BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Auditorium Circoscrizione 2 spettacolo in memoria di don Pino Puglisi

Domenica 19 gennaio Cristian Dim Domenico porterà in scena “U Parrinu. La mia storia con Don Pino Puglisi, ucciso dalla mafia” per ricordare la figura di quest’uomo, impegnato sul fronte della legalità.

All’Auditorium della Circoscrizione 2 di Bergamo andrà in scena uno spettacolo per ricordare don Pino Puglisi. L’appuntamento, che rientra nella stagione teatrale 2013/2014 de “I teatri della seconda”, andrà in scena domenica 19 gennaio alle 17.30. La rappresentazione, intitolata “U parrinu. La mia storia con Don Pino Puglisi, ucciso dalla mafia”, vedrà protagonista Christian Di Domenico e sarà realizzata in collaborazione con Libera.

Il 15 settembre 1993, giorno del suo 56°compleanno, Don Pino Puglisi fu ucciso da un colpo di pistola alla nuca, segnando un pezzo di storia della Chiesa e della società civile in Italia. Fu eliminato perché, sottraendo i bambini alla strada, li sottraeva al reclutamento della mafia. Ma se Don Pino fu giudicato dai boss di Cosa Nostra un fastidioso intralcio di cui liberarsi alla svelta, il suo assassinio fu soltanto il mostruoso epilogo di una lunga catena d’incomprensioni, inadempienze e silenzi da parte di tutti. Il 25 maggio 2013 si è celebrata la Beatificazione di Padre Puglisi, mentre il 15 settembre 2013 si sono commemorati i 20 anni dalla sua morte. Christian Di Domenico racconta la storia del prete ucciso dalla mafia, intrecciandola con gli episodi salienti della sua biografia, in cui Don Puglisi è stato e continua ad essere presente.

Di Domenico è un attore e pedagogo abilitato allo sviluppo e all’insegnamento della metodologia teatrale acquisita dal Maestro russo Jurij Alschitz dalla European Association For Theatre Culture, presso la quale ha conseguito il Master for Teaching. Dopo il diploma d’Attore conseguito presso la Scuola di Teatro di Bologna diretta da Alessandra Galante Garrone, prosegue i suoi studi presso la Civica Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano. Dal 1997 al 1999 frequenta la “Scuola dopo il Teatro”, diretta da Jurij Alschitz, corso triennale di perfezionamento rivolto ad attori e registi professionisti, al termine del quale rimane a fianco di Alschitz in qualità di Pedagogo. Ha lavorato in qualità di attore in teatro con Gianpiero Borgia, Alessio Bergamo, Simona Gonella, Massimo Navone,Jerzy Sthur, Giorgio Marini, Gabriele Vacis, Elio De Capitani, Marco Baliani, Carlo Bruni, Sonia Antinori, Mariano Dammacco, Michele Sinisi. Al cinema ha lavorato con Giuseppe Bertolucci, Antonio Albanese e Giuseppe Battiston. Ha partecipato a Festival internazionali come: Il Festival dei Due Mondi di Spoleto, il Festival Castel dei Mondi di Andria, Mittelfest, In teatro, Fringe Festival of Edinburgh.E’ Direttore Didattico dell’Accademia Teatrale “ITACA” in Puglia,a Corato, in provincia di Bari.

L’attore spiega: “Ho conosciuto don Puglisi quando ero piccolo; veniva a trascorrere alcuni giorni di vacanza con la mia famiglia. Era strano avere un prete in casa; si dicevano le preghiere a tavola e certe cose, in sua presenza, era difficile anche solo pensarle. I suoi occhi brillavano di una luce speciale che non so spiegare. Il 15 settembre 1993, giorno del suo 56°compleanno, un colpo di pistola alla nuca ha spento quella luce e ha segnato un pezzo di storia della Chiesa e della società civile in Italia. Fu eliminato perché, togliendo i bambini alla strada, li sottraeva al reclutamento della mafia. Ma se Don Pino fu giudicato dai boss di Cosa Nostra un fastidioso intralcio di cui liberarsi alla svelta, il suo assassinio fu soltanto il mostruoso epilogo di una lunga catena d’incomprensioni, inadempienze e silenzi da parte di tutti. Il 25 maggio di quest’anno, l’anno della fede, per la Chiesa) si è celebrata la Beatificazione di Padre Puglisi, mentre il 15 settembre 2013 si commemoreranno i 20 anni dalla sua morte. Porto sempre con me l’immagine di Padre Puglisi, è nelle mie preghiere. Oggi sento il bisogno di raccontare la sua storia, intrecciandola con episodi salienti della mia biografia, in cui don Pino è presente anche quando è lontano, perché credo che possa aiutare le nuove generazioni a recepire quei valori di cui ogni sua azione compiuta era portatrice: fede, coraggio e, soprattutto, capacità di perdonare”.

L’Auditorium della Circoscrizione 2 è a Bergamo in largo Roentgen 3. Il costo del biglietto è di 5 euro. Al primo ingresso sarà rilasciata una tessera nominale gratuita che consentirà, dopo aver assistito a quattro spettacoli della stagione de “I Teatri della Seconda”, un quinto ingresso gratuito.

È possibile avere ulteriori informazioni e prenotarsi chiamando il numero 3297759448 oppure inviando un’email all’indirizzo di posta elettronica iteatridella2@gmail.com

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.