può “arrotonda”

  6. Scritto da mario59

    Per andare d’accordo con berlusconi ci vuole poco, bisogna pensare e essere come lui…auguri Italiani sprovveduti…mentre ringraziano quelli con il conto corrente bello gonfio.

    1. Scritto da il polemico

      o forse è andato dal berlusca perchè nel suo gruppo non reputa che ci sia gente all’altezza,cosa peraltro condivisa da molti,anche se personalmente non credo che renzi sia superiore ai suoi compagni di partito,diciamo che è arrivato dove è arrivato perchè i votanti del partito considerano i predecessori incapaci…non perchè sia capace lui

  7. Scritto da sepp

    ha fatto benissimo! del resto i deputati di Grillo è come se non esistessero e per avviare una dinamica riformista non ci si può certo impaludare al centro. Ora Renzi segue dunque le orme della bicamerale di D´Alema. Gli auguro più fortuna.